lunedì 16 gennaio 2017

CARO ENDRIZZI, POTEVI ALMENO CHIEDERE SCUSA

La sequenza fotografica, tratta dal filmato di The Rugby Channel, condanna inequivocabilmente il mediano di mischia di Mogliano che non chiede nemmeno scusa

(le immagini del post sono tutte tratte dal filmato di The Rugby Channel)

Foto 1 - Nikora abbandona il campo, sorretto dai sanitari della Croce Verde.
Filippo Ferrarini, nr 8 del Mogliano Rugby, gli va incontro e gli stringe la mano.
Petrarca vs Mogliano, sabato 14 gennaio 2016, incontro valido per l’8^ giornata del campionato di Eccellenza.
Siamo intorno al 37’ del primo tempo. Il Petrarca è avanti nel punteggio 10-0 e sta pressando gli avversari, barricati sulla linea di meta.
Nikora è a terra, colpito da un avversario.
Lo vedo immobile, inerme, nonostante il pronto intervento del fisio Lorenzo Sandi e del dr. Carlo Andreoli.
Istintivamente, dalla mia posizione di speaker, prendo il microfono e chiamo la barella. Non lo potevo fare, o meglio, i sanitari della Croce Verde possono entrare in campo solo se espressamente chiamati dal direttore di gara.
Non è questo il punto (lo racconto perché ancora scosso dall’episodio), perciò con la cronaca, ritorno ad un attimo prima.
Si gioca una mischia ordinata a favore del Petrarca, a 5 metri dalla linea di meta avversaria, all’incirca a metà tra il palo di sinistra della porta e la bandierina d’angolo.
Tomò ordina l’introduzione della palla e i due pacchetti restano inchiodati l’uno contro l’altro. Afualo raccoglie l’ovale tallonato da Marchetto e lo getta malamente all’accorrente Nikora costretto a raccoglierla in scivolata.
Dallo schieramento avversario, si stacca Endrizzi; si dirige verso il nr 10 del Petrarca che è già in possesso dell’ovale e, probabilmente, in procinto di ruotare su sé stesso per rendere disponibile la palla all’accorrente Bacchin.

Foto 2: Endrizzi verso Nikora (a terra)
Foto 3: Endrizzi si getta a terra
Foto 4: un attimo prima dell'impatto a terra
Dai “fermo-immagine” tratti dalle riprese di The Rugby Channel, si vede chiaramente che Endrizzi parte dal raggruppamento (foto 2) e, prima di impattare con Nikora (già a terra), si getta a sua volta in scivolata verso l’avversario (foto 3 e 4). Nell’impatto tra i due, che avviene a terra, si vede il braccio destro di Endrizzi piegato a 90° colpire Nikora alla testa (foto 5).

Foto 5: l'impatto e il colpo
Il colpo è
violento (Foto 6 e 7) e si nota che il braccio di Endrizzi rimane rigido nella posizione a 90°, facendo girare la testa e ruotare tutto il corpo a Nikora, ormai stordito ed inerme (Foto 8 e 9) che non si muoverà più (foto 10, 11, 12 e 13).

Foto 6

Foto 7
Foto 8

Foto 9

Foto 10

Foto 11

Foto 12

Foto 13
Lo farà solo circa una trentina di secondi dopo l’intervento dei sanitari (nel video si vede Nikora muovere appena il braccio sinistro).
Inoltre, le riprese televisive evidenziano la durezza dell’impatto e il corpo di Nikora ruotare su se stesso.
Tutto sotto gli occhi del direttore di gara, Emanuele Tomò che, dopo aver accertato le condizioni di Nikora (che lascerà il campo sulle sue gambe, ma visibilmente barcollante e sorretto dai sanitari) espelle Endrizzi con cartellino giallo.
Tornando ancora alle immagini televisive, dopo il fischio di Tomò Endrizzi si tiene ben lontano dalla scena dell’episodio
L’unico che si avvicinerà a Nikora per stringergli la mano, è il nr 8 di Mogliano, Filippo Ferrarini (foto 1). 
Nel contempo Tomò sventola il cartellino giallo ad Endrizzi che, nell’abbandonare il campo, non si preoccupa minimamente di Nikora, lì poco distante da lui.

Caro Endrizzi, che di nome fai Enrico come me, voglio ancora pensare che il fallo su Nikora sia stato “involontario” da parte tua, anche se le immagini dicono esattamente il contrario
Tuttavia, vista la gravità dell’episodio, potevi almeno avvicinarti all’ avversario e chiedergli scusa.
Il nostro, te lo ricordo, è uno sport duro ma per galantuomini: chiedilo a Ferrarini.


Enrico DANIELE