Il Boccaccio Rugby News cambia volto! La nuova versione del sito all'indirizzo www.boccacciorugbynews.it
Questa versione del blog rimarrà attiva ancora per qualche tempo

Il nuovo Boccaccio Rugby News

domenica 21 dicembre 2014

SERIE A GIRONE 3: TARVISIUM, VALSUGANA E UDINE PER LA POULE PROMOZIONE

La Volteco Tarvisium di misura contro il Valsugana.
Il Roccia Rubano si prende la soddisfazione di battere Udine.
Badia cede a Vicenza.
Per tutte, la testa era già al 18 gennaio.


Domenica pre-natalizia per tutte le squadre del girone 3, dove i giochi erano ormai fatti già dall’ultimo turno.
Poche le sorprese, con la sfida tra la capolista Tarvisium e la seconda forza, il Valsugana, chiusa a favore dei trevigiani 8-3.
Successo risicato, ma era preventivabile, visto lo scarso interesse delle due squadre di “farsi del male” in vista di una seconda parte di stagione dove entrambe tenteranno la scalata finale per l’Eccellenza.
Primo tempo che al Monigo si chiudeva sul 3-3 per i calci di Pavin e Roden (entrambi abbastanza imprecisi) con le due squadre intente perlopiù a studiarsi, salvo una “quasi meta” di Beraldin al 30’: il giovane centro nell’atto di schiacciare la palla commetteva “in avanti”.
Seconda frazione di gioco che si apre subito con la marcatura di Lionieri, sugli sviluppi di una touche nei 5 metri del Valsugana. Pavin non trasforma: 8-5.
Risultato che non cambierà, nonostante alcune azioni favorevoli sia all’una che all’altra squadra.

Un'azione del match tra Volteco Tarvisium e Valsugana al Monigo di Treviso
(ph Ufficio Stampa Valsugana)
Cede l’intera posta in gioco l’Amatori Rugby Badia nella trasferta a Vicenza.
La squadra di coach Roberto Pedrazzi, in fase di sperimentazione da qualche turno, chiude la sua deludente prima fase territoriale al penultimo posto in classifica generale. Sul campo dei Rangers subisce 3 mete già nella prima frazione di gioco (9’ Doglioli, 38’ Savio e 42’ Tonello), andando al riposo sotto di 19 punti. Nella ripresa saranno altre due le mete per la squadra di Fabio Coppo (15’ Amura, 40’ Doglioli), intervallate dalla marcatura di Canato al 38’ per i badiesi.
Le due squadre si ritroveranno nella Poule Retrocessione, a partire dal prossimo 18 gennaio.
Si prende una bella soddisfazione la cenerentola del Girone 3. Il Roccia Rubano di Andrea Zulian saluta il proprio pubblico, congedandosi dalla prima fase del campionato con una soddisfacente vittoria contro Udine 23-15.
Squadra di casa che, priva di Lucio Prati in Brasile con l’Italia del Beach Rugby, riesce a dare il meglio di se con una buona prestazione corale, riuscendo a centrare la seconda vittoria stagionale ai danni di una formazione già col pensiero proiettato alla Poule Promozione.
Ospiti in “chiaroscuro”, con una formazione iniziale ampiamente rimaneggiata vista l’evidente intenzione di coach Giacomo Fedrigo di “risparmiare” le migliori pedine per la prossima fase stagionale.
Sono gli ospiti a rendersi subito pericolosi con un break di Giallongo al 4’ e con la meta di Corbanese al 5’ non trasformata (0-5).
La squadra di casa sembra aver incassato il colpo e non tarda a mostrare la reazione: al 7’ Mozzato (uno dei migliori in campo, oltre che uno tra i più giovani, classe 1995) esalta il pubblico con un pregevole spunto personale dalla 3/4 avversaria. Nessuno può resistere alla potente progressione dell’italo-canadese che si porta a spasso un paio di avversari prima di posare il pallone sul palo di sinistra. Facile il compito di Mercanzin nel centrare la trasformazione: 7-5.
Udine subisce il colpo e fatica riordinare le idee, concedendo ripetuti falli alla squadra di casa, che ne approfitta per muovere lo score: al 26’ e al 34’ è sempre il piede di Mercanzin a dare punti alla sua squadra (13-0). Facili alle proteste, i friulani “infastidiscono” il direttore di gara che è costretto più volte a penalizzarli con i “10 metri” d’arretramento.
La prima frazione di gioco si chiude con un’azione di Borsetto combinata con Russo, fermato dentro i 22 dalla difesa di Udine e con un piazzato di Mercanzin dalla lunga distanza che arriva corto sotto la traversa.
La ripartenza è ancora favorevole dei padovani: al 5’ è irresistibile la rasoiata sulla fascia sinistra del campo di Russo che schiaccia sulla bandierina. Mercanzin è bravo a trasformare e il Roccia va sul 20-5.
A questo punto Fedrigo prova a mischiare le carte e a dare più sostanza alla sua squadra, con i nuovi innesti di Barella e Montorfano. Si vede un certo miglioramento, specie in mischia chiusa, che ora sembra più efficace.
Al 14’ arriva il piazzato di Flynn a muovere finalmente il tabellino di Udine (20-8), ma Mercanzin gli fa eco al 24’, ristabilendo le distanze (23-8).
E’ puntuale il Roccia a smorzare le azioni di attacco imbastite da Udine, bloccando le iniziative con precisione nei punti d’incontro.
La partita si anima a sufficienza per scaldare il pubblico, immerso nella nebbia che ha stazionato per tutto l’incontro, e alcune tensioni in campo costringono ad un lavoro supplementare il direttore di gara (apparso a volte in leggera confusione nel determinare le sue decisioni). Due i cartellini gialli estratti: al 25’ quello per Targa e al 30’ quello per Montorfano.
Al 26’ il break di Fiorita, capitano di giornata, mette in condizione Rubano di poter puntare al bersaglio pesante, tuttavia non riuscendoci.
Ribaltamento di fronte qualche minuto più tardi, con Udine che cerca di riprendere in mano il gioco: veloce l’azione di Flynn in combinazione con Zorzi, che trova una touche, sugli sviluppi della quale la rolling maul di Udine finisce quasi sulla linea di meta, ma il pack commette “in avanti”.
La meta di Udine arriva al 35’ con Gerussi, imbeccato da Signore. La trasformazione di Flynn chiude il tabellino, favorevole al Roccia Rubano, 23-15, che rimanda in Friuli la squadra ospite senza il punto di bonus.
Per il XV dei cinghiali si prospetta ora una seconda fase di campionato dove si dovranno conquistare la permanenza nella categoria con l’Amatori Rugby Badia, i Rangers Vicenza, il Valpolicella, il Lumezzane e ASR Milano.

ROCCIA RUBANO – RUGBY UDINE  23 – 15 (13-5)
ROCCIA RUBANO: Borsetto (31’ st Casotto); Russo, Casalini, Ercolino, Pavan; Mercanzin, Sandonà; Mozzato (38’ st Cardin), Ricardi, Fiorita (cap.); Targa, Viel; Cusumano (18’ st Bortoletti), Masala (31’ st Rossetto), Franceschetto (10’ st Varroto). Non entrati: Colleselli, Boaretto, Marcato. All. Zulian
RUGBY UDINE1928: Lentini; D’Anna (31’ st Gerussi), Lo Schiavo, Conti, Zorzi; Flynn, Giallongo (8’ st Barella); Signore, Di Pietro, Macor (8’ st Montorfano); Bagolin (1’ st Da Col), Sironi (31’ st Giannangeli); Monterisi (8’ st Balistrieri), Corbanese (33’ st Venier), Copetti (25’ st Mezzavilla). All. Fedrigo
MARCATORI: p.t. 7’ m. Corbanese (0-5), 10’ m. Mozzato tr. Mercanzin (7-5), 26’ c.p. Mercanzin (10-5), 34’ c.p. Mercanzin (13-5); s.t. 5’ m. Russo tr. Mercanzin (20-5), 14’ c.p. Flynn (20-8), 24’ c.p. Mercanzin (23-8), 34’ m. Gerussi tr. Flynn (23-15).
ARBITRO: Righetti (VR)
GDL: Giacomini e Bellinato (TV)
NOTE: Spettatori: 250 ca. Cartellino giallo: s.t. 25’ Targa (R) e 30’ Montorfano (U). Calci: Mercanzin (R) 5/7 (tr. 2/2, c.p. 3/5), Flynn tr. 2/3 (tr. 1/2, c.p. 1/1). Punti conquistati in classifica: Rubano 4, Udine 0.



Enrico DANIELE