Il Boccaccio Rugby News cambia volto! La nuova versione del sito all'indirizzo www.boccacciorugbynews.it
Questa versione del blog rimarrà attiva ancora per qualche tempo

Il nuovo Boccaccio Rugby News

giovedì 8 gennaio 2015

MEMO GEREMIA: SOLO UN NOME ALL’INGRESSO DEGLI IMPIANTI DEL PETRARCA RUGBY

Passa inosservato il ventesimo anniversario della morte dell’uomo che ha fatto la storia del Petrarca.

Giusto qualche giorno fa, con amici, si ricordava l’imminente ventennale della scomparsa di Memo Geremia.
Ci si chiedeva quale sarebbe stata la sua reazione di fronte all'attuale posizione in classifica del Petrarca, mai così critica da almeno 15 anni.
E questo, anche rispetto alle dichiarazioni rese alla stampa dal Presidente Toffano - quasi con rassegnazione (pur in assenza di una “condanna definitiva”) - quando invece sarebbe servita una solida sferzata per ricaricare gli animi di orgoglio ed entusiasmo.

Guglielmo "Memo" Geremia, prima giocatore, poi allenatore 
e Presidente del Petrarca Rugby, in una nota immagine di Piero Rinaldi.
Il ventennale della scomparsa dell'uomo simbolo del Petrarca, 

completamente dimenticato dalla società bianconera. 
Ieri, 7 gennaio 2015, ricorreva il 20° anniversario da quando Guglielmo “Memo” Geremia ha passato la palla e il testimone all'attuale dirigenza.
Pare che nessuno se ne sia accorto: nessun cenno sul sito della società, nessun comunicato stampa ufficiale…niente.
Peccato.
Ce l’ha ricordato Elvis Lucchese (giornalista veneziano, attento e appassionato, puntuale e meticoloso nella sua ricerca storica di tutto ciò che riguarda la palla ovale italiana e mondiale), che ha fatto di Memo un bel ritratto sul suo blog “La terra del rugby”.
L’articolo, grazie ai social network, ha fatto il giro delle bacheche in tutta la rete.
(http://venetoblog.corrieredelveneto.corriere.it/2015/01/07/rugby-come-educazione-alla-vita-20-anni-fa-la-scomparsa-di-memo-geremia/).
E i commenti, a volte aspri e duri, non si sono fatti attendere.
Chi, a mio parere, ben identifica la grave mancanza da parte della società bianconera, é un amico molto vicino al Petrarca che fa riferimento al vecchio detto veneto magna e desmentega”.
E’ la perdita di memoria storica, tipico male del nostro tempo,  una deriva verso cui, purtroppo, l’ambiente petrarchino sembrerebbe essersi ormai già avviato.
Qualcun’altro si sarebbe aspettato una commemorazione, da ufficiare nella cappella del Centro Sportivo del Petrarca, proprio a voler ricordare un Uomo che ha dato sostanza e lustro alla nostra società.
Purtroppo, di Memo Geremia resta solo un nome a grandi lettere cubitali all’ingresso degli impianti.
Un po’ poco per ricordarlo, specie ai più piccoli che varcano ogni giorno quei cancelli e magari neanche sanno bene quanto Memo rappresenti per il Petrarca e per la Città di Padova.  
   
Enrico DANIELE