martedì 10 novembre 2015

CLASSIFICHE INDIVIDUALI ECCELLENZA: BARRAUD SI RIPRENDE LA TESTA E SEYMOUR SALUTA E SE NE VA

Liete sorprese da due giocatori italiani classe 1993: Luca Nostran e David Odiete.
Alla ribalta anche Dario Schiabel, centro classe 1997, in forza al San Donà.

Aristide Barraud si riprende la testa della classifica assoluta marcatori.
Dopo la disputa della 5^ giornata di campionato, il mediano d’apertura francese recupera tutto lo svantaggio iniziale (22 punti persi nella prima giornata – sconfitta a tavolino per irregolarità nell’utilizzo di un giocatore squalificato) e ritorna ad occupare la prima posizione nelle classifiche individuali, riconfermandosi “cecchino” tra i più talentuosi del nostro campionato. Nella personale sfida di sabato scorso con un altro “tiratore scelto” dalla piazzola, Stefan Basson, il francese ha la meglio marcando 2 calci piazzati, 1 drop e 2 trasformazioni. Un totale di 13 punti su 23 della sua squadra, contro i 12 (4 calci piazzati) dell’estremo sudafricano della Femi CZ Rovigo. Un contributo notevole per la vittoria di stretta misura di Mogliano su Rovigo.
Per un talento alla ribalta, uno che lascia il nostro campionato.
Si tratta di Ben Seymour del Calvisano. Il mediano d’apertura originario della Nuova Zelanda ha deciso di ritornare a casa. Pare che il mancato passaggio in estate alla Benetton Treviso (con la prospettiva di indossare la maglia Azzurra), abbia determinato l’improvvisa scelta del giocatore, anche se le vere motivazioni potrebbero essere altre.
Subito dietro a Barraud (48 pt) segue Michele Mortali (45) della Lafert San Donà e, in terza piazza, l’apertura neozelandese  (ex Connacht) del Petrarca, Miah Nikora (42 pt).
Tuttavia, l’ultimo turno di campionato ha riservato una piacevole sorpresa per i tifosi del Petrarca e di Mogliano. Salgono prepotentemente alla ribalta due giovani, entrambi classe 1993.
Luca Nostran, due mete contro San Donà che gli sono valse il"man of the match",
qui premiato dal v.presidente de I Petrarchi, Dr. Leonardo Turolla
(ph. Corrado Villarà)
Sono Luca Nostran, terza linea del Petrarca e David Odiete, utility back del Marchiol Mogliano.
Nostran, contro la Lafert San Donà, ha realizzato la sua seconda doppietta di mete che lo confermano al primo posto della speciale classifica dei “metaman” con 6 marcature, oltre ad aver conquistato, per la seconda volta di fila, il titolo di “man of the match”.
Altrettanto bene ha fatto Odiete, realizzando le due mete di Mogliano contro la Femi CZ Rovigo che gli hanno valso la “cravatta FIR” per il “man of the match”.
Di Nostran ho scritto la scorsa settimana. Ecco stavolta un breve profilo di Odiete.
Nasce a Reggio Emilia il 24 febbraio 1993, da padre nigeriano. 86 kg ben distribuiti su 180 cm. Aveva iniziato con l’atletica leggera, dove ha gareggiato da sprinter sino al 2008. Passato al rugby nella sua città natale, si è messo in evidenza immediatamente per le sue doti velocistiche. Dalle Accademie Giovanili alla Nazionale Maggiore il passo è breve. Jaques Brunel lo convoca per il raduno azzurro nel dicembre 2011. Azzurro del Seven, è passato in estate alla corte di Ezio Galon proveniente dalle Zebre, dove aveva disputato 41 gare in tre stagioni e marcato 2 mete.

David Odiete, premiato "man of the match" nella gara contro la Femi CZ Rovigo
(ph. Alfio Guarise)
Un doveroso cenno ad un altro giovanissimo, classe 1997, che segue immediatamente Odiete nella classifica dei metaman. Si tratta di Dario Schiabel, centro della Lafert San Donà, autore di 3 mete in questa stagione.
Con lui anche Zanon (Mogliano), Duca (FFOO), Susio e Minozzi (Calvisano).
Qui sotto le classifiche complete.



Enrico DANIELE