domenica 20 settembre 2015

IL SUPER CHALLENGER AL PETRARCA

Vinto il triangolare Targa Canterbury per differenza punti
Tre match equilibrati tra Petrarca, Marchiol Mogliano e Fiamme Oro Roma


Il programma sportivo della prima giornata di Sport Training Convention, organizzato da Easy Sport Marketing di Gianfranco Beda al Centro Sportivo “Memo Geremia” della Guizza, ha avuto come “momento clou” il triangolare di rugby tra il Petrarca, il Marchiol Mogliano e le Fiamme Oro Roma.
In precendenza, alla presenza del Sindaco Bitonci, dell’Assessore allo Sport Cinzia Rampazzo e di molte altre autorità, si era tenuta l’inaugurazione del nuovo campo sintetico.
Piena la tribuna del Campo 1 che ha visto confrontarsi i tre club d’Eccellenza in partite di 40 minuti a tempo unico, con “water break” a 20’.
Per prime sono scese in campo Marchiol Mogliano e Fiamme Oro Roma che hanno dato vita ad un incontro piuttosto equilibrato, vinto dalla squadra della Marca 19-14. Subito in inferiorità numerica per un giallo a Ceglie (mischia ripetuta 7 volte – con altrettanti falli delle FFOO) la squadra dei poliziotti subisce una meta tecnica, trasformata da Barraud. Una nota positiva la mischia di Mogliano, in netto miglioramento rispetto a quella vista sette giorni fa a Udine. Al 15’ il raddoppio di Van Vuren in meta sulla fascia sinistra (tr Barraud). Sul 14-0 le Fiamme Oro prendono coraggio e al 22’ si producono in una bella azione alla mano cui segue la meta di Seno, trasformata da Azzolini (14-7) Al 26’ è ancora Mogliano a marcare pesante con Halvorsen (19-7) e, dopo il giallo a Van Vuren, allo scadere del tempo un intercetto nei 22 di Mogliano porta Marazzi in meta (tr Calabrese) per il 19-14 finale.
Seconda gara, con in campo il Petrarca contro il Marchil Mogliano. Formazione riveduta, quella dei trevigiani, che schierano le prime scelte.
Il Petrarca si presenta in campo con: 15 Menniti-Ippolito; 14 Bellini, 13 Favaro, 12 Belluco, 11 Fdalti; 10 Nikora, 9 Su’A; 8 Zago, 7 Nostran, 6 Conforti (cap.); 5 Michieletto, 4 Tveraga; 3 Jacob, 2 Maistri, 1 Milani.
Partenza “ad handicap” per la squadra di Cavinato: subito giallo a Michieletto per un placcaggio pericoloso e dopo un paio di touche per Mogliano, Nicotera marca una meta sostenuto dal pack di Mogliano, trasformata da Barraud (0-7)
Replica immediatamente il Petrarca con un bel grubber di Nikora per Favaro che, sulla fascia destra, raccoglie il pallo già dopo l’out.
Al 15’ fallo a favore del Petrarca e piuttosto discussa la scelta di Nikora di centrare i pali dalla piazzola (3-7).
Al 19’ un piccolo pasticcio di Menniti-Ippolito, che non raccoglie palla su un lungo rinvio degli ospiti, potrebbe creare qualche problema al Petrarca ma non succede nulla. Anzi, il Petrarca è pressochè stabilmente nella metà campo avversaria alla ricerca della marcatura che arriva al 22’. Il direttore di gara, Giuseppe Vivarini, assegna una meta tecnica alla mischia del Petrarca (in evidenza Michieletto e Jacob) che Nikora non ha difficoltà a trasformare per il vantaggio bianconero (10-7).
Bellini in evidenza qualche minuto dopo e al 30’ la meta di Trotta da una “rolling maul” non trasformata da Nikora (15-7). In precedenza Ferraro, Acosta e Trotta avevano rimpiazzato rispettivamente Maistri, Milani e Tveraga (molto positivo il suo esordio dopo un anno di stop per infortunio).
Prima della fine piccolo problema per Zago sostituito da Larsen, ma match che si chiude a favore del Petrarca 15-7.
Buona gara, dai ritmi sostenuti. Superiore nel possesso palla e nel territorio, la squadra di Cavinato ha mostrato notevoli progressi sia in touche che nelle mischie.
La terza ed ultima gara ha visto davanti Petrarca e Fiamme Oro.
Partita giocata a ritmi molto sostenuti con il Petrarca sorpreso dalle Fiamme Oro in meta al 5’ da rolling maul da touche (0-5).
Prende confidenza Nikora e Menniti Ippolito dimostra già di essere in forma, tuttavia sono ancora le Fiamme Oro a dare un dispiacere al pubblico di casa. Al 20’ è Gasparini a centrare il bersaglio pesante e a realizare la trasformazione che porta le Fiamme Oro a +10 (0-10).
Si riporta in attacco il Petrarca e al 26’ marca una meta tecnica, dopo che al 25’ le Fiamme Oro erano restate in 14 per un giallo. Nikora trasforma e Petrarca a -3 (7-10).
Le Fiamme Oro tengo alto il ritmo e guadagnano ancora un piazzato che Gasparini centra al 28’ per il 7-13 che resterà invariato sino a fine gara.
Vince il triangolare e la targa Canterbury il Petrarca, per differenza punti.
Buona prestazione della squadra di Cavinato che ha mostrato progressi rispetto all’esordio vincente di Udine nel torneo del “Giorno degli Angeli”.
Migliorata la mischia (Jacob, Michieletto) e la touche (bel rientro di Tveraga).
Progressi anche nel ritmo gara.
In miglioramento anche Marchiol Mogliano, che ha vinto la sfida in mischia contro le Fiamme Oro. Poliziotti che hanno perso la mediana vinente (Benetti-Canna), ma che hanno dimostrato ottima preparazione e ritmo, specie con la difesa. Ancora da rivedere la mischi, a mio parere ancora un po’ indietro rispetto alle altre due protagoniste del torneo.


Enrico DANIELE