giovedì 3 dicembre 2015

PLAY OFF E SALVEZZA NELLA SETTIMA DI CAMPIONATO

Nell’anticipo di venerdì Mogliano e Calvisano misurano le forze in chiave scudetto.
Sabato L’Aquila costretta a vincere contro Piacenza se vuole sperare di salvarsi.
Alla Guizza arriva la IMA Lazio e Pennè: attento Petrarca!

 
Mancano ancora due giornate al giro di boa del Campionato d’Eccellenza ed è già tempo di verifiche nella settima giornata di campionato, che è anche l’ultima, prima della pausa natalizia.

MARCHIOL MOGLIANO vs CALVISANO RUGBY
In chiave play off, l’anticipo tra Marchiol Mogliano e Calvisano Rugby (Stadio Quaggia, venerdì 4 dicembre, ore 19:00, diretta su Rai Sport 2) sarà un primo test per capire quanto l’assenza di due pedine fondamentali (lo sfortunato Aristide Barraud tra i trevigiani e Ben Seymour tra i calvini) possa pesare nei rispettivi rendimenti. Il ruolino di marcia delle due squadre è praticamente identico (5 vittorie e 1 sconfitta), tuttavia, è la squadra di Galon e Properzi ad aver sempre vinto sul campo, salvo la prima di campionato, con partita persa a tavolino e penalizzazione di 9 punti. Coach Massimo Brunello ne è consapevole e per questo, salvo qualche infortunato, porterà a Mogliano la migliore formazione a sua disposizione, con Buscema in cabina di regia.
Non saranno da meno i trevigiani, reduci dalla vittoria mai facile contro le Fiamme Oro, che all’apertura schiereranno Endrizzi, con Semenzato in mediana e all’estremo l’ottimo Odiete.

Dirigerà l’incontro il sig. Elia Rizzo di Ferrara (foto a sx), alla terza direzione in questo campionato, due volte con Calvisano in campo.

FIAMME ORO ROMA vs FEMI CZ ROVIGO
Altro test probante per le Fiamme Oro Roma che giocano in casa la loro seconda partita consecutiva, stavolta contro la prima della classe, la Femi Cz Rovigo. E’ un po’ titubante il cammino della squadra di Eugenio Eugenio in questa stagione (7° posto in classifica con 2 sole vittorie e 4 sconfitte) ancora piuttosto lontana dalla squadra che era riuscita a centrare l’obiettivo play off nella precedente. Forse, più delle altre, sta soffrendo per il radicale cambiamento nella regia della squadra (Canna e Benetti) e nella panchina che fu di Pasquale Presutti. A dare una mano ai cremisi è arrivato Eoghan Hikey, che molti ricorderanno con la maglia del Petrarca nella stagione post scudetto. All’irlandese il compito di migliorare le realizzazioni al piede dei “calciatori”.
Dal canto loro, i bersaglieri sono indubbiamente una compagine forte (e la classifica ne è la conferma, 1° posto, 5 vittorie, 1 sconfitta) anche se affiorano, talvolta, difficoltà nell’amalgama tra i singoli. Il lavoro più difficile per Filippo Frati sembra proprio essere questo. Sabato sarà anche per loro un momento di verifica piuttosto importante.

Per la delicata sfida di Ponte Galeria è stato designato l’internazionale Claudio Blessano di Treviso (foto a sx), al quarto impegno stagionale e secondo con le Fiamme Oro in campo. 

VIADANA RUGBY vs LAFERT SAN DONA’
Senza infamia né lode il percorso di Viadana in questo campionato. Anche qui il cambio della guida tecnica e di alcune pedine in campo, probabilmente ha condizionato il rendimento dei mantovani. Casper Steyn, il tecnico giallonero, può contare sulla forte apertura irlandese Ian Mc Kynley, ma ha perso l’esperienza del tallonatore Roberto Santamaria, definitivamente approdato alla Benetton Treviso.
Più che incerto sembra essere il campionato della Lafert San Donà. La squadra di Jason Wrigth ha vinto solo due volte (compreso la vittoria a tavolino contro Mogliano) e nell’anticipo di venerdì scorso è incappata in una brutta sconfitta casalinga contro la Lazio. Per i veneziani
È senz’altro il momento di reagire per tentare di raddrizzare la stagione.
Allo Zaffanella sarà inviato il sig. Federico Meconi di Roma, visto una sola volta in questo campionato, dove aveva diretto in maniera piuttosto discutibile l’incontro tra L’Aquila e Petrarca.

L’AQUILA RUGBY CLUB vs LYONS PIACENZA
Al Tommaso Fattori la sfida che vale un campionato.
L’Aquila e Piacenza, per ciò che hanno dimostrato in questo campionato, il primo scontro diretto ha già un valore pressoché assoluto.
C’è da dire che Ludovic Mercier sta man mano dando forma e sostanza alla sua squadra, giovane e molto rinnovata, tuttavia la penalizzazione iniziale ha pesato come un macigno sulle spalle dei neroverdi e vincere lo scontro diretto potrebbe non essere sufficiente per sperare ancora nella salvezza.
La matricola Piacenza sta affrontando il campionato a viso aperto, cosciente delle oggettive difficoltà dovute al salto di categoria. Achille Bertoncini, già miglior allenatore nella stagione 2005-06 con il Gran Parma, è tornato sulla panchina piacentina proprio per provare a superare la difficile prova-salvezza dei Lyons.

La gara sarà diretta dal sig. Matteo Liperini (foto a sx), arbitro di élite ed internazionale, alla terza direzione in questo campionato, mai con le due squadre.

PETRARCA RUGBY vs IMA LAZIO
Chiude il tabellone della settima giornata la sfida al “Memo Geremia” tra il Petrarca e la Lazio.
Naviga nelle parti alte della classifica la squadra di Andrea Cavinato (5 vittorie, una sola sconfitta, 24 punti e terzo posto in classifica) ad un passo dalle prime due (Rovigo e Calvisano) distanti solo di un punto. Un campionato decisamente in crescita per il Petrarca che sabato si troverà di fronte una Lazio che, a sorpresa, ha battuto al “Pacifici” la Lafert San Donà nell’anticipo dell’ultimo turno. Delio Coppetto, da questa stagione coach degli aquilotti assieme a Carlo Pratichetti riconosce il valore del Petrarca, forse un po’ scaramanticamente, e dichiara che la sua squadra cercherà di mantenere i progressi fatti vedere nell’ultimo periodo.
I precedenti delle ultime stagioni sono tutte favorevoli al Petrarca e, tenendo conto che, nella seconda parte del campionato, Conforti & C. dovranno affrontare gli impegni più gravosi (Rovigo, Calvisano e Mogliano) tutti fuori casa, l’obiettivo è “mettere fieno in cascina” il più possibile, per non arrivare al termine della stagione con il debito degli ultimi campionati.
Cavinato ha annunciato una formazione solida, con un dubbio in cabina di regia, dove in partenza sembra esserci Andrea Marcato. Confermato anche Ed Gower, all’esordi davanti il proprio pubblico, mentre in prima linea ritorna Acosta in coppia con Rossetto sin dal primo minuto.
Dirigerà la partita il sig. Stefano Pennè di Lodi, già visto alla Guizza nella gara vinta di misura contro i Campioni d’Italia di Calvisano.

Stefano Pennè, due gare su due con il Petrarca in campo
(ph. Elena Barbini)


Enrico DANIELE