Il Boccaccio Rugby News cambia volto! La nuova versione del sito all'indirizzo www.boccacciorugbynews.it
Questa versione del blog rimarrà attiva ancora per qualche tempo

Il nuovo Boccaccio Rugby News

mercoledì 18 gennaio 2017

IL PRIMO PENSIERO DI NIKORA E’ PER I SUOI TIFOSI

Li ha voluti rassicurare e ringraziare subito
“Il mio recupero sta andando bene, ringrazio tutti i tifosi per la solidarietà dimostrata”
Endrizzi ha fatto le scuse nello spogliatoio al termine dell’incontro

Miah Melson Nikora, mediano d' apertura neozelandese del Petrarca da due stagioni.
Il primo pensiero dopo l'infortunio subito sabato scorso, è stato per i tifosi:
"Grazie a tutti voi, sto bene, voglio tornare in campo al più resto"
(ph Corrado Villarà)
Apprezzo le preoccupazioni di tutti i tifosi. Quello di sabato é stato uno sfortunato incidente, ma il mio recupero sta andando bene. Per me, adesso, l’obbiettivo principale è quello di tornare in campo il più in fretta possibile. Grazie a ciascuno di voi
Con queste poche, ma significative parole, Miah Nikora ha risposto alla mia richiesta d’intervista e, per il momento, ha preferito non rilasciare altre dichiarazioni sull'episodio che lo ha visto protagonista passivo.
Prima di tutto ha voluto ringraziare tutti i tifosi che hanno dimostrato grande solidarietà nei suoi confronti, in un momento in cui le conseguenze potevano essere ben più gravi, rassicurandoli sul suo stato di salute e indicando le sue priorità: ritornare in campo al più presto.
Sta già guardando avanti. Il caso, per lui, è finito qui.
Tra le risposte ai vari commenti sul post pubblicato ieri, Miah scriveva di aver ricevuto le scuse negli spogliatoi. Evento confermato, tra gli stessi commenti, anche dal suo compagno di squadra Niccolò Fadalti, ex giocatore del Mogliano Rugby.
Si chiude (o almeno così sembra) un episodio che resta comunque grave, antisportivo, che tutti noi auspichiamo non debba succedere più.
A Endrizzi (che ho cercato invano di contattare) va riconosciuto che le scuse a Nikora, pur tardive, sono arrivate.
Tuttavia, nella mattinata di ieri, avevo voluto approfondire la questione anche sotto l’aspetto del regolamento sportivo, chiedendo il parere ad un esperto in materia, Giampaolo Celon, per anni arbitro e Presidente del C.N.Ar. Ecco la risposta:
Ho guardato e riguardato la clip e sono arrivato anch’io alla determinazione che Nikora ha subito un pugno con il braccio destro da parte di Endrizzi e non un colpo con le ginocchia come si diceva a fine partita. Probabilmente l’arbitro era coperto da due giocatori di Mogliano (14 e 6?) e non ha visto. Ha punito comunque il fallo di Endrizzi che si è buttato a terra su avversario già a terra. L’infrazione di questo tipo è punibile con CP (calcio di punizione) ma credo che Tomò, viste le gravi conseguenze, abbia optato per il giallo pur ritenedola comunque accidentale”.

Enrico DANIELE