Il Boccaccio Rugby News cambia volto! La nuova versione del sito all'indirizzo www.boccacciorugbynews.it
Questa versione del blog rimarrà attiva ancora per qualche tempo

Il nuovo Boccaccio Rugby News

mercoledì 27 febbraio 2013

150° DERBY TRA PETRARCA E ROVIGO


In 7 puntate la storia di una “classicissima” del rugby italiano.


QUINTA PUNTATA
1989-1999: L’ULTIMO SCUDETTO DI ROVIGO.

Nel settembre del 1989 vengono inaugurati i nuovi impianti sportivi della Guizza, un sogno del Presidente Memo Geremia, che finalmente si realizza.
Il decennio si apre con l’11° scudetto di Rovigo, l’ultimo della storia per i bersaglieri, ma non sarà dei migliori per i rossoblù, che tenteranno invano il bis nel 1992 (finale persa al Plebiscito contro Benetton 27-18). Anche il Petrarca riuscirà a disputare solo due finali scudetto (1998 e 1999) perdendole entrambe contro la Benetton Treviso.
La stagione 1989-90 sarà disastrosa per il Petrarca, che finirà al 7° posto con Parma, lontano 21 punti dalla capolista Benetton Treviso (36). Rovigo, sponsorizzata Cagnoni, finirà la regular season al secondo posto con 35 punti. I rossoblù vinceranno entrambi gli scontri diretti col Petrarca: alla 9° di andata a Padova (6-19) e alla 20° al Battaglini (13-3), con il sudafricano Naas Botha (foto a dx) assoluto protagonista in entrambe le gare.
Nei gironi di semifinale Rovigo deve vedersela con l’Amatori Milano, che era finita 3° nella stagione regolare. La prima gara al Battaglini finisce 38-16 per i bersaglieri che, però, perdono a Milano la seconda sfida 45-7. Nella terza sarà Rovigo a vincere, seppur di misura (16-12) e aggiudicarsi il diritto della finale con Treviso.
Il 26 Maggio 1990 da Rovigo partono addirittura 2 treni speciali, a distanza di un’ora l’uno dall’altro, in direzione Brescia, dove allo stadio Rigamonti, di fronte a 13.000 spettatori, Rovigo conquisterà il suo 11° scudetto (18-9)
Nell’annata 1992-93 il Petrarca allenato da Presutti arriva in semifinale, dove nulla può contro la corazzata Amatori Milano, che sovrasta i bianconeri 43-9 e 52-17. L’Amatori batterà Treviso in finale 41-15, aggiudicandosi il suo 16° scudetto.
Giocatore amato, ma sfortunato, di quel Petrarca fu Cameron Oliver (foto a sx tratta dal libro Petrarca Rugby 1947-2000), sudafricano, perito in un tragico incidente stradale a Pretoria, il 3 luglio 1993, a soli 29 anni.
Nel 1995 il Petrarca perde anche Memo Geremia, per 40 anni uomo simbolo dei bianconeri.

L’ultima stagione del periodo in esame, 1998-1999, è anche quella della “grande illusione” per il Petrarca targato SIMAC e allenato ancora da Vittorio Munari. Al Battaglini di Rovigo sono di fronte, come l’anno precedente, Benetton e Petrarca. E’ il 30 maggio e fa un gran caldo. Rolleston impreciso nei calci e Berry non in perfette condizioni, sono concause che determinano la sconfitta dei bianconeri 23-14, che avevano tenuto in bilico il risultato sino al 70’ quando la meta di Visentin trasformata da Pavin, regalava l’8° scudetto a Treviso.
Le altre stagioni vedranno l’Amatori Milano (poi Milan, nell’era Berlusconi) conquistare altri 3 scudetti, per lasciare il posto di squadra da battere alla Benetton Treviso, vera squadra emergente di questi anni con 4 scudetti (tre consecutivi tra il 1996 e il 1999).
(fine quinta puntata)

Enrico DANIELE