lunedì 23 febbraio 2015

SERIE A: PRO RECCO, LYONS, COLORNO E CUS VERONA IPOTECANO I PLAY OFF

Poule Promozione: Rugby Reggio perde strada sconfitta in casa dalla Pro Recco; ruggiscono i Lyons in trasferta contro l’Accademia FIR; Colorno ok; il Valsugana c’è; F&M Cus Verona chiude la porta a Udine.
Poule Salvezza: Valpolicella perde ma è prima. Bene Cus Verona. Cus Perugia, Piacenza, e Rubano rischiano grosso. Badia, con un piede in serie B.

La Pro Recco espugna il terreno della Canalina, contro Rugby Reggio
e si consolida in testa alla classifica generale
(ph dal sito della Rugby Reggio)
La quarta giornata della Serie A, nelle Poule Promozione consolida le certezze di Pro Recco, Lyons Piacenza, HBS Colorno e F&M Cus Verona, tutte vincenti e saldamente in zona play off.
Poche certezze, invece, nelle Poule Salvezza, dove dopo 4 giornate rischiano tantissimo il Cus Perugia e il Rugby Piacenza, sconfitte – pur di misura – nei rispettivi incontri casalinghi, con il Roccia Rubano, che ritorna dalla trasferta milanese con un pesante passivo. All’Amatori Rugby Badia, sconfitta a Vicenza, servirà un autentico miracolo, da qui alla fine, per poter aspirare alla permanenza nella categoria.


POULE PROMOZIONE Girone 1
Alla “Canalina” contro la Rugby Reggio, la Pro Recco gioca una gara impeccabile, vincendo 24-12 con il punto di bonus a scapito di una delle concorrenti dirette ai play off. L’importantissimo successo conferma gli Squali in testa alla classifica generale, inseguiti dai Lyons Piacenza.
Contro l’Accademia i piacentini avevano chiuso in vantaggio la prima frazione di gioco, salvo poi subire la rimonta dei giovani federali, tuttavia mantenendo il vantaggio sino alla fine della gara, chiusa sul punteggio di 21-29.
Vittoria di misura e all’ultimo minuto per il Gran Sasso, in casa del Prato Sesto (31-32), capace di crederci sino alla fine. Entrambe le squadre muovono la classifica (i pratesi prendono il doppio bonus - mete e difensivo), con gli abruzzesi che si staccano dall’ultima posizione in classifica.

POULE PROMOZIONE Girone 2
Vittoria fondamentale per l’HBS Colorno contro i Ruggers Tarvisium 20-10, arrivati in casa dei parmensi con il chiaro intento di vendere cara la pelle. Più abituati dei trevigiani a giocare sul terreno sintetico, i padroni di casa conquistano un successo che li tiene in testa alla classifica generale con 18 punti. Li incalzano i veronesi del F&M Cus Verona, che in casa si sono sbarazzati piuttosto nettamente di Udine, 29-10. In questa stagione, i friulani sembrano incapaci di ritrovare la continuità necessaria per poter mantenere la solidità di un gruppo che, sulla carta, potrebbe dare del filo da torcere a tutti, ma che li vede ultimi in graduatoria in coppia con la Junior Brescia, sconfitta ad Altichiero dal Valsugana. Su un terreno molto pesante per le abbondanti piogge, il XV di Battistin vince 16-7 scavalcando il Tarvisium (prossimo avversario dei padovani) e assestandosi al terzo posto nella generale.

Il Valsugana vince nel fango di Altichiero la gara contro la Junior Brescia.
La squadra di Battistin è ora al terzo posto in classifica.
(ph Ufficio Stampa Valsugana)
POULE SALVEZZA Girone 1
Vittoria della UR Capitolina nel primo degli scontri diretti contro il Cus Genova, 22-17, e testa della classifica in solitaria a 14 punti.
Vittoria in trasferta del CUS Torino a Perugia, 18-10, che relega all’ultimo posto in classifica la squadra di Luca Martin, in condivisione con i Rugby Piacenza, a sua volta battuto in casa di stretta misura dal Firenze, 9-6.
Per Perugia e Piacenza, saranno determinanti le prossime gare, nel tentativo di agguantare Firenze in zona salvezza e lontana solo 3 punti.

La sconfitta della Barton Cus Perugia contro il Cus Torino
fa ripiombare in zona retrocessione la squadra di Luca Matin.
(ph Ufficio Stampa Cus Perugia)
POULE SALVEZZA Girone 2
Perde la sfida al vertice della classifica il Santamargherita Valpolicella, contro il Patarò Lumezzane, 11-5. I bresciani non sono più una sorpresa, e la vittoria di ieri conferma che il rafforzamento del team valgobbino sta dando i risultati sperati. Le due squadre ora sono prima e seconda in posizione relativamente tranquilla, inseguito dai Rangers Vicenza. La squadra di Fabio Coppo vince piuttosto facilmente contro Badia, cancellando definitivamente i sogni salvezza dei rodigini. Infatti, a meno di miracoli, difficilmente la squadra affidata provvisoriamente a Joe Mc Donnell, avrà la forza di recuperare il gap di 8 punti che significherebbe la certezza matematica della Serie A. Certezza che, da ieri, è momentaneamente nelle corde della AS Rugby Milano. Al “Crespi” i meneghini hanno strapazzato un Roccia Rubano inerme, sconfitto 32-0, incapace di muovere il tabellino finale. Peccato per il XV di Andrea Zulian, che ha perso il primo scontro diretto coi milanesi e si ritrova nuovamente invischiato nella zona retrocessione. L’obiettivo, per i cinghiali, sarà rifarsi al ritorno coi milanesi, e tentare la risalita già alla prossima di campionato, nella sfida “impossibile” contro la capolista Valpolicella.



Enrico DANIELE