Il Boccaccio Rugby News cambia volto! La nuova versione del sito all'indirizzo www.boccacciorugbynews.it
Questa versione del blog rimarrà attiva ancora per qualche tempo

Il nuovo Boccaccio Rugby News

martedì 3 febbraio 2015

SERIE A: I RISULTATI E LE CLASSIFICHE DEL TERZO TURNO

Poule Promozione: Pro Recco sgretola il Gran Sasso; ruggito dei Lyons, sconfitti i diavoli di Reggio; l’Accademia vince a Prato; Udine cade anche a Treviso; Colorno liquida il Valsugana ed è primo; Cus Verona secondo.
Poule Salvezza: CUS Genova fa il regalo di compleanno a Bordon; la Capitolina piega il CUS Perugia; Cus Torino di misura a Firenze. Lumezzane c’è, il Valpolicella pure. Rubano con la forza della disperazione contro Badia.

Un'immagine dalla gara vinta dalla Pro Recco contro il Gran Sasso
(ph Osvaldo Ciotti)
Dopo le gare di domenica, si delineano maggiormente le classifiche della Serie A.
Nelle due Poule Promozione il discorso sembra restringersi a quattro squadre, con Pro Recco e Colorno a comandare i rispettivi gironi.
Nella Poule Salvezza deciso passo in avanti del CUS Genova e del Valpolicella, in testa nei propri gironi, mentre il discorso salvezza è ancora tutto da definire, con Firenze, Piacenza e Rubano che, per ora, sembrano avere qualche possibilità in più di Milano e Badia.


POULE PROMOZIONE Girone 1
Dopo tre giornate è la Pro Recco a comandare la classifica generale. La vittoria di domenica contro il Gran Sasso, letteralmente sgretolato (34-8), lancia gli Squali verso le semifinali, che non perdono l’imbattibilità casalinga (dura dal 2012) e in questa fase del campionato hanno lasciato un solo punto, sui 15 disponibili.
Tuttavia, non è stato proprio facile per i biancazzurri avere la meglio sul tenace avversario, ma alla fine le cinque mete (contro l’unica del Gran Sasso) hanno fatto la differenza.
Nell’anticipo di sabato, l’Accademia Federale espugna il terreno del Prato Sesto, battuto 38-18. I toscani sono ancora fermi al palo, probabilmente già soddisfatti per la salvezza acquisita nella prima parte della stagione, mentre i federali si piazzano in seconda posizione, subito dietro Recco.
Il ruggito dei Lyons Piacenza spaventa i diavoli di Reggio che si bloccano nella rimonta messa in atto nel secondo tempo, uscendo dal "Beltrametti" sconfitti 28-20. In classifica i piacentini incalzano l’Accademia, avanti di un solo punto, mentre i reggiani hanno ancora tutte le possibilità di agguantare la seconda piazza, lontana solo 3 punti.

Una mischia ordinata tra Colorno e Valsugana
(ph Ufficio Stampa Valsugana Rugby)
POULE PROMOZIONE Girone 2
Macina punti l’HBS Colorno, facendo un sol boccone del Valsugana Rugby, a cui resta l’onore di aver marcato la meta della bandiera contro una delle assolute pretendenti all’ Eccellenza. Sicuramente indigesto alla squadra di Alessandro Battistin, il sintetico di Colorno, ben lontano dal più tradizionale campo di Altichiero.
Scala in quarta posizione il Valsugana, lasciando spazio alla risalita del Tarvisum.
Al “Monigo” le casacche rosse fanno cadere ancora una volta l’Udine, alla terza sconfitta in tre gare. Partito con il giusto piglio, ma senza la necessaria incisività, il club friulano si è poi perso per strada lasciando spazio al Tarvisium che, tra le mura amiche ritrova la vittoria, cinque punti e terzo posto nella classifica generale, a -2 dalla seconda.

La meta di Furlan del Volteco Ruggers Tarvisium contro Udine
(ph Davide Zanatta)
Importante vittoria per l’ F&M Cus Verona che in casa ha ragione di un Brescia deciso a vendere cara la pelle. Finisce 20-3 per i veronesi, sempre col pallino del gioco in mano, e classifica che sorride: secondo posto dietro al Colorno di sole tre lunghezze.

POULE SALVEZZA Girone 1
Come previsto, si spezza l’equilibrio nel girone.
Il Cus Genova, battendo 24-18 il Piacenza Rugby, fa un bel regalo al suo allenatore, Stefano Bordon, che ieri ha compiuto gli anni e ha festeggiato anche per il primo posto in classifica della sua squadra, in condivisione con la Capitolina.
Nella gara in casa, gli urchini gestiscono al 50% il match contro il Cus Perugia, vincendo di misura (27-23) grazie ad un pizzico di cinismo in più. Prezioso, in chiave salvezza, il punto di bonus incamerato dal Barton di Luca Martin, ora al quarto posto.
Dietro di loro, appaiate a 5 punti, il Piacenza e l’ Aeroporto di Firenze, sconfitto in casa dal Cus Torino (24-22) trascinato da un’ottima prestazione di Aspeling. Con la vittoria i piemontesi del capoluogo salgono al terzo posto in classifica.

Federico Michel, talentuoso mediano di mischia di origini argentine,
ex Crociati e L'Aquila, ora del CUS Perugia, in azione contro la UR Capitolina
(ph. Ufficio Stampa Cus Perugia)
POULE SALVEZZA Girone 2
Non si ferma la corsa del Santamargherita Valpolicella che domenica ha sconfitto nettamente i Rangers Vicenza 43-20. Una vittoria che consolida il primato dei veronesi di Alessandro Zanella e ferma Fabio Coppo e i suoi al terzo posto.
Riprende anche la corsa del Patarò Lumezzane, dopo il parziale stop nel pareggio di domenica scorsa a Rubano. I valgobbini, nel sintetico di casa, hanno la meglio su Milano 33-20 e rimangono in seconda posizione a 4 lunghezze dal Valpolicella.
Passo in avanti del Roccia Rubano, alla seconda gara consecutiva in casa. Dopo aver imposto il pareggio al Lumezzane, la squadra di Andrea Zulian condanna alla terza sconfitta consecutiva la più diretta rivale per la salvezza, l’Amatori Rugby Badia.
Gara assolutamente priva di emozioni, che si è risolta al 26’ del primo tempo con la meta di Lorenzo Casalini. Prima il piazzato di Mercanzin per i padroni di casa, era stato riequilibrato da quello di Faasen, poi nulla più.
Quel che conta sono i quattro punti conquistati in classifica che danno ossigeno e mettono il Roccia momentaneamente al riparo dalla zona retrocessione (a +2 dalla penultima, Milano).
Con la sconfitta di domenica la squadra di Roberto Pedrazzi pregiudica, in maniera quasi del tutto irreparabile, la salvezza. Il campionato è troppo corto per poter programmare un agevole recupero. Le tre sconfitte, in altrettante gare, con un solo punto di bonus (quello conquistato domenica), mettono in seria difficoltà l’Amatori. D’ora in poi, al club polesano, non saranno permessi ulteriori passi falsi, il che vorrà dire vincere tutte le gare in casa e battere Milano e almeno un’altra squadra in trasferta…e probabilmente ancora non basterà per conservare la categoria.

Lorenzo "Lollo" Casalini, ala del Petrarca classe 1995 (in prestito a Rubano), autore della meta
che ha dato l'importante vittoria al Roccia contro l'Amatori Rugby Badia
(ph Enrico DANIELE)

Enrico DANIELE