venerdì 9 giugno 2017

CAVINATO NON E’ PIU’ L’ALLENATORE DEL PETRARCA

Fatale la mancata qualificazione alla finale scudetto
Il Petrarca ricomincia da Marcato e Allori

Finisce l'era Cavinato al Petrarca
(ph Stefano Delfrate)
Andrea Cavinato non è più l’allenatore del Petrarca.
Dopo il rincorrersi delle voci che lo volevano fuori dai piani di Toffano & C. già da qualche tempo, ora arriva l’ufficialità attraverso il comunicato stampa del Petrarca. 
Poche righe per i ringraziamenti di rito e per dire che il contratto con il tecnico non sarà rinnovato.


Un biennio nel quale l'allenatore trevigiano ha avuto la concreta possibilità di arrivare in finale, specie nella stagione appena conclusa. La dirigenza petrarchina gli ha messo a disposizione ciò che di meglio c’era sulla piazza, allestendo il Petrarca più forte dopo quello dello scudetto 2011.

Uno sforzo finanziario enorme, evidentemente non ripagato a sufficienza.
Il Petrarca ricomincerà dalla coppia che ha coadiuvato Cavinato nei due anni trascorsi alla Guizza e di cui si parla molto bene, nonostante la relativa esperienza nella massima serie.

Andrea Marcato e Augusto Allori ereditano il Petrarca di Andrea Cavinato
(ph Corrado Villarà)
Per la prossima stagione saranno, infatti, Andrea Marcato e Augusto Allori a prendere in mano le redini di quel che resterà del Petrarca, visto che molti giocatori hanno già fatto le valigie e alla Guizza si parla di una sorta di “spending rewiew” per l’anno prossimo.
I due ex giocatori, con passato agonistico di rilievo, potrebbero essere coadiuvati nel loro compito da una figura più esperta (che al Petrarca non mancherebbe, ndr), ma sono solo voci di corridoio, prive di conferme ufficiali.

Ad ogni modo i nuovi tecnici potranno contare su alcuni giocatori delle squadre minori del Petrarca che si sono distinti nei loro rispettivi campionati.
Mi riferisco ai ragazzi della Cadetti, saliti di categoria dalla Serie B alla Serie A dopo un campionato record e a quelli della Under 18, che domenica prossima a Prato si giocheranno la finale scudetto di categoria, dopo un’esaltante stagione.

Nella prossima stagione aria nuova nello spogliatoio della prima squadra. Un nuovo corso e nuovi traguardi.


Enrico DANIELE