Il Boccaccio Rugby News cambia volto! La nuova versione del sito all'indirizzo www.boccacciorugbynews.it
Questa versione del blog rimarrà attiva ancora per qualche tempo

Il nuovo Boccaccio Rugby News

lunedì 13 ottobre 2014

SERIE A GIRONE 3: AMATORI RUGBY BADIA SBANCA UDINE

Vittoria netta della squadra di Pedrazzi in casa della temuta Rugby Udine 1928.
Quattro punti che danno morale al club biancazzurro.


Mettono finalmente la testa fuor d’acqua le orche badiesi che con il successo conquistato oggi all’Otello Gerli di Udine, riaffiorano a galla e tirano una sana boccata d’ossigeno.
Intossicati dalla sconfitta maturata all’esordio, domenica scorsa, contro il Valsugana Rugby, la squadra di Pedrazzi ha affrontato la difficile trasferta di Udine con grande determinazione e spirito combattivo.
Parte subito forte la squadra di Pedrazzi che rifila un secco uno-due all’attonita formazione di casa: al 3’ meta di Giolo e al 6’ meta di Faasen, entrambe trasformate da Leader. Bella la prima meta dell’ala biancazzurra che intercetta nei propri 22 e punta direttamente in mezzo ai pali della porta avversaria,  vanamente inseguito. Un piazzato di Faasen (con Leader alle prese con le cure mediche a seguito di una contrattura), porta il Badia a +17. Siamo al 13’ e la reazione dei padroni di casa si fa sentire immediatamente: è Conti che accorcia le distanze al 14’, calando la palla in meta. Robuschi centra i pali e porta Udine a 7 punti.
Ma il pallino del gioco è in mano a Badia. Gli uomini di Pedrazzi sono sempre nella metà campo avversaria, creando moltissime azioni da meta. Tuttavia, alcune imprecisioni nel gioco alla mano e una certa mancanza di “killer instinct” fa sì che il risultato non cambi prima del riposo, nonostante la superiorità numerica per il giallo comminato da Spadoni a Robuschi al 31’.
Sarà l’italo-sudafricano di Udine, al suo rientro in campo, ad avere la possibilità di cambiare lo score, ma il piazzato da posizione relativamente facile, specie per uno dal piede buono come lui, finisce a lato.
Le azioni di Badia partrono quasi tutte da Faasen, capace di mettere in moto i propri compagni con rapidi e precisi servizi alla mano, quando non sia egli stesso a tentare guizzanti iniziative personali.
Il risultato cambia al 12’: Robuschi centra un agevole piazzato che porta Udine a distanza di break:10-17.
La squadra di casa,però, è disunita e molto fallosa. Spadoni è costretto a sventolare in faccia un altro cartellino giallo. Stavolta va dietro la porta Montorfano, che era subentrato a Copetti nel primo tempo. Badia approfitta della superiorità numerica e prende i tre punti del piazzato che, al 19’ Leader mette in mezzo ai pali. La forbice si allarga :10-20.
La squadra rodigina potrebbe fare (e fa) ciò che vuole, ma rischia anche grosso in una delle rare incursioni dei padroni di casa nella metà campo badiese. Provvidenziale al 24’, un placcaggio dell’estremo Zarattini (uno dei migliori in campo) che blocca sul nascere un chiaro tentativo di meta da parte di Udine. Trova la terza meta Badia, ancora con Giolo che marca al largo quando siamo al 25’. Il preciso piede di Leader trasforma da posizione angolata per il 10-27 parziale.
Costantemente nei 22 avversari, Badia è alla ricerca del punto di bonus, ma non riesce a finalizzare le molte azioni in attacco per le troppe palle perse in avanti. La fretta nel cercare la via della meta tradisce i giocatori di Pedrazzi che chiede ai suoi un ultimo sforzo.
L’occasione propizia Badia ce l’ha al 35’. C’è un fallo di Udine dentro i propri 22 e Leader deve scegliere tra la touche e il piazzato. Pedrazzi dalla panchina ordina la rimessa laterale, per cercare poi la via della meta con una rolling-maul. L’irlandese, evidentemente, non sente l’ordine del suo allenatore, e preferisce piazzare tra i pali con un drop che porta Badia a +20.
Si riparte, ma Udine sembra non farcela a contenere gli attacchi degli ospiti, che hanno guadagnato più degli avversari nella girandola dei cambi dalla panchina. Faticano i neri padroni di casa a contenere i ripetuti attacchi di un generosissimo Maccan, e degli instancabili Chimera, Cecchetti e Arduin. Tuttavia il muro eretto dalla difesa friulana è comunque solido e, allo scadere, Zorzi intercetta la palla e, dalla propria linea di metà, si produce in una volata che lo porterà direttamente sotto i pali di Badia. Robuschi trasforma e l’incontro finisce 17-30.
Grande prova d’orgoglio di Pedrazzi & C. ben orchestrati in mediana da un ottimo Faasen che ha dato respiro e fiducia a Leader, molto più efficace della scorsa settimana. Bella la prova di Giolo (2 mete), del capitano Maccan e di Zarattini, che in difesa si è fatto in quattro, salvando una sicura meta nei minuti finali. Bene il pacchetto di mischia, sia in partenza che nelle sostituzioni, che non ha mai sofferto gli avversari. Migliorate le rimesse laterali. Da rivedere ancora le giocate alla mano.
L’Amatori ritorna a Badia con 4 punti frutto di una gara giocata sempre con grinta e determinazione, di buon auspicio per la prossima gara contro il Volteco Ruggers Tarvisium che con la vittoria di oggi contro i Rangers Vicenza è in testa alla classifica.

Campionato di Serie A – Girone 3
Udine, 12 ottobre 2014
Stadio Otello Gerli – Udine
Rugby Udine 1928 – Amatori Rugby Badia 17-30 (pt 7-17)
Marcatori: p.t. 3’ m Giolo tr Leader (0-7); 6’ m Faasen tr Leader (0-14); 13’ cp Faasen (0-17); 14’ m Conti tr Robuschi (7-17); s.t. 12’ cp Robuschi (10-17); 18’ cp Leader (10-20); 25’ m Giolo tr Leader (10-27); 35’ cp Leader (10-30); 40’ m Zorzi tr Robuschi (17-30).
RUGBY UDINE 1928: Robuschi; Marconato, Flynn, Lo Schiavo (10’ st D’Anna, 29’ st Zorzi), Conti; Lentini (v.cap), Barella (31’ pt Giallongo); Macor, Di Pietro (cap), Dri; Da Col (4’ st Braccagni, 20’ st Monterisi, 30’ st Braccagni), Signore; Wachsmann (1’ st Balistrieri), Corbanese, Copetti (34’ pt Montorfano).
A disposizione non entrato: Venier.
All.: Fedrigo
AMATORI RUGBY BADIA: Zarattini; Braghin (39’ st Badocchi), Arduin (27’ st Flagiello), Pedrazzi (19’ Fratini), Giolo; Leader, Faasen; Cecchetti, Maccan, Chimera; Michelotto F. (13 st Ghirotti), Pavan; Bordonaro (1’ st Bellettato), Zorzetto, Colombo (13’ st Tellarini).
A disposizione non entrati: Cecchetto, Davin.
All. Pedrazzi
Arbitro: Spadoni
G.d.l.: Bellinato e Brescacin
Calciatori: Leader cp 2/3 tr 3/3; Faasen cp 1/1; Robuschi cp 1/2 tr 2/2 Cartellini: giallo 33’ pt Robuschi; giallo 19’ st Montorfano.
Note:cielo parzialmente nuvoloso, temperatura gradevole, campo in ottime condizioni, spettatori 200 circa.
Punti conquistati in classifica: Rugby Udine 1928 0, Amatori Rugby Badia 4.
Derby padovano ad appannaggio del Valsugana Rugby, vittorioso in casa contro il Roccia Rubano 16-9. Solo una meta (del Valsugana con Frezza al 32’ st) e poi i piedi di Roden, Mercanzin e Borsetto.
A Treviso il Volteco Ruggers Tarvisium balza sorprendentemente in testa alla classifica dopo due vittorie in due incontri. Quello di oggi vinto 22-3 contro Vicenza, alla seconda sconfitta consecutiva, ora ultimo in classifica.

La classifica generale aggiornata.



Enrico DANIELE