Pagine

sabato 26 settembre 2015

PRE-CAMPIONATO: IL PETRARCA VINCE CON LA LAFERT SAN DONA’ 23-12

La squadra di Cavinato dà il meglio nella seconda frazione di gioco

Penultima prova pre-campionato per il Petrarca di mister Andrea Cavinato.
Alla Guizza si è disputata l’amichevole contro la Lafert San Donà di Jason Wright e dell’ex Zane Ansell.
Le formazioni delle due squadre.
Il Petrarca schiera col 15 Menniti-Ippolito, alle ali col 14 Bettin e con l’11 Rossi. Centri con il 13 Favaro e col 12 Benettin. La mediana di partenza è composta da Marcato (10) e Francescato (9). Il pack degli avanticon in prima linea Milani, Maistri e Rossetto, seconde Trotta e Tveraga. Flanker Salvetti e Nostran, nr 8 Larsen.
La Lafert San Donà schiera con il 15 l’ex Bortolussi, 14 Bona, 13 Mortali, 12 l’altro ex Bertetti, con l’11 Falsaperla; la mediana è composta da Costa e Patelli; nr 8 un altro ex, Gonzalo Padrò, poi col 7 Preston, col 6 Catellan; seconde linee Erasmus e Koroi; in prima linea Michelini, Kudin e Zanusso.
Primo tempo piuttosto sonnacchioso, con le due squadre impegnate a studiarsi e a cercare di parare i colpi, nell’intento di non farsi male e di prendene il meno possibile.
Il Petrarca passa per primo, dopo pochi minuti, da un’azione sviluppatasi a seguito di una rimessa laterale sui 5 metri dei veneziani. E’ Andrea Bettin (a mio parere uno dei più attivi stasera) a schiacciare in meta al 5’. Marcato non trasforma (5-0).
Al 14’ Conforti sostituisce Salvetti che si era infortunato e al 20’ mister Cavinato sostituisce i due piloni Milani e Rossetto, apparsi troppo in sofferenza contro Michelini e Zanusso, con Acosta e Vento.
Il momento è buono per gli ospiti che spingono con il pack e vanno in meta al 25’ con Padrò, dopo una serie di mischie a favore giocate dentro i 22 del Petrarca. Mortai non fallisce la trasformazione e San Donà avanti nel punteggio (5-7).
Un errore di Menniti-Ippolito per poco non crea un’occasione di meta, ma al 30’ dopo qualche fase in attacco, il Petrarca conquista un fallo e Falzone concede la punizione che Marcato mette tra i pali riportando avanti il Petrarca (8-7).
Il primo tempo si chiude con questo punteggio.
Cambio di marcia nella ripresa, quando Cavinato sostituisce la mediana (fuori Francescato e Marcato, dentro Su’a e Nikora), dentro Fadalti e fuori Menniti-Ippolito. Anche Lorenzo Casalini (al rientro dopo una mezza stagione a Rubano) sostituisce Benettin.
La partita subisce un impulso ed è il Petrarca ad avere il piede sul pedale dell’acceleratore.
All’8’ è Su’a a marcare meta in mezzo ai pali, lesto a infilarsi tra le maglie difensive ospiti. Fadalti trasforma (15-7).
Ancora la coppia Fadalti-Su’a in eveidenza per un guadagno territoriale di 30 metri.
Gli ospiti però non stanno a guardare e da una touche sui 5 metri del Petrarca, la rolling-maul porta in meta Gianmarco Vian (15-12).
Nel cambio di fronte, il sempre presente Bettin si produce in un avanzamento con il supporto di Larsen.
Tocca poi a Rossi pescare un pallone da terra dalle mani di Fadalti che aveva ricevuto con un po’ di difficoltà. L’elegante ala bianconera si invola dai suoi 10 metri sino a quasi i 22 avversari con uno spunto degno di un centometrista.
Al 19’ una perla di Nikora: dopo che il Petrarca aveva più volte tentato di sfonfdare la difesa ospite, l’apertura neozelandese pennella un pallonetto per Favaro (molto positiva la sua prestazione) che ben appostato raccoglie e prima di farsi placcare passa l’ovale a Larsen che schiaccia sulla bandierina di destra (complessivamente, a mio giudizio, senza infamia né lode la sua prestazione).
Fadalti non trasforma (20-12).
Al 22’ esordio assoluto in prima squadra di Mattia Zago, promettente terza linea, Nazionale Under 18, e rientro di Simone Soffiato, che sostituisce Su’a infortunato (per fortuna solo una contusione alla caviglia, niente di grave).
Prima della fine il Petrarca centra i pali ancora con Fadalti al 28’ (23-12) e fa esordire sia Gutierrez per Maistri e Sattin, al posto di un encomiabile Luca Nostran, molto positivo nei placcaggi e nei punti d’incontro.
Test probante per entrambe le squadre che tar un paio di settimane saranno al via nel Derby Day di Treviso.
Il Petrarca ha ancora qualche ritocco da fare in prima linea, mentre bene si è visto il reparto arretrato, rispetto alle ultime prove.
Buona la linea degli avanti sandonatesi.
Prossimo appuntamento del Petrarca, venerdì 2 ottobre contro il Tarvisium allenato da Craig Green, sorpresa della scorsa stagione nel campionato di Serie A.


Enrico DANIELE