Per la stagione sportiva 2017-18 il Boccaccio Rugby News cerca collaboratori per ampliare l’offerta informativa con riferimento alle squadre del Petrarca Rugby – articolisti per Under 18 e Under 16, fotografi per Eccellenza, Serie A, Under 18 e Under 16 – inviare mail a boccacciorugbynews@gmail.com
PETRARCA ’70 di Giorgio Sbrocco, Alberto Zuccato e Elena Barbini - E’ disponibile il libro sulla storia del Petrarca – Chi volesse acquistarne una copia (Euro 35,00 + ev. spese di spedizione) può inviare mail a boccacciorugbynews@gmail.com

martedì 12 febbraio 2013

DIAMO I NUMERI: LE STATISTICHE ALLA 12° GIORNATA

Ansell a riposo, Mathers e Menniti – Ippolito oltre 900’
Holmes: 80’ e meta che ne esalta le caratteristiche.

Fermo per scelta tecnica Zane Ansell (un po’ di meritato riposo!), sono due i giocatori del Petrarca che domenica hanno superato quota 900 minuti:
Menniti-Ippolito con 941’ di gioco rimane il più utilizzato da Moretti. Domenica l’apertura petrarchina ha ritrovato la giusta via dei pali: 3 trasformazioni e un piazzato, 9 i punti.
Phil Mathers lo incalza da vicino: 916’ per la forte seconda linea bianconera, uscita per infortunio (contusione al collo).
Giornata di rilievo per Ornel Gega. Il generoso tallonatore del Petrarca è stato autore di 2 belle mete, anche se la sua giornata è stata lievemente “sporcata” da un cartellino giallo. Ciò nonostante Ornel è stato nominato “Man of the match” a fine gara.
Tradito dalla voglia di giocare, Nicola Bezzati si becca anche lui un giallo: 2 su due ingressi. Ci auguriamo che Nicola possa riprendere gradualmente a calcare l’erba verde del campo che, senz’altro, gli manca molto. 
Per ciò che attiene i marcatori: ritrova la via della meta Francesco Favaro (sua 2° stagionale) e si presenta nella classifica dei marcatori anche Tyrone Holmes.
Il neo acquisto sudafricano del Petrarca ha disputato l’intero incontro marcando una meta che ne esalta le caratteristiche. L’azione parte da una touche sulla linea dei 10 metri in campo petrarchino. In ricezione sull’ultimo blocco, Conforti trasmette la palla a Holmes. Inizia la maul avanzante col pallone sempre saldamente tra le braccia del sudafricano. Giunto il raggruppamento sulla linea di metà campo, Holmes decide di partire, testa bassa, allungandosi poi per 40 metri in un’irresistibile cavalcata che lo vede schiacciare in meta placcato, tardivamente, da Daupi.
Niente male!
Di seguito la tabella.

Enrico DANIELE