sabato 18 marzo 2017

SERIE B GIRONE 3: PETRARCA VS GRUPPO PADANA PAESE, SFIDA AD ALTA QUOTA

Domenica alla Guizza per una sfida che vale come grossa ipoteca ai play off
A sx Rocco Salvan (ph Corrado Villarà) e a dx Pietro Monfeli (ph Riccardo Callegari)
I due tecnici della Serie B del Petrarca hanno come obiettivo la promozione in Serie A

Il girone 3 della Serie B avrà come match clou della XVI giornata la sfida al “Memo Geremia” tra il Petrarca Rugby e il Gruppo Padana Paese.
A sette giornate dalla fine della stagione regolare, prima e seconda in classifica si sfidano per mettere una grossa ipoteca ai play off, appannaggio esclusivo appunto alle prime due classificate di ogni girone.
Prima di presentare le due squadre un breve ripasso alla formula del campionato. 


Sono 4 i gironi territoriali della Serie B composti da 12 squadre che giocheranno 22 incontri (11 A/R). Le ultime due classificate di ogni girone retrocederanno in Serie C. Le prime due di ogni girone (8 squadre) si affronteranno in un doppio turno di semifinale (A/R) il 21 e 28 maggio 2017. Le quattro squadre vincitrici i play off saranno promosse in Serie A.

Chi sono gli avversari del Petrarca?
Il Rugby Paese, sponsorizzato Gruppo Padana, nasce nel 1956 in circostanze piuttosto singolari. I due fondatori del club trevigiano (Giuseppe D’Ambrosi e Antonio Piccoli) si innamorarono del rugby una domenica quando pensavano di andare a vedere una partita di calcio al “Tenni”, non sapendo che lo storico impianto trevigiano allora si divideva tra calcio e rugby. Quella domenica era il mitico Faema Rugby Treviso a contendersi l’ovale e tanto fu l’entusiasmo dei due che decisero di fondare a Paese una squadra di rugby che porterà i colori sociali rosso e blu.

Negli anni la crescita del Rugby Paese ha portato il club sino alla Serie A, dalla quale sono retrocessi nell’ultima stagione 2015-16.
Tra i giocatori più rappresentativi ricordiamo Massimo Bergamin in rossoblu sino al 2000 dopo 23 anni. In un passato più recente provengono dal club Ornel Gega, Fabio Semenzato, Enrico Ceccato e Michele Visentin.
Allenati da Manuel Bergamo, attualmente i “canguri” sono al secondo posto in classifica con 62 punti, avendo perso solo due gare in questo campionato, una delle quali contro il Petrarca, vincitore allo Stadio “G. Visentin” 28-20.

Il Petrarca comanda la classifica con 69 punti. In questa stagione il XV allenato da Rocco Salvan e Pietro Monfeli ha pareggiato solo l’incontro di andata a Villorba, 22-22 e risulta tutt’ora imbattuto avendo vinto tutti gli altri incontri.
Forte di una rosa con età media intorno ai 23 anni, l’attuale formazione viene da un percorso di crescita lungo qualche stagione or sono quando, dopo la vittoria del campionato Under 23 nel 2013, la squadra ha militato per due campionati in Serie C con la mancata disputa dei play off per la promozione in Serie B nella prima stagione, causa un “cavillo” regolamentare. Promozione ottenuta a suon di vittorie nella stagione 2014-15. Lo scorso campionato concluso con un onorevole 5° posto, dopo un inizio stagione scoppiettante e quest’anno la testa della classifica sin dalla prima partita.

Il successo dei bianconeri cadetti è dovuto sicuramente ad uno staff tecnico molto preparato, che conta sull’esperienza di Rocco Salvan e Pietro Monfeli, ma anche della sinergia con lo staff della prima squadra con la quale condivide molte esperienze. Alcuni giocatori sono spesso convocati alle sedute di allenamento della prima squadra (Simonato, Navarra, D’Incà) e questo aumenta il tasso tecnico già elevato della squadra.

Tra i giocatori più performanti citiamo i metaman: Casalini (12), D’Incà (7), Navarra (6), Simonato e Meneghetti (5). Le mete di punizione (tecniche) sono state 5.
Marcatori al piede: Meneghetti (20 tr, 18 cp), Mercanzin (18 tr), Cortellazzo (9 tr).
Quanto alle presenze, considerato che i due tecnici attuano un profondo turnover, potendo disporre di un’ampia rosa, si segnalano i minutaggi più alti: Sattin (1.143’), Simonato (1.120’), Mercanzin (1.117’) e Casalini (1.110’), ultimo tra quelli che hanno superato quota 1.000’.

Domenica al “Memo Geremia” si attende il pubblico delle grandi occasioni, vista la concomitante gara esterna della prima squadra, impegnata a Roma contro le Fiamme Oro.
In caso di vittoria il Petrarca metterebbe una grossa ipoteca per l’accesso ai play off. Nelle mire di Salvan e Monfeli il primo posto a fine stagione che garantirebbe di giocare contro la seconda classificata del girone 2 (attualmente Perugia e Bologna sono prime pari merito con 61 punti).



Enrico DANIELE