martedì 19 aprile 2016

LE CLASSIFICHE INDIVIDUALI ALLA 16^ GIORNATA

Basson rafforza la posizione di miglior marcatore.
Nostran sempre metaman.
Il giovane pilone di Calvisano, Marco Riccioni (classe 1997), man of the match.

La sedicesima giornata del Campionato d’Eccellenza ha espresso due verdetti: il ritorno ai play off del Petrarca Rugby dopo 5 stagioni (l’ultima volta era successo nella ss 2010-11) e la retrocessione dell’Aquila Rugby Club che ritorna nella Serie A dopo due anni di Eccellenza.
Resta ancora da definire il quarto posto, per ora occupato dal Marchiol Mogliano (46) insidiato dalle Fiamme Oro Roma (39), con ancora 10 punti a disposizione.  
In questo turno si sono realizzati complessivamente 191 punti (-56 rispetto al turno precedente), tra i punteggi più bassi dell’intero campionato. Una media di 38,2 punti/partita. Le mete realizzate sono state 21 (-12 rispetto al turno precedente), 13 le trasformazioni (-10 rispetto al turno precedente), mentre i calci piazzati sono stati 20 (+18 rispetto al turno precedente). La media stagionale è ora di 210,68 punti/partita, in calo rispetto al precedente turno di campionato.
La gara con il punteggio più alto è stata quella tra la Lafert San Donà e Rugby Viadana 1970, dove sono stati marcati 53 punti.

Stefan Basson. L'estremo sudafricano della Femi CZ Rovigo comanda la classifica marcatori
a due gare dal termine della stagione regolare (ph Giampaolo Donzelli)
MARCATORI
Rafforza la prima posizione l’estremo sudafricano della Femi CZ Rovigo, Stefan Basson, dall’alto dei suoi 174 punti (media 11,6 punti/partita). Anche sabato scorso ha realizzato 2 calci piazzati e 2 trasformazioni (10 punti) nella gara vinta di misura contro le Fiamme Oro Roma.
Secondo in classifica, a debita distanza, l’apertura dei cremisi, Maicol Azzolini che sabato ha marcato 7 punti (1 cp e 2 tr) ed ha portato a 115 il suo score personale. Al terzo posto Ian Mc Kinley (Rugby Viadana) con 107 punti insidiato da Michele Mortali (Lafert San Donà) con 106 punti che ha scavalcato Miah Nikora, fermo a 100 punti, ultimo del quartetto che ha raggiunto e superato quota 100.

METAMAN
Nessuna doppia realizzazione in questo turno, dove le mete sono state 21.
Decisive quelle di Subacchi e Forte nella vittoria salvezza dei Lyons contro L’Aquila.
Va a segno anche David Odiete, marcando l’unica meta di Mogliano sconfitta a Calvisano. L’estremo dei leoni si conferma al secondo posto con 10 mete. Davanti a lui Luca Nostran, 12 mete. Terzo posto per Matteo Ferro (Femi CZ Rovigo) con 7 mete.

MAN OF THE MATCH
In questo turno si sono distinti Marco Riccioni (Rugby Calvisano), foto a sx, pilone classe 1997, Enrico Targa (Petrarca Rugby), autore anche di una meta, Roberto Tenga (Femi CZ Rovigo), Giovanni Scalvi (Rugby Viadana 1970), Eddward Trower (Lyons Piacenza)
La classifica generale vede sempre in testa la coppia Luca Nostran e David Odiete (3) seguiti da Mc Kinley (2 - Rugby Viadana), Jimy Tuivaiti, Filippo Buscema e Salvatore Costanzo (2 – Rugby Calvisano), Luca Calandro (2 – IMA Lazio), Edoardo Lubian (2 – Femi CZ Rovigo),  Ed Gower (2 – Petrarca Rugby).
  
Enrico DANIELE