domenica 12 marzo 2017

CALVISANO E PETRARCA, POI UN SOLCO

Patarò Calvisano annienta Rovigo 35-14
Petrarca disintegra Piacenza 33-0
Lafert San Donà, Fiamme raggiunte e superate 17-16
Lazio alza la testa, Mogliano è di nuovo stop 27-12
Conad Reggio, il Mirabello porta bene, sconfitto Viadana 15-13

Andrea Menniti-Ippolito, qui in una foto di repertorio. Onnipresente oggi nella gara vinta contro Piacenza,
l'estremo del Petrarca ha suggellato l'ennesima prestazione di qualità in questa stagione
(ph Corrado Villarà)
Il Patarò Calvisano recupera immediatamente lo scivolone di sabato scorso, anche perché oggi lo stimolo era forte ed aveva i colori rossoblù della Femi CZ Rovigo, annientata con quattro mete (2 Bruno, 1 De Santis e Giammarioli) e sei calci di Minozzi (3 cp, 3 tr).

Risultato mai in discussione per il XV di Brunello, con un primo tempo tutto di marca calvina finito 18-0. Rovigo alza la testa solo nel terzo quarto di gara, complice un giallo a Semenzato. Ma le mete dell’esordiente Torres e Cicchinelli, entrambe trasformate da Basson, non cambiano il trend dell’incontro. 

Raggiunta la parità numerica Calvisano mette la parola fine al match con le mete di Bruno e Giammarioli, confermando il teorema che Mogliano aveva provato a smontare nell’ultimo turno. 35-14 il risultato finale e Patarò saldamente al comando della classifica generale con 59 punti.


Bottino pieno anche per il Petrarca.
Alla Guizza, insolitamente senza il consueto “sold out” sugli spalti del Memo Geremia, il XV di Cavinato ha la meglio sulla Sitav Lyons Piacenza battuta 33-0.

L’enorme dispendio di energie, specie nei primi 30’ di gara, rischia di mandare fuori giri i bianconeri che sbagliano moltissimo e sprecano tutto ciò che è possibile, buttando alle ortiche tante occasioni di far punti. Gli ospiti non sembrano essere per nulla intimoriti dall’enorme differenza che li separa dal Petrarca, e imbragano tutte le azioni offensive di Targa & C., azzardando anche qualche azione di rimessa.

I primi punti della gara arrivano al 30’: gli ospiti sono in 14 per un giallo a Salerno in una mischia precedente. Dalla touche un paio di percussioni del Petrarca, poi Nikora vede uno spiraglio e con un grubber chiama Rigo sulla bandierina di destra per la prima meta della giornata. Menniti-Ippolito piazza dall’out e Petrarca avanti 7-0.

Al 34’ uno svarione di Bacchin, che intendeva servire Belluco, permette l’intercetto a Montanari che trova la strada spianata sino ai 22 del Petrarca, costringendo Menniti-Ippolito ad un recupero che eviterà la meta di Nathan, corso in sostegno al compagno.

Allo scadere la seconda marcatura del Petrarca, dopo un’infinita manovra troppo lenta che permette sempre il rapido ripiazzarsi alla difesa dei Lyons. La marca Luca Nostran che riceve l’ovale teso da Menniti-Ippolito rompendo il placcaggio sulla linea di Via. E’ precisa, ma corta la trasformazione di Menniti-Ippolito e squadre in spogliatoio sul 12-0.

Si riparte col Petrarca in avanti: Bacchin stavolta trova la penetrazione dentro i 22 dei Lyons ma sul raggruppamento Tveraga costringe Afualo al fallo a terra. L’azione riparte dalla touche di Piacenza sul lato sinistro, con palla recuperata dal Petrarca. Cambio di fronte con Rigo che resiste al placcaggio in bandierina, ovale fuori per il timing di Makelara in meta al 42’. Nikora piazza la trasformazione del 19-0.

La meta del bonus arriva al 49’. E’ ancora Luca Nostran (Man Of The Match) a marcarla servito dall’onnipresente Menniti-Ippolito, dopo le percussioni di Afualo e una ripartenza Bacchin.  Precisa la trasformazione di Nikora per il 26-0.

Inizia la girandola delle sostituzioni con Piacenza che non molla, mettendo qualche apprensione ai padroni di casa con l’ottimo Bance che buca la difesa e si porta molto vicino alla linea di meta. Buono il forcing dei Lyons che chiudono il Petrarca nei propri 22 e li costringono al fallo. Il giallo a Rigo lascia il Petrarca in 14 ma Piacenza non sfrutta la superiorità numerica e territoriale.

E’ ancora il Petrarca a muovere il tabellino. L’azione parte da una touche sulla linea dei 10 metri petrarchini con palla a Menniti-Ippolito che smista veloce per Coppo, subentrato da poco a Nikora. E’ lesta la giovane apertura del Petrarca ad imbeccare Fadalti, che aveva sostituito Pavan. Il nazionale Seven si produce con una rasoiata di 60 metri senza che nessuno possa fermarlo. E’ l’ultima meta della giornata con Menniti-Ippolito che trasforma e chiude lo score sul 33-0.

Gara vinta dal Petrarca non senza qualche difficoltà e con molto dispendio di energie, con Piacenza che ha saputo arginare e ribaltare a proprio favore molti attacchi, specie nel primo tempo.
I cinque punti in classifica confermano i bianconeri seconda forza del campionato.

Ombra Nera del match ad Andrea Trotta che non ha ritirato il premio in quanto ricoverato in ospedale per controllare una botta all’arcata dentale superiore.

Il tabellino del match.
Padova, Stadio “M.Geremia” – Domenica 12  marzo 2017
Eccellenza, XII giornata
Petrarca Rugby v Sitav Rugby Lyons 33 - 0 (12-0)
Marcatori: p.t. ; 30’ m. Rigo, t. Menniti (7-0); 39’ m. Nostran (12-0); st 42’ m. Makelara, t. Nikora (19-0); 49’ m. Nostran, t. Nikora (26-0); 70’ m. Fadalti, t. Menniti (33-0)
Petrarca Rugby: Menniti Ippolito; Rigo, Belluco, Bacchin (72’ Favaro), Pavan (64’ Fadalti); Nikora (72’ Coppo) ; Francescato ;Afualo (50’ Conforti), Targa (cap), Nostran; Trotta (76’ Rossetto), Bernini (53’ Morona); Rossetto (50’ Irving), Makelara (58’ Marchetto), Acosta (59’ Zago).
All. Cavinato
Sitav Rugby Lyons :Throwers (cap) (60’ Forte), Montanari, Nathan Troy Hamora, Conti, Bruno, Mortali, Via (65’ Colpani), Carbone (66’ Forte), Cisse (67’ Lekic), Bance, Riedo, Tveraga, Salerno (70’ Barbuscia), Daniele, Lombardi.
All  Bertoncini
Arb. Vedovelli (Sondrio)
AA1 Sgardiolo (Rovigo), AA2 Cusano (Vicenza)
Quarto Uomo: Lazzarini (Rovigo)
Cartellini: 29’ giallo a Salerno (Sitav Rugby Lyons), 65’ giallo a Rigo (Petrarca Rugby)
Calciatori: Menniti (Petrarca Rugby) 2/3, Nikora (Petrarca Rugby) 2/2
Note: giornata soleggiata e ventosa, campo in perfette condizioni, spettatori 500.
Punti conquistati in classifica: Petrarca Rugby 5 ; Sitav Rugby Lyons 0
Man of the Match: Nostran (Petrarca Rugby)


Al “Pacifici” le Fiamme Oro perdono la grande occasione di portarsi in zona play off per la contemporanea sconfitta di Viadana e Mogliano.
I cremisi di Casellato sciupano tutto il vantaggio del primo tempo, terminato in vantaggio 13-0 (meta di Caffini con trasformazione di Azzolini, autore del drop iniziale e del successivo calcio di punizione).

Nel secondo tempo il vistoso calo di concentrazione che ha caratterizzato molti match delle Fiamme Oro in questa stagione, consente al XV di Zane Ansell di rimontare e superare i poliziotti quel che basta per vincere la gara. Alla meta di D’Amico, replica Ceccato (entrambe trasformate da Ambrosini che piazza anche due punizioni). Alle Fiamme Oro solo i tre punti di un piazzato di Azzolini.

Finisce 17-16 con l’amaro in bocca per le Fiamme Oro che portano a Roma un solo punto di bonus e domenica prossima attendono il Petrarca. La vittoria porta invece la Lafert al quinto posto ma a pari punti di Viadana (30), quarto solo per la miglior differenza.

All’Acqua Acetosa la Lazio rialza la testa e battendo il Mogliano 27-12 si riprende la penultima posizione in classifica (20 pt), a 5 lunghezze dai Lyons.
Match mai in discussione con il primo tempo terminato 10-0 per i padroni di casa (cp Miller, meta di Lo Sasso, tr Miller). 

La ripresa si apre ancora con una meta laziale di Alvarado con la replica di Ferraro che al 51’ muove per la prima volta il tabellino di Mogliano (15-5).  Ancora meta di Romagnoli per gli aquilotti e replica di Carraretto per gli ospiti con trasformazione di Almela (20-12). Chiude lo score Toniolatti, in meta al 67’ (tr Calandro).
Mogliano sottotono, fermo al 7° posto in classifica a 26 punti.

La Conad Reggio vice il derby del Po giocato al “Mirabello” contro il Viadana Rugby, sconfitto 15-13. Partita di sorpassi e controsorpassi, con l’unica meta di giornata al 28’ ad opera di Brex con Ormson che trasforma.
In precedenza Gennari aveva bissato dalla piazzola (6-7) e replicato con un drop prima dello scadere. 

Prima frazione chiusa con i padroni di casa in vantaggio 9-7 ma ospiti che a inizio ripresa sono ancora avanti con il piede di Ormson (9-10). Il batti e ribatti continua dalle piazzole: 50’ Gennari (12-10), 64’ Ormson (12-13) e chiusura di Gennari al 74’ per il finale di 15-13.
Vittoria che garantisce a Reggio l’8° posto in solitaria (22 pt a +7 dall’ultima) e a Viadana il 4° posto (30 pt) grazie al punto di bonus difensivo.

La classifica aggiornata.




Enrico DANIELE