Per la stagione sportiva 2017-18 il Boccaccio Rugby News cerca collaboratori per ampliare l’offerta informativa con riferimento alle squadre del Petrarca Rugby – articolisti per Under 18 e Under 16, fotografi per Eccellenza, Serie A, Under 18 e Under 16 – inviare mail a boccacciorugbynews@gmail.com
PETRARCA ’70 di Giorgio Sbrocco, Alberto Zuccato e Elena Barbini - E’ disponibile il libro sulla storia del Petrarca – Chi volesse acquistarne una copia (Euro 35,00 + ev. spese di spedizione) può inviare mail a boccacciorugbynews@gmail.com

venerdì 1 febbraio 2013

CAMPIONATO ECCELLENZA: IL PUNTO A META’ CAMPIONATO


Terza puntata: la zona tranquilla.

Sono 9 i punti che dividono le Fiamme Oro, 7° in classifica, dalla zona play off e 9 quelli che separano la Mantovani Lazio dalla penultima.
Entriamo nella zona tranquilla: quella che non ha velleità di play off ed è a distanza di sicurezza dalla zona retrocessione.






Settimo posto
Finaliste lo scorso anno nella Serie A e ripescate nella massima serie, da dove mancavano da molti anni, le Fiamme Oro Roma (24 punti) possono definirsi, fino adesso, la squadra rivelazione del campionato.
Allenate da un “vecchio” giovanotto, tal Pasquale Presutti, che iniziò la sua carriera proprio tra i cremisi, allora accasati a Padova, i ministeriali hanno raggiunto la tranquillità molto prima dello sperato. Hanno concluso la prima parte del campionato in crescendo, togliendosi il lusso di battere nientemeno che la prima della classe: i Cavalieri Estra. Una bella soddisfazione per il tecnico aquilano e per tutta la società che puntano nel progetto di rimanere a lungo nel rugby che conta.



Ottavo posto
Staccati solo di tre punti dalle Fiamme Oro, l’ M-Three San Donà (21 punti) è l’altra finalista, vincente, dello scorso campionato di Serie A. Anche i veneziani tornano nella massima serie dopo anni di purgatorio e con Padova, Mogliano e Rovigo, fanno parte del quartetto veneto che dà 1/3 delle squadre all’Eccellenza.
Squadra giovane, con qualche elemento di esperienza, San Donà si è distinta in un crescendo di prestazioni culminate nell’ultima di andata a Rovigo, dove hanno fatto tremare il muro eretto dai bersaglieri sulla linea di meta. Ma belle prestazioni le hanno dimostrate, pur perdendo, in casa contro Calvisano e Viadana, e fuori, vincendo contro i Crociati a Parma e contro le Fiamme Oro a Roma.
Buoni presupposti per affrontare una seconda parte di campionato con la dovuta serenità.


Nono posto
La scorsa stagione i diavoli rossoneri del Rugby Reggio (20 punti) erano arrivati nella massima serie difendendosi bene e finendo in posizione tranquilla, davanti a San Gregorio, Crociati e L’Aquila. Quest’anno hanno mostrato segni di maturità e, al giro di boa, hanno quasi conquistato tutti i punti della scorsa stagione (erano 24). Si sono giocate 2 partite in più, è vero, ma i diavoli rossoneri, dopo le prime batoste iniziali, hanno vinto a Rovigo e contro quasi tutte le dirette avversarie, dando fastidio anche al Calvisano, proprio nell’ultima del girone d’andata. Un crescendo che, con un po’ di attenzione e fortuna in più, potrebbe essere buon viatico per una relativamente tranquilla seconda parte di stagione.


Decimo posto
Ultimi, nella zona tranquilla, la Mantovani Lazio (17 punti) è la “delusione” del campionato. A inizio stagione non avevano nascosto le loro ambizioni, ma i biancocelesti non si sono sin qui dimostrati all’altezza della situazione. Navigano nella parte bassa della classifica, pur a debita distanza dalle ultime due, ma una stagione da rivedere e una seconda parte da gestire con più concretezza.



(fine terza puntata)
Enrico DANIELE