Il Boccaccio Rugby News cambia volto! La nuova versione del sito all'indirizzo www.boccacciorugbynews.it
Questa versione del blog rimarrà attiva ancora per qualche tempo

Il nuovo Boccaccio Rugby News

domenica 30 novembre 2014

ECCELLENZA: CALVISANO ALL’ULTIMO SECONDO

A Padova una meta di Steyn trasformata allo scadere da Seymour, beffa il Petrarca.
Rovigo tiene il passo: battuto Viadana.
Classifica generale con le Fiamme Oro in zona play off.
L’Aquila e Prato giocano un altro campionato.


Nei secondi finali di un match giocato per 75 minuti nel “testa a testa” dalla piazzola tra Fadalti e Seymour, la vittoria a tempo scaduto e per un solo punto, va al Cammi Calvisano (15-16). Il merito tutto di Seymour che trasforma la meta di Steyn, lasciando attonito il pubblico di casa che, a 5 minuti dalla fine già assaporava la vittoria del Petrarca, avanti 15-9. Cammi Calvisano ancora primo in classifica generale a 25 punti.
Sa di beffa la quarta sconfitta in campionato per la squadra di Moretti e Salvan che, per la prima volta in questa stagione, poteva finalmente schierare tutti e quattro gli stranieri. Un vero peccato, perché con la vittoria il Petrarca avrebbe potuto inserirsi appena dietro alla zona play off, con un calendario che, da qui in avanti, l’avrebbe favorita.  
Non perde colpi la Femi CZ Rovigo, che vince in trasferta anche contro il Rugby Viadana (16-11), lasciando inalterata la distanza in classifica (-2) dai Campioni d’Italia. Bersaglieri a 23 punti.
I due posticipi giocati oggi pomeriggio hanno definito nitidamente la classifica con 5 squadre in lotta per 4 posti, e le altre a giocarsi, per ora, solo l’onore del campo.
Dietro la Femi Cz Rovigo, infatti, troviamo il Marchiol Mogliano a 22 punti e poi le Fiamme Oro che dividono la quarta piazza con Rugby Viadana, entrambe a 19 punti.
Tutte le altre più indietro, con la IMA Lazio (14 punti) che in un solo colpo passa sia il Petrarca che la Lafert San Donà (appaiate a 12 punti).
L’Aquila e Cavalieri Prato, per ora giocano un altro campionato.
E’ presto per dire che il campionato abbia già una sua ben definita identità, tuttavia, da quello che si è visto sin qui, pare proprio sia così.
A mio avviso, la sorpresa più grande in positivo, sono le Fiamme Oro, mai così in alto nella classifica dopo 6 turni di campionato. Quella in negativo, la Lafert San Donà, sconfitta sabato proprio dai cremisi: il club veneziano sembra aver perso anche quella proverbiale prepotenza in mischia che ne aveva caratterizzato le prestazioni, specie al “Pacifici”.  Da rivedere il Rugby Viadana, autore di una partenza forse al di sopra delle stesse loro aspettative, così come il Petrarca. I bianconeri mancano di cinismo, specie in fase di concretizzazione, oltre che ad essere fortemente in debito con la fortuna, specie a causa dei numerosi infortuni.
La classifica generale aggiornata, prima della ripresa del campionato che avverrà tra il 20 e 21 dicembre prossimi.



Enrico DANIELE