Il Boccaccio Rugby News cambia volto! La nuova versione del sito all'indirizzo www.boccacciorugbynews.it
Questa versione del blog rimarrà attiva ancora per qualche tempo

Il nuovo Boccaccio Rugby News

mercoledì 26 novembre 2014

ITALIA vs SUDAFRICA: LE CIFRE SPESE

Scandalizzati il Mattino e Il Corriere del Veneto per un evento che a Padova non ha pari.

Hanno il sapore dello “scandalo” i titoloni di oggi su “Il Mattino di Padova” e su “Il Corriere del Veneto”, per via delle spese sostenute dall’amministrazione comunale cittadina in occasione del test match della Nazionale di rugby contro il Sudafrica.
Per fortuna che a scriverli non sono due giornalisti notoriamente amanti della palla ovale (Varroto e Lucchese). Questo sì sarebbe stato il vero scandalo!
Le cifre esposte dai due quotidiani non concordano (quello del Gruppo l’Espresso ne conta 130 mila, quello del Gruppo RCS addirittura 154 mila), ma entrambi si meravigliano del fatto che la spesa, di fatto, ricada tutta sui cittadini padovani.
Tralascio il discorso sulle attribuzioni di “merito” per la scelta (la vecchia amministrazione di centrosinistra) e su chi, invece, ne ha ricevuto gli “onori” (l’attuale amministrazione di centrodestra), tuttavia non è difficile leggere tra le righe dei due articoli, una malcelata polemica che punta il dito contro un evento che è arrivato a Padova dopo 6 anni, portandosi dietro la bellezza di oltre 32.000 persone.
E allora, mi domando e dico cosa ci sia poi tanto da scandalizzarsi se, per avere 32.000 persone (che, poco o tanto, qualche euro l’avranno pur speso in città!) una volta tanto, entrambe le amministrazioni comunali siano state concordi nello stanziare quelle somme. Piuttosto di “spesa”, in questo caso parlerei di “investimento” per un evento sportivo che a Padova non ha pari.
Nelle righe dei quotidiani, non si legge dei benefici che ne ha tratto l’indotto. Preferiscono parlare della cena “ad inviti” a Villa Borromeo (offerta dall’amministrazione), piuttosto che, ad esempio, della grande festa organizzata dal Valsugana Rugby che era aperta a tutti (a pagamento), o di quella pizzeria del centro dove alcuni giocatori sudafricani hanno mangiato due pizze a testa e bevuto un fusto di birra! E ancora, di tutti quelli che durante la settimana hanno vistato la bella mostra delle Maglie Storiche del Rugby, allestita a Palazzo della Ragione: l’ingresso era gratuito, ma intanto la gente è venuta sin dentro il cuore di Padova. E quanti altri episodi si potrebbero citare.
Non parlano di tutte quelle persone che, muovendosi in direzione della città, hanno mosso i settori dell’economia (commercio, trasporti, alberghiero, ristorazione…). Mi aspetto che, nei prossimi giorni, sui giornali si trovi il resoconto economico sui benefici di un evento novembrino, lontano dalle altre festività.
Un’ultima osservazione sullo stadio (pressoché inadeguato ad ogni tipo di manifestazione del genere): fosse per il calcio e per i 4 gatti che lo vanno a vedere, l’Euganeo cadrebbe a pezzi per inutilizzo, piuttosto che per altro (perché i giornali non scrivono di quanti soldi sono stati spesi per le manutenzioni ad un complesso che è utilizzato da poche persone?).
Sono convinto che le cose non cambierebbero se il Calcio Padova fosse in serie B, piuttosto che in serie D.
Il vero scandalo aspettare altri 6 anni prima di vedere ancora 32.000 persone all’Euganeo!


Enrico DANIELE