venerdì 19 dicembre 2014

PETRARCA E SAN DONA’: ULTIMA SPIAGGIA?

Domani potrebbe essere la sfida del “dentro o fuori”
Il Petrarca è favorito dalle statistiche.

Il 7° turno del campionato d’Eccellenza propone la sfida tra il Petrarca Rugby e la Lafert San Donà. Il primo dei due derby veneti di sabato (l’altro sarà tra Marchiol Mogliano e Femi CZ Rovigo) potrebbe costituire una sorta di “ultima spiaggia” per la squadra che uscirà sconfitta.
Petrarca e San Donà, infatti, oltre all’amarezza per un campionato sin qui al di sotto delle più rosee aspettative, dividono anche l’ultima piazza virtuale (ottavo posto, 12 punti, -7 dalla quarta) di una classifica che riguarda solo 8 delle 10 partecipanti.
Non me ne vogliano, infatti, gli amici de L’Aquila e Prato. Sta di fatto che i due club (ultimi in classifica a zero punti) stanno disputando un campionato a parte, basato esclusivamente sui due scontri diretti stagionali (il primo proprio nel posticipo di domenica prossima).
Dicevo di Petrarca e San Donà.
Entrambe sono state protagoniste di una campagna acquisti che le ha sostanzialmente rinnovate. I veneziani, oltretutto, hanno cambiato anche l’assetto dirigenziale, mantenendo però il medesimo staff tecnico, come del resto ha fatto il Petrarca.
Tanti gli elementi nuovi in entrambe le squadre (almeno 16-17 per parte) che hanno costretto i tecnici ad un riadattamento del gioco in funzione dei nuovi arrivi.
Al Petrarca i nuovi innesti dovevano garantire più qualità per i palloni destinati alla giovane e veloce linea dei trequarti: un potenziale sfruttare maggiormente.
A San Donà, gli addii di alcuni giocatori in prima linea, hanno abbassato la qualità di un reparto “fiore all’occhiello” che dava filo da torcere a tutti.
I risultati, per entrambe le squadre, sono fin’ora piuttosto deludenti.
L’unica meta marcata da un trequarti nel Petrarca in 8 incontri di campionato è quella contro Viadana di Mattia Bellini, alla seconda giornata.

Mattia Bellini, in una gara contro San Donà al Pacifici: l'unico trequarti  del Petrarca
ad aver marcato una meta in questa stagione
(ph Massimo Sardena) 
La “proverbiale potenza” della prima linea sandonatese, quest’anno è solo un lontano ricordo e i veneziani hanno la peggior difesa ed il peggior attacco del campionato (L’Aquila e Prato a parte), con un bilancio negativo di 14 punti (il Petrarca è a +17).
Le statistiche degli scontri diretti delle ultime due stagioni, favoriscono il Petrarca con 4 vittorie su 4 incontri di campionato, mentre la classifica finale è stata la medesima per entrambe: il Petrarca ha concluso le stagioni al 5° posto, come il San Donà che si è classificato sempre al 9° posto.
Più recentemente, nella prima partita del Trofeo d’Eccellenza 2014-15, il Petrarca ha nettamente battuto San Donà al “Pacifici” 41-24.
Per entrambe, sabato, c’è in palio (forse) l’ultimo biglietto utile per tentare una rincorsa alla quarta posizione.
E’ triste dirlo a questo punto della stagione, soprattutto perché le premesse non lo lasciavano intendere ma domani il “dentro o fuori” è ragionevolmente più che una probabilità.  


Enrico DANIELE