Pagine

sabato 10 dicembre 2016

PATARO’ CALVISANO PERDE L’IMBATTIBILITA’ STAGIONALE

Il club bresciano sconfitto nella trasferta di Mogliano 35-26
Rovigo torna vittorioso, con bonus, dal Belgio: battuto il Dendermonde, 29-7
Heidelberger sconfitta in casa dallo Krasny Yar 21-50
I risultati e la classifica aggiornata


Fatale la trasferta a Mogliano per il Patarò Calvisano che nel terzo turno di Qualifying Competition, perde l’imbattibilità stagionale ad opera del Mogliano Rugby, 35-26 in un incontro giocato sotto la coltre di nebbia molto fitta.
Primo tempo tutto di marca trevigiana con la squadra di Darrell Eigner capace di punire gli ospiti con 3 mete nell’arco di una ventina di minuti (Giabardo, e doppietta di Benvenuti). Di Alberto Chiesa l’unica marcatura dei calvini, a pochi minuti dal termine della prima frazione di gioco, terminata sul 27-5.
Prevedibile, ma non sufficiente per garantire la vittoria, la reazione del secondo tempo della squadra di Massimo Brunello, che diminuiva il divario prima con la meta di Emilio Vezzoli, poi con una di punizione e una di Giacomo De Santis.
Piuttosto diretto nel commento il tecnico del Calvisano: “Abbiamo subìto una lezione dal Mogliano, perché siamo entrati in campo con un approccio sbagliatissimo alla partita, con poca combattività, abbiamo subìto nei punti d’incontro e nei placcaggi e lì si è decisa la partita nei primi venti minuti
Prossimi ospiti del Patarò Calvisano, sabato venturo, gli spagnoli del SilverStorm El Salvador.
Diversi gli umori in casa trevigiana che parlano di una prestazione voluta ma di non facile previsioni. Mogliano ha avuto la meglio con grande personalità ipotecando l’esito dell’incontro già nel primo tempo. Recriminazioni solo per il parziale cedimento nel finale che ha consentito a Calvisano di conquistare a propria volta il punto di bonus offensivo.
Sabato prossimo ospiti di Mogliano il Dendermonde.

Il tabellino (a cura dell’ufficio Stampa Mogliano Rugby)
Mogliano V.to, Stadio "Maurizio Quaggia", Sabato 10 dicembre 2016 - ore 14,30
Qualifying Cup, III Giornata
MOGLIANO RUGBY v PATARO' CALVISANO 35 - 26 (27-5)
Marcatori: pt. 7' cp Giabardo (3-0); 12' m. D'anna tr. Giabardo (10-0); 17' m. Benvenuti tr. Giabardo (17-0); 31' m. Benvenuti tr. Giabardo (24-0); 36' cp. Giabardo (27-0); 40' m. Chiesa (27-5);
st. 49' m. Endrizzi (32-5), 55' m. Vezzoli tr. Chiesa (32-12); 66' cp. Almela (35-12); 79' m. D'Onofrio tr. Novillo (35-19), m. De Santis, tr. Novillo (35-26).
Mogliano Rugby: D'anna, Bonifazi, Benvenuti, Visentin (66' Gallimberti), Marcaggi, Giabardo (56' Almela), Endrizzi (Cap.) (69' Fabi), Manni, Carraretto, Van Vuren, Baldino (69' Orso), Bocchi (69' Maso), Stefani (45' Rapone), Ferraro (51' Nicotera), Trejo (56' Ceccato)
all.: Eigner/Rouyet
Patarò Calvisano: Minozzi (69' De Santis), Azzini, Dal Zilio, Alberghini (49' Novillo), Susio, Chiesa, Raffaele (49' Semenzato), Giammarioli, Vezzoli (64' Archetti), Belardo, D'Onofrio, Zanetti (64' Zdrilich), Costanzo (53' Rimpelli), Luus (49' Giovanchelli), Milani (53' Riccioni)
all.: Brunello
arb.: Dan Jones
Cartellini: 64' giallo Susio (Patarò Calvisano);
Calciatori: Giabardo (Mogliano Rugby) 5/8; Almela 1/1, Chiesa 1/2, Novillo 2/2
Note: Giornata fredda e coperta, campo in buone condizioni, circa 600 spettatori.
Punti conquistati in classifica: Mogliano Rugby 5; Patarò Calvisano 1
Man of the match: Mattia D'anna (Mogliano Rugby)
Vittoria con bonus della FEMI-CZ Rugby Rovigo Delta nella trasferta belga contro il Dendermonde 29-7.
Partita sempre in mano ai Campioni d’Italia che, tuttavia, non riescono a finalizzare le tante occasioni di meta avute nel primo tempo.
Ad ogni modo, la prima marcatura arriva dopo appena due minuti dal fischio d'inizio con Modena, esordiente in prima squadra. Mantelli trasforma per lo 0-7. Al 18' i belgi hanno la possibilità di accorciare dalla piazzola, ma l’apertura non è preciso dalla piazzola. Al 22’ la meta di Cicchinelli (tr Mantelli) e poi le tante occasioni fallite da Rovigo e squadre al riposo sullo 0-14.
Riparte più agguerrito il Dendermonde, ma sono i bersaglieri ad andare in meta due volte, salvo vedersele annullare dal direttore di gara.
La squadra di McDonnell allunga al 15’ col piede di Mantelli, poi la meta del pack rossoblù, che Mantelli trasforma per lo 0-24. La meta del bonus è di Biffi, stavolta non trasformata (0-29). La meta della bandiera viene marcata da Dendermonde negli istanti finali del match chiudendo lo score sul punteggio di 7-29.
Contento coach Joe McDonnell: "Sono contento per la vittoria e per i ragazzi più giovani. Si sono viste molte cose positive e performance individuali buone, abbiamo fatto diversi errori ma anche questi servono per crescere. Dobbiamo lavorare, in vista delle prossime partite, per riuscire a concretizzare maggiormente le occasioni di meta che creiamo: oggi ne abbiamo avute molte ma non siamo riusciti a portarle a termine tutte".
Prossimi avversari della Femi CZ Rovigo i moscoviti dello Krasny Yar, imbattuti  e anche oggi vittoriosi 50-21 in Germania contro l’Heidelberger RK, prossimo avversario del Petrarca.

La classifica comparata tra i due gironi


Un grazie particolare agli uffici stampa di El Salvador, Mogliano Rugby, Calvisano Rugby e Delta Rovigo Rugby.

Enrico DANIELE