giovedì 16 febbraio 2017

INTERDIZIONE PERPETUA A BRUNO ANDRES DOGLIOLI

Accolto il ricorso della Procura Federale

Bruno Andres Doglioli non è più un giocatore di rugby
E’ costato carissimo il gesto scriteriato, fuori da ogni logica umana, prima che sportiva, del giocatore di origine argentina Bruno Andres Doglioli tesserato con i Rangers Rugby Vicenza.
I fatti sono, purtroppo, noti a tutti…e quando dico tutti vale per “mondo intero”, tanto è stato il giro che ha fatto il video postato su Facebook.
Poco importa anche che la sig.ra Beatrice Benvenuti (foto a lato), direttore della gara del Campionato Nazionale di Serie A Valsugana vs Rangers Rugby Vicenza dell’11 dicembre 2016, non si sia resa conto della volontarietà dell’azione senza prendere provvedimenti sanzionatori né durante la gara e nemmeno a referto abbia segnalato l’autore del gesto scellerato.
Ci pensa la Corte Sportiva d’Appello della F.I.R. (presieduta dall’avv. Achille Reali) ad accogliere il ricorso presentato dalla Procura Federale contro la decisione del Giudice Sportivo (che aveva inflitto al giocatore solo 36 mesi di squalifica) provvedendo alla radiazione perpetua.
La sig.ra Benvenuti e Doglioli possono definirsi entrambi deimiracolati”. Il direttore di gara perché il gesto poteva costarle carissimo e il giocatore perché salvato da un “sicuro linciaggio” qualora, dopo la squalifica, avesse avuto la malaugurata idea di presentarsi su un campo di rugby!  
Si chiude così una, triste, pagina del nostro sport che tutti vogliamo dimenticare in fretta.


Enrico DANIELE