Per la stagione sportiva 2017-18 il Boccaccio Rugby News cerca collaboratori per ampliare l’offerta informativa con riferimento alle squadre del Petrarca Rugby – articolisti per Under 18 e Under 16, fotografi per Eccellenza, Serie A, Under 18 e Under 16 – inviare mail a boccacciorugbynews@gmail.com
PETRARCA ’70 di Giorgio Sbrocco, Alberto Zuccato e Elena Barbini - E’ disponibile il libro sulla storia del Petrarca – Chi volesse acquistarne una copia (Euro 35,00 + ev. spese di spedizione) può inviare mail a boccacciorugbynews@gmail.com

martedì 12 marzo 2013

CAMPIONATO CIV UNDER 16 – GIRONE 1 – QUINDICESIMA GIORNATA


Petrarca Rugby Junior – Benetton Rugby Treviso 7-8 
(p.t. 0-5)

Al termine di una gara assai combattuta, restano solo l’amaro in bocca e un misero punticino di bonus difensivo, dopo aver accarezzato per circa quindici minuti il sogno di portarsi a distanza di sicurezza dalla diretta avversaria, Treviso, appunto. La partita pare inizialmente prendere una direzione favorevole ai tuttineri, i quali tuttavia, complice soprattutto una difesa disunita e non avanzante, subiscono meta a seguito di una touche persa. Non è mai facile riprendersi da un colpo tale, ma i padroni di casa ci provano, con scarsi risultati, però. Al fischio di chiusura del primo tempo, il possesso palla è forse l’unico dato a favore del Petrarca, che, evidentemente, deve presto cambiare mentalità, se vuole recuperare una partita che non sta affatto andando per il verso sperato. Inizia dunque la seconda frazione di gioco, trenta minuti per rimontare lo 0-5 della mezz’ora precedente. Gli ospiti contengono per dieci minuti i tentativi di imbastire trame offensive degli avversari, la cui avanzata, però, alla lunga prevale: finalmente, dopo una prolungata azione dentro i 5 metri dei biancoverdi, Mantovani riesce a schiacciare oltre la linea. Fiorita trasforma tra il boato d’esultanza del pubblico di casa. Basterebbe a questo punto tenere a bada gli assalti di Treviso per portare a casa un risultato fondamentale, ma a tre minuti dalla fine un fuorigioco sui 22 inutile e sciocco spegne le speranze petrarchine. Sul calcio piazzato la palla finisce in mezzo ai pali e l’ultima, disperata azione non ha buon esito e si spegne sui 10 metri dei trevigiani, che possono a buon diritto esultare. Molte cose da rivedere per il Petrarca, che vede ora complicarsi la qualificazione alle fasi finali, costretta com’è ora a non sbagliare nulla e a ottenere i 5 punti da ogni partita che andrà ora a giocare. La prossima sarà sempre in casa, ancora con Cus Padova.

Alberto MANTOVANI