Il Boccaccio Rugby News cambia volto! La nuova versione del sito all'indirizzo www.boccacciorugbynews.it
Questa versione del blog rimarrà attiva ancora per qualche tempo

Il nuovo Boccaccio Rugby News

giovedì 5 febbraio 2015

CLASSIFICHE INDIVIDUALI ECCELLENZA: I METAMAN SONO DEL MARCHIOL MOGLIANO, SORPASSO DI MARCO FILIPPUCCI SUL COMPAGNO VAN ZYL

Assieme ad Onori (4 mete), sono in tutto 18 le mete marcate dai giocatori biancoblu.
Barraud ancora una volta eletto “man of the match”: 5 nomine in questa stagione.

Marco Filippucci, terza linea del Marchio Mogliano, primo nella classifica
dei "meta man" con 8 marcature
(nella foto di Alfio Guarise in meta contro L'Aquila)
La sconfitta all’ultimo minuto di recupero, subita lo scorso sabato in casa della Lafert San Donà, non ha cambiato la classifica del Marchiol Mogliano, ancora in seconda posizione (37) dietro 4 punti dal Cammi Calvisano (41).
A differenza dei calvini, che affidano la realizzazione dei propri punteggi (piazzati-drop, mete, trasformazioni) ad almeno 19 giocatori, il Marchiol Mogliano lo fa con 15, in particolare concentrando il “carico” su 4 elementi: Barraud, Van Zyl, Onori e Filippucci.
Insieme, realizzano 237 punti per il Mogliano (su un totale di 309, pari a circa il 77%). Il Cammi Calvisano si avvicina al punteggio dei quattro di Mogliano, raggiungendo quota 210 punti, ma con i primi sei migliori marcatori, beneficiando inoltre di 5 mete tecniche.
Questione di singoli o questione di squadra? Dipende.
Il Cammi Calvisano ha un organico con giocatori di qualità in quasi tutti i reparti, molti dei quali in grado di marcare i 5 punti. L’indubbia consistenza del pacchetto degli avanti favorisce molto il lavoro dei giocatori predisposti a marcare meta, ma è il pacchetto stesso che in ben 5 occasioni lo ha fatto. Il pacchetto delle Fiamme Oro ne ha messe a segno 3, mentre quello di Mogliano una sola.
“Uomo meta” è Marco Filippucci (8) del Marchiol Mogliano, che sabato ha scalzato il suo compagno di squadra Van Zyl (5), prendendo posto in testa alla classifica generale. Nella sconfitta col San Donà, Filippucci ha marcanto due mete (il tabellino del match riporta 1 sola meta, l’altra è stata assegnata erroneamente a Gega – ndr). Terza linea classe 1986, 188 cm per 105 kg, originario di Marostica (VI), proviene dalla Benetton Treviso dove aveva disputato 8 stagioni consecutivamente. Solitamente impiegato terza-centro, nella sua squadra a volte lascia il nr. 8 ad Halvorsen per giocare nel ruolo di flanker.
La classifica dei “marcatori” è comandata ancora da Aristide Barraud (144), seguito da Nicola Benetti (124), che sabato non ha giocato. Terzo miglior marcatore Matt Cornwell (114).
Sempre Barraud si conferma miglior “man of the match”: domenica a San Donà gli è stato attribuita la 5a nomina. Secondi, pari merito, Basson e Cornwell (3).



Enrico DANIELE