venerdì 14 aprile 2017

PERICOLO MOGLIANO PER IL SECONDO POSTO

Una trasferta molto insidiosa: non si vince dal 2010
Squalifica pesante a Engjel Makelara: sei settimane per “stamping”

Il Petrarca non vince al "Quaggia" dal 2010. Un trasferta molto insidiosa
(ph Alfio Guarise)
Quella di domani al “Maurizio Quaggia” è una delle trasferte più insidiose per il Petrarca delle ultime stagioni.

E non ci si lasci ingannare dal netto successo nella gara dell’andata al “Memo Geremia”, finita con i trevigiani al palo e il Petrarca con 38 punti.

Le statistiche delle ultime stagioni, infatti, sono tutte favorevoli al XV allenato da Eigner e Rouyet (v. tabella sotto).
Nelle ultime 5 stagioni una sola vittoria casalinga del Petrarca nella ss 2014-15 (26-21 alla quarta di campionato), poi solo sconfitte.
Per trovare una vittoria al “Quaggia” bisogna tornare indietro parecchio, fino alla stagione 2010-11, quella del 12° scudetto del Petrarca: doppia vittoria del XV allora allenato da Presutti.


Considerata la prova scadente di sabato scorso, non c’è da stare allegri.
Per giunta, domani il Petrarca dovrà fare a meno anche di Menniti-Ippolito e Nikora, pertanto sarà il solo (ex) Niccolò Fadalti ad assumersi la responsabilità primaria dei calci dalla piazzola. In panchina anche Andrea Marcato.

Il tecnico del Petrarca mette in guardia i suoi: “Mogliano è la squadra che nel girone di ritorno è cresciuta più delle altre”, ammonisce Andrea Cavinato.
Punta il dito sulla troppa confidenza nella gara di San Donà, definendola come la “montagna più alta da scalare”. Pragmatismo e solidità mentale, senza approssimazione, la ricetta suggerita dal tecnico.
In palio non c’è solo l’onore, ma il secondo posto insidiato dalla Femi CZ Rovigo.

La (probabile) formazione annunciata da Andrea Cavinato: 15 Ragusi; 14 Fadalti, 13 Favaro, 12 Belluco, 11 Rossi; 10 Benettin, 9 Su’a; 8 Michieletto, 7 Conforti (cap.), 6 Nostran; 5 Salvetti, 4 Saccardo; 3 Irving, 2 Ferraro, 1 Zago. A disp.: 16 Acosta/Borean, 17 Delfino, 18 Rossetto, 19 Bernini, 20 Targa, 21 Francescato, 22 Marcato, 23 Capraro.
L’avversario del Petrarca, il Mogliano Rugby, è costretto a vincere per sperare ancora in una qualificazione ai playoff, che dipende anche dagli eventuali passi falsi degli avversari.

I tecnici Eigner e Rouyet annunciano una probabile formazione così composta: 15 D’Anna; 14 Zanon, 13 Renata, 12 Visentin, 11 Masato; 10 Almela, 9 Endrizzi (Cap.); 8 Manni, 7 Van Vuren, 6 Riccioli; 5 Baldino, 4 Orso; 3 Trejo, 2 Nicotera, 1 Vento. A disposizione: 16 Buonfiglio, 17 Rapone, 18 Ceccato, 19 Maso, 20 Carraretto, 21 Gubana, 22 Giabardo, 23 Benvenuti.

Il kick off è previsto per le ore 16:00. Arbitro dell’incontro il signor Boaretto (Rovigo), coadiuvato dai giudici di linea Boraso (Rovigo) e Franzoi (Venezia). Quarto uomo, Bellinato (Treviso).
Diretta streaming su therugbychannel.it

Il giudice sportivo ha inflitto sei settimane di squalifica ad Engjel Makelara per “stamping in testa”. Il tallonatore del Petrarca dovrà stare fermo sino al 21 maggio 2017.


Enrico DANIELE