Pagine

sabato 31 ottobre 2015

IL PETRARCA ROMPE IL TABU’: BATTUTE LE FIAMME ORO 10 -26

Non succedeva dalla ss. 2012-13.
La svolta dell’incontro quando è entrato capitan “Chicco” Conforti.
Luca Nostran, ancora 2 mete e “Man Of the Match”.
Le altre gare: Rovigo strapazza L’Aquila. Calvisano batte Viadana. Mogliano si riporta in zona play-off.


Il Petrarca torna vittorioso dalla Caserma Gelsomini.
Finisce così un digiuno che durava da due campionati. L’ultima vittoria, infatti, era stata nella stagione 2012-13 (12-19), con la coppia Moretti (e l’ex) Salvan alla guida dei bianconeri, mentre sulla panchina dei cremisi siedeva l’altro ex, Pasquale Presutti.
Grazie al prezioso contributo di Bettina Manfré, delle Ombre Nere, che ha seguito la squadra nella trasferta, e alla cronaca di Cristiano Morabito, Ufficio stampa delle FFOO, sono in grado di raccontarvi quello che è successo.
Partenza ad handicap per il Petrarca, che resta in 14 già al primo minuto di gara, a causa di un cartellino giallo comminato dal direttore di gara, Vincenzo Schipani, ai danni del mediano di mischia Jeremy Su’a. Seguono 2 calci piazzati falliti da Menniti-Ippolito (12’ e 16’).
Il primo quarto di gara è caratterizzata da una superiorità territoriale dei padroni di casa che non riescono però a concretizzare le occasioni favorevoli. Infatti, anche l’apertura cremisi Thomas Halse fallisce un tentativo di drop e un calcio piazzato (a fine gara, per lui saranno 1/4 al piede).
Nel Petrarca al 20’ si infortuna Jacopo Salvetti, partito titolare, e al suo posto entra Federico Conforti. La partita prende subito una piega diversa, grazie all’apporto del capitano bianconero (uno dei più in forma, con Nostran, in questo inizio stagione). Tuttavia, allo scadere del tempo, dopo che le difese di entrambe le squadre avevano dovuto fare gli straordinari, le Fiamme Oro vanno in meta con il pack. Schipani assegna la “tecnica” e, stavolta, Halse non fallisce la facile trasformazione.
La prima frazione di gara, perciò, termina con i padroni di casa in vantaggio 7-0.
Al rientro le Fiamme Oro cambiano Amenta con Balsemin, Gasparini con Parisotto e Naka con Cenedese, mentre il Petrarca cambia Larsen con Michieletto, spostato in seconda al posto di Conforti che va in terza centro.
Al 45’ occasione per il Petrarca di avvicinarsi nel punteggio, ma Nikora fallisce il tentativo dalla piazzola. L’apertura neozelandese non sbaglia però le altre due occasioni (48’ e 50’) riportando sotto nel punteggio la propria squadra (7-6). Al 53’ è ancora Halse a evidenziare una “giornata no” dalla piazzola.
Ma il ping-pong al piede prosegue tra Azzolini, che centra i pali al 55’, e Nikora che gli risponde al 58’ (10-9), con le Fiamme Oro in 14 per il giallo a Cenedese.
E’ l’inizio della rimonta del Petrarca che al 58’ sorpassa i padroni di casa. Maul vincente che porta in meta Ferraro (seconda stagionale), non trasformata (10-14). Al 69’ è la volta di Luca Nostran che sfrutta una maul da touche per portarsi oltre la linea di meta cremisi (10-19). La terza linea si ripeterà al 76’ con la meta (quarta stagionale) che lo consacrerà “Man Of The Match”. Nikora trasforma la marcatura per il 10-26 finale. Vani, infatti, gli ultimi sforzi della squadra di Cavinato per tentare la quarta marcatura, un castigo forse troppo grande per le Fiamme Oro, piuttosto nervose nel finale di gara. A punirle, però, ci pensa Schipani che, allo scadere, assegna il giallo al capitano delle Fiamme Oro, Valerio Vicerè.
Una partita non bella, stilisticamente, piuttosto nervosa, con i padroni di casa che volevano riscattare la prova piuttosto incolore contro Viadana ma che non sono riusciti a indirizzare il match a proprio favore, lasciando spazio al Petrarca che, specie dopo l’ingresso di Conforti, ha ritrovato la via della meta grazie alla maul avanzante, vera arma letale oggi per il XV bianconero.
Luca Nostran, giocatore di scuola petrarchina,
4 mete in questa stagione e Man Of the Mach
nella gara di oggi
La vittoria con 4 punti, garantisce al Petrarca il 3° posto nella classifica generale (14 punti), comandata sempre dalla Femi CZ Rovigo (19 punti), che al “Battaglini” ha strapazzato L’Aquila (52-7), nonostante il cartellino rosso a Momberg al 13’ del primo tempo.
Continua la rincorsa del Marchiol Mogliano che oggi al “Quaggia” ha fatto un sol boccone della IMA Lazio, battuta 40-5. Con la vittoria odierna, la squadra di Ezio Galon ha riagguantato la zona play off e segue il Petrarca a 10 punti. Senza la penalizzazione iniziale sarebbe in testa alla classifica, pari merito con Rovigo.
Riprendono la marcia i Campioni d’Italia in carica. Al “Peroni Stadium” la squadra di Massimo Brunello vince il “derby” contro Viadana (36-12) e mantiene la seconda posizione (16 punti) dietro tre lunghezze dalla capolista.
Nell’anticipo di venerdì partiva bene la Lafert San Donà (avanti 17-7 alla fine del primo tempo) ma faticava poi a contenere la rimonta dei padroni di casa, i Lyons Piacenza. Alla fine la squadra di Wright la spuntava per soli 3 punti (20-17), rischiando molto.

Il tabellino di Fiamme Oro Petrarca e la classifica generale.
Roma, Caserma “S. Gelsomini” - sabato 31 ottobre 2015
Eccellenza, IV giornata
FIAMME ORO RUGBY v PETRARCA PADOVA 10-26 (7-0)
Marcatorip.t.40’ meta di punizione tr Halse (7-0); s.t. 48’ cp Nikora (7-3), 50’ cp Nikora (7-6), 55’ cp Azzolini (10-6), 58’ cp Nikora (10-9), 63’ m Ferraro (10-14), 69’ m Nostran (10-19), 76’ m Nostran tr Nikora (10-26)
Fiamme Oro Rugby: Sapuppo, Sepe, Seno, Halse, Gasparini (46’ Parisotto), Azzolini, Marinaro, Amenta (41’ Balsemin), Favaro, Zitelli, Duca (70’ Mammana), Cazzola, Ceglie (41’ Di Stefano), Vicerè (cap), Naka (48’ Cenedese)
all. Eugenio
Petrarca Padova: Menniti Ippolito, Bellini, Benettin, Bettin, Fadalti (45’ Favaro), Nikora, Su’a (79’ Soffiato), Larsen (41’ Michieletto), Nostran, Salvetti (20’ Conforti), Trotta, Tveraga, Rossetto (46’ Iacob), Ferraro (65’ Maistri), Acosta (65’ Milani)
all. Cavinato
arb.: Schipani
Cartellini: 1’ giallo a  Su’A (Petrarca Padova), 57’ giallo a  Cenedese (Fiamme Oro Rugby), 80’ giallo a Vicerè (Fiamme Oro Rugby)
Calciatori: Menniti Ippolito (Petrarca Padova) 0/2, Nikora (Petrarca Padova) 3/6, Halse 1/4 (Fiamme Oro Rugby), Azzolini (Fiamme Oro Rugby) 1/2
Note: Spettatori 600 ca, Man of the match premiato dalla campionessa italiana di lancio del Martello Silvia Salis, appartenente al G.S. Fiamme Azzurre
Punti conquistati: Fiamme Oro 0, Petrarca 4
Man of the match: Luca Nostran (Petrarca Padova)
Classifica generale, aggiornata alla 4^ giornata
19 Femi CZ Rovigo, 16 Calvisano Rugby, 14 Petrarca Rugby, 10        Marchiol Mogliano, 9 Viadana Rugby e Lafert San Donà, 8 Fiamme Oro Roma, 6 IMA Lazio, 2 Lyons Piacenza, -4 L’Aquila Rugby Club

Enrico DANIELE