Per la stagione sportiva 2017-18 il Boccaccio Rugby News cerca collaboratori per ampliare l’offerta informativa con riferimento alle squadre del Petrarca Rugby – articolisti per Under 18 e Under 16, fotografi per Eccellenza, Serie A, Under 18 e Under 16 – inviare mail a boccacciorugbynews@gmail.com
PETRARCA ’70 di Giorgio Sbrocco, Alberto Zuccato e Elena Barbini - E’ disponibile il libro sulla storia del Petrarca – Chi volesse acquistarne una copia (Euro 35,00 + ev. spese di spedizione) può inviare mail a boccacciorugbynews@gmail.com

lunedì 8 aprile 2013

CAMPIONATO CIV UNDER 16 – GIRONE 1 – DICIOTTESIMA GIORNATA


Petrarca Rugby Junior – Rangers Rugby Vicenza 42-5 (p.t. 21-0)

Partita a due facce per l’Under 16 Elìte, che, dopo aver liquidato Vicenza già nei primi venti minuti, segna altre tre mete nel secondo tempo; nonostante il forte vento, i calciatori sono in giornata e tutte le mete vengono trasformate. Il Petrarca parte con il solo obbiettivo delle quattro mete per continuare a sperare nella qualificazione: tempo di una debole difesa dei biancorossi e Calzavara é già in meta. Come i trequarti trovano regolarmente varchi nella difesa ospite, così la mischia fa valere la propria evidente supremazia, sia nei punti d’incontro che in rimessa laterale: è proprio da due touches che nascono le azioni della seconda e della terza meta. Simili nello sviluppo e nella finalizzazione, ambedue permettono a Zago di emergere dalla maul avanzante e schiacciare comodamente il pallone. Termina il primo tempo e, con il risultato ormai in cassaforte, i padroni di casa si possono concentrare sulla meta del bonus, che non tarda ad arrivare: Pavan prende palla da metà campo e vola fino in mezzo ai pali. Una manciata di secondi e la situazione si ripete: è ancora Pavan a perforare la linea difensiva vicentina, inconsistente per lunghi tratti di partita. Poi poco altro, si giochicchia, cadono molti palloni, il ritmo si abbassa con il passare dei minuti e nessuna delle due squadre pare aver voglia di accelerarlo: il Petrarca si adagia ed alla prima folata offensiva ospite subisce una meta che, con un minimo di convinzione, poteva essere evitata. La partita ha ancora una meta da offrire: Schiavon guadagna un calcio di punizione dentro i ventidue avversari, gioca il pallone, tenta una timida finta, si allunga e comodamente schiaccia oltre la linea.
Triplice fischio e squadre negli spogliatoi dopo il saluto: tra sette giorni, ultima giornata di girone con Villorba, per inseguire il sogno.
FORZA PETRARCA. SEMPRE!

Alberto MANTOVANI