Pagine

lunedì 6 febbraio 2017

SEI NAZIONI 2017: WEEKEND AMARO PER GLI AZZURRI

Tre sconfitte nel primo turno casalingo contro il Galles
Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, in campo per salutare
la Nazionale azzurra e quella del Galles nel primo match del Sei Nazioni 2017.
E' la prima volta per un Presidente della Repubblica ad una gara della Nazionale.
(ph Ufficio Stampa FIR)
Si è concluso ieri il weekend delle Nazionali azzurre impegnate contro le rispettive formazioni gallesi.
Bilancio in perdita per l’Italia, sempre sconfitta nei tre turni casalinghi.


Carlo Orlandi
Il Sei Nazioni 2017 era iniziato con il match dell’Under 20 allenata da Carlo Orlandi (foto a sx) a Legnano, venerdì 3 febbraio, in una serata fredda e piovosa davanti ai 2300 spettatori del “Giovanni Mari”. Il Galles vince 27-5 sull’Italia andata per prima in vantaggio al 13’ con la marcatura di Giordano Baldino (Mogliano Rugby). Tuttavia gli azzurrini cedono presto il passo agli ospiti, in meta al 18’ con Carre, trasformata da Jones che, prima del termine, allunga dalla piazzola per il parziale 10-5. Nella ripresa, il giallo a Rimpelli (Patarò Calvisano) lascia gli azzurri in inferiorità numerica e il Galles ne approfitta con il solito Jones dalla piazzola e raddoppia le mete con Conbeer. Il cartellino giallo a Dombrant, non aiuta gli azzurri a riagguantare gli avversari che nel finale vengono puniti eccessivamente dalla meta di Williams (tr Jones), che fissa il risultato sul 27-5 finale.

Manuela Furlan
E’ toccato poi alla selezione azzurra femminile cedere il passo alle gallesi. A Jesi, sabato 4, davanti a circa 3300 spettatori, l’italdonne esce sconfitta 20-8.
I primi punti del Galles arrivano già all’ 8’ dal piede di Snowsill che al 10’ trasformerà anche la meta di Thomas, per il parziale 0-10 a favore delle rosse.
Alla mezzora i primi punti delle azzurre con la punizione di Sillari (Aylesford Bulls, Inghilterra) e la meta di Furlan (Aylesford Bulls, Inghilterra) con l’Italia che tiene testa alle avversarie, tuttavia in vantaggio nella prima frazione di gioco, 10-8.
La ripresa è ancora tutta favorevole alla squadra di coach Rowland Phillips (ex Aironi/Viadana). Al 6’ la meta di Hywell (Woman Of the Match) e al 29’ quella di Phillips fissa il risultato finale 8-20.

Edoardo "Ugo" Gori
Chiude il primo weekend del Sei Nazioni 2017 la Nazionale Maggiore, sconfitta 33-7 dal Galles. Il match inizia con il saluto in campo alle squadre del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella (prima volta di un capo di stato italiano ad un match di rugby) e con la pioggia battente su un Olimpico con molti spazi vuoti: 40.986 spettatori, il dato ufficiale, ben al disotto della media del Sei Nazioni 2016 (66.800).
Sono gli ospiti a comandare nelle prime battute, ma l’Italia riesce a contrastare bene il gioco veloce degli avversari, portandosi addirittura in vantaggio: azione da mischia ordinata, Parisse che nasconde la palla e la scodella per Steyn, maul avanzante con Gori che posa l’ovale sotto la traversa. Canna trasforma per il 7-0 parziale. Italia rianimata e Olimpico in festa, nonostante il piede di Halfpenny concretizzi la reazione degli ospiti ospite che chiudono il primo tempo in crescita, ma sotto nel punteggio 7-3.
Alla ripresa del gioco, subito fuori Biggar (colpo al costato), ma ospiti che tornano in possesso del match, con gli Azzurri in evidente calo fisico.
Calo cui fanno seguito tanti falli ripetuti (alla fine saranno 14) che consentono ad Halfpenny di mettere tra i pali i tre calci piazzati che valgono il sorpasso al terzo quarto di gara (7-9). Al 61’ gli ospiti concretizzano il maggior possesso con la meta di Jonathan Davies, dopo un placcaggio leggermente in ritardo di Venditti sull’altro Davies (Sam) che genera il buco favorevole per la marcatura. I gallesi sentono l’odore della preda con gli Azzurri in difficoltà nel gioco rotto, favorevole ai dragoni di sua Maestà. La meta di North, poco prima dello scadere completa il bottino del Galles, con Williams cui mancano pochi centimetri per dare ai suoi anche i 5 punti di bonus, sul fischio finale di Doyle.

Primo weekend del Sei Nazioni 2017 con un bilancio negativo per le squadre azzurre che nel prossimo turno affronteranno le squadre irlamdesi, nelle tre gare casalinghe. Inizierà l’Under 20 al “Chersoni” di Prato, venerdì 19/2 ore 19:00. Sarà poi la volta della Nazionale Maggiore all’Olimpico, sabato 11/02 ore 15:00 e chiuderà il weekend l’Italdonne al “Fattori” de L’Aquila, domenica 12/2 ore 14:00.

Enrico DANIELE