giovedì 2 marzo 2017

158° DERBY D’ITALIA: AMARCORD NELL’ATTESA

Tutte le volte che Rovigo e Petrarca hanno vinto fuori casa

Una meta di "Maci" Battaglini in un Petrarca vs Rovigo degli anni '50.
Nella foto, tratta dal libro di Toni Grossi, Federico Fusetti e Albetrto Zuccato
"Petrarca Rugby 1947-2000" l'inutile placcaggio Lando Cosi
(nascosto da Battaglini), con l'accorrente Gastone Nicolao

La lunga storia ovale che lega indissolubilmente Rovigo e Petrarca, racconta anche di clamorose vittorie fuori casa delle due squadre.
Non moltissime, in verità: se ne contano 27 di Rovigo e 21 del Petrarca.

Per primo tocca a Rovigo vincere a Padova. 
Lo farà per due volte consecutive nella stagione 1946-47 (Derby nr. 1, Rugby Padova 6-19 Laur Rovigo) e nella stagione 1948-49 (Derby nr. 2 Petrarca 3-9 Rovigo).
Il Petrarca vincerà in terra polesana per la prima volta nel 1952-53.
Era il 21 dicembre del 1952 e il Petrarca si impose nel 10° Derby per 8-3 con la seguente formazione: Comin; Ponchia, Scattolin, Polato, Graziati; Gabriotti, Brusin; Luise I°, Nicolao, Danieli; Silini, Picotti; Menato, Cosi, Palminteri.
Le marcature: calcio piazzato di Rovigo (3-0), calcio piazzato di Comin e meta del Petrarca (autore non noto).

L’ultima vittoria in trasferta dei bersaglieri è recentissima: si tratta del 157° Derby d’Italia, quello giocato al Plebiscito il 29 ottobre 2016, vinto dalla Femi Cz Rovigo, Campione d'Itaia in carica, 17-12 con le seguenti marcature: pt 26’ cp Nikora (3–0); 37’ cp Basson (3-3); st 5’ drop Nikora (6–3); 8’ m Ruffolo tr Basson (6–10); 23’ m Arrigo tr Basson (6–17); 27’ cp Ragusi (9–17); 40 cp Ragusi (12–17).

Per trovare l’ultima vittoria del Petrarca al Battaglini bisogna tornare più indietro, sino alla stagione 2011-12 dove i bianconeri, Campioni d'Italia in carica e allenati per l’ultima stagione da Pasquale Presutti, bissano il successo della finale scudetto dell’anno prima, battendo la Femi CZ Vea Rovigo nel 147° Derby per 21-5.
Era il posticipo della 9^ giornata, il 29 gennaio 2012, una domenica fredda con un gelido vento di bora e la gara che era cominciata con il minuto di silenzio per la scomparsa del Presidente Emerito della Repubblica Oscar Luigi Scalfaro.

Una sconfitta che metteva momentaneamente fuori dalla zona play-off i rossoblù, a vantaggio del Marchiol Mogliano. 
Tuttavia, a fine della regular season, a rimanere fuori dai play off fu proprio il Petrarca che, la stagione successiva, ripartirà con un nuovo ciclo, quello del “progetto giovani” con alla guida la coppia Moretti/Salvan che presero il posto di Presutti, nel frattempo passato alle Fiamme Oro.

Il Boccaccio Rugby News raccontava così quell’incontro:

ECCELLENZA: NEL POSTICIPO IL PETRARCA ANCORA VINCENTE AL BATTAGLINI.
Rovigo, succube ancora una volta dei bianconeri di Presutti, scivola fuori dalla zona play off.

E’ il Petrarca ad aggiudicarsi il 147° Derby d’Italia.
Si ripete, otto mesi ed un giorno dopo la strepitosa finale dello scorso campionato, la vittoria in casa dei Bersaglieri. Rovigo Petrarca finisce 5-21 e i rossoblù scivolano fuori dalla zona play off, lasciando il posto al Mogliano.

La partita inizia con un minuto di silenzio per ricordare il Presidente Emerito della Repubblica Oscar Luigi Scalfaro, scomparso in nottata.
Sul Battaglini, come al solito colmo di tifosi rossoblù, ma con una nutrita presenza di tifosi petrarchini, sferza un tagliente vento di bora, favorevole al Rovigo che nel primo tempo attacca da sinistra verso destra rispetto la tribuna centrale.

E il vento giocherà brutti scherzi ai calciatori che avranno non poche difficoltà a piazzare entro i pali. Subito è Duca al 7’ a battere male e frettolosamente la prima punizione concessa dall’ottimo arbitro francese Cardona. Anche Basson ne sbaglierà altri due. Dall’altra sponda Hickey troverà qualche difficoltà (ne fallirà 3 su 6, compresa la trasformazione della seconda meta).

Il Rovigo attacca per almeno 30 minuti in maniera incessante, facendo lavorare a dovere Van Niekerk, Bacchetti e Mountauriol, ma il Petrarca che passa la metà campo avversaria solo un paio di volte, difende con attenzione. Ansell (man of the match) e Cavalieri si distinguono per la loro incisività nei punti d’incontro. La prima linea del Petrarca prende bene le misure e dopo qualche problema iniziale, Alonso, Gega e Leso sanno farsi rispettare. 

Al 20’ l’episodio che porta il Petrarca avanti: Bortolussi intercetta un pallone sul lato destro sotto la tribuna est rossoblù sulla linea dei propri 22 e con una delle sue solite galoppate taglia di traverso il campo controllando il tardivo recupero della difesa rodigina. Palla schiacciata in mezzo ai pali per il “furetto bianconero” e facile trasformazione di Hickey: 0-7.

Al 32’ si ripete l’irlandese mettendo tra i pali la palla dello 0-10.
Rovigo non demorde ma consuma molta benzina per gli attacchi furiosi di Van Niekerk, puntualmente contrastato dall’ottima difesa bianconera. Il primo tempo sta per concludersi sempre con Rovigo avanti: l’arbitro manda in panca puniti Bortolussi e proroga il tempo per 3 minuti.  Al 43’ viene premiato il lavoro di Van Niekerk che elude facilmente Hickey e schiaccia in meta. Si va al riposo con il punteggio di 5-10 per il Petrarca.

Nel secondo tempo il copione si ripete con il Rovigo a pressare il Petrarca nella propria metà campo. Ma la benzina dei rossoblù sta per finire. Al 50’ Hickey va ancora a punti per il parziale di 5-13. Inizia la girandola delle sostituzioni che favoriscono il Petrarca. 

Tra i nuovi entrati Presutti manda in campo anche il neo acquisto Ziegler che lo ringrazia subito. Da una touche del Petrarca Sutto passa a Travagli che smista veloce a Walsh. Ziegler arriva da dietro e riceve l’ovale dall’apertura bianconera, tagliando il campo. Davanti a lui si apre un’autostrada che lo porta dritto dritto oltre la linea di meta. Il Battaglini ammutolito è tenuto in vita dalle grida dei tifosi petrarchini che devono ringraziare mamma Rai per averli inquadrati numerose volte! Parziale di 5-18 che si fa preoccupante per Rovigo, costretto ora a fare due mete per portare a casa il risultato. 

E’ ancora il Petrarca però ad avanzare al 60’: calcio piazzato di Hickey che porta a 21 i punti del Petrarca. Finale incandescente con gli uomini di Polla Roux all’arrembaggio. Adesso però la benzina dei rossoblù è finita davvero così come l’incontro che permette al Petrarca di raggiungere al terzo posto il Mogliano e tornare a Padova con il morale alto in vista del terzo esame (dopo Crociati e Rovigo) domenica prossima a Calvisano.

Il tabellino del match.
Rovigo, Stadio "Mario Battaglini" - domenica 29 gennaio
Eccellenza, IX giornata
FemiCZ Vea Rovigo v Petrarca Padova 5-21
Marcatori: 1° tempo 20' mt Bortolussi tr Hickey (PD) (0 - 7), 38' c.p. Hickey (PD) (0 – 10), 42' mt Van Niekerk (RO) (5 - 10) 2° tempo 49' c.p. Hickey (PD) (5 – 13), 20' mt Ziegler (PD) (5 – 18), 60' c.p. Hickey (PD) (5 – 21).
Femi-CZ VEA Rugby Rovigo Delta: S. Basson; R. Pavan, J. Van Niekerk, R. Pedrazzi (55' G. Bustos), A. Bacchetti; D. Duca, M. Zanirato (62' M. Wilson); J.F. Montauriol, F. Cristiano (80' M. Barion), E. Lubian; D. Tumiati (49' M. Maran), T. Reato; O. Lombardi (41' M. Ravalle) (73' O. Lombardi), L. Mahoney (cap.) (67' D. Giazzon), N. Quaglio (67' G. Boccalon).
Non entrato: L. Lubian.
All. Paul Roux
Petrarca Padova: E. Hickey (76' J. Sanchez); S. Bortolussi, M. Neethling (45' G. Ziegler), R. Bertetti, L. Innocenti; T. Walsh, P. Travagli (78' Alb. Chillon); Z. Ansell (67' E. Targa), S. Palmer (73' F. Giusti), N. Bezzati (cap.); M. Sutto, A. Cavalieri; P. Leso (62' C. Caporello), O. Gega (55' N. Gatto), M. Alonso.
Non entrato: F. Damiano.
All. Pasquale Presutti

Arb. Cardona (Francia)
G.d.l. Blessano (Treviso), Lento (Udine)
Quarto Uomo: Mariotti (Ferrara)
Cartellini: 40' giallo Bortolussi (PD), 52' giallo Basson (RO).
(Calciatori: Duca (Femi-CZ VEA Rovigo Delta) c.p. 0/2, t. 0/1; Basson (Femi-CZ VEA Rovigo Delta) c.p. 0/2; Hickey (Petrarca) c.p. 2/4, t. 1/2.
Man of the match: Zane Drennan ANSELL (Petrarca Padova)
Note: giornata serena, temperatura 5° accompagnata da un vento gelido, terreno in perfette condizioni, spettatori 2.200circa.
Punti conquistati in classifica: Femi-CZ VEA Rovigo Delta 0; Petrarca Padova 4


Enrico DANIELE