Il Boccaccio Rugby News cambia volto! La nuova versione del sito all'indirizzo www.boccacciorugbynews.it
Questa versione del blog rimarrà attiva ancora per qualche tempo

Il nuovo Boccaccio Rugby News

venerdì 10 marzo 2017

STATISTICHE PETRARCA ALLA XII GIORNATA

Nelle tabelle un sunto anche i dati più significativi

Luca Nostran, terza linea del Petrarca. Nelle statistiche individuali ha il minutaggio più alto.
Ancora nessuna marcatura per il Metaman dello scorso campionato
(ph Corrado Villarà)
Per completare il quadro dei dati statistici, ecco quelli del Petrarca.
In aggiunta al solito prospetto che potrebbe risultare dispersivo, ho raccolto in singole tabelle i dati più significativi.


PRESENZE
La tabella evidenzia le presenze complessive suddivise tra campionato (ECC) e coppa (QC). Per “presenza” si intende quando il giocatore “entra nel terreno di gioco”, escludendo quindi la convocazione e/o l’inserimento in lista.
Complessivamente in questa stagione il Petrarca ha disputato 12 incontri di campionato e 4 di Qualifying Competition.
Nostran, Saccardo e Salvetti i giocatori con il maggior numero di presenze in campo.  


12 Bacchin, Ragusi, Rossi, Zago; 11 Rossetto; 10 Acosta, Afualo, Borean, Capraro, Francescato; 9 Bettin, Conforti; 8 Ferraro; 7 Bernini, Fadalti; 6 Belluco, Benettin, Delfino, Vannozzi; 5 Flammini; 4 Marchetto, Rigo; 3 Michieletto, Simonato, Soffiato; 2 Coppo; 1 Marcato, Pavan, Scarsini; 0 Morona

MINUTAGGI
E’ il conteggio dei minuti effettivi giocati (al netto delle soste per i cartellini gialli).
Superano 1.100 minuti Nostran e Saccardo, seguiti da Menniti-Ippolito, Su’a e Nikora che superano quota 900.


PUNTI
Nel rugby, come in tutti gli sport di squadra, il punteggio finale è frutto del lavoro di tutti, tuttavia c’è che ha più predisposizione a fare punti. I piazzatori (v. più avanti la classifica) hanno la prerogativa di calciare punizioni, drop e trasformare mete, quindi in classifica compaiono sempre piuttosto in alto, rispetto agli altri che, invece, i punti li devono fare necessariamente con le mete.
Non a caso, Nikora e Menniti-Ippolito, sono due piazzatori, in testa alla classifica.



PIAZZATORI
Quelli che usano il piede. Un mestiere non facile per un rugbysta, dato che la palla è ovale e serve una grande perizia per poter far sì che i calci siano indirizzati al punto voluto.
Gli specialisti al Petrarca sono 5 (Menniti-Ippolito, Nikora, Fadalti, Ragusi e Marcato) anche se in classifica sono presenti in 4 (Marcato non ha ancora avuto opportunità in merito).



METAMAN
Se calciare è prerogativa di pochi, tutti possono fare meta.
In questo senso la tabella che segue ne è la dimostrazione. Al primo posto un pilone, Acosta con 6 mete (altre 6 e mete di punizione, o mete tecniche); al secondo due centri, Bettin e Favaro (5 mete); al terzo posto un estremo, Menniti-Ippolito (4 mete). A seguire tutti gli altri.


2 Belluco, Capraro, Conforti, Delfino, Makelara, Marchetto, Rossi, Trotta; 1 Borean, Coppo, Nikora, Rigo, Saccardo, Salvetti, Soffiato, Targa, Vannozzi.

MAN OF THE MATCH
Il miglior giocatore di ogni gara viene premiato con la “cravatta FIR”. C’è sempre un po’ di discussione tra gli addetti ai lavori quando è il momento di nominare il giocatore, tuttavia, quasi sempre si finisce per assegnare il premio ad un giocatore della squadra di casa. Ma talvolta è un avversario ad essere nominato, nel puro spirito sportivo.


CARTELLINI GIALLI E ROSSI
I “cattivi”, si fa per dire. Il cartellino giallo è una sospensione temporanea (10’) cui viene sottoposto il giocatore reo, secondo l’arbitro, di un fallo non eccessivamente grave o per falli ripetuti. Il cartellino rosso contempla l’uscita definitiva dal campo, assegnato per falli molto gravi.
Il giocato più punito è Makelara  con 3 cartellini gialli, mentre nessun giocatore ha preso cartellini rossi.


Al link seguente la tabella completa di tutti i dati.


Enrico DANIELE