Il Boccaccio Rugby News cambia volto! La nuova versione del sito all'indirizzo www.boccacciorugbynews.it
Questa versione del blog rimarrà attiva ancora per qualche tempo

Il nuovo Boccaccio Rugby News

sabato 28 novembre 2015

IL PETRARCA TIENE IL PASSO: VITTORIA A PIACENZA

Contro la matricola del campionato, massimo risultato col minimo sforzo.
Ed Gower all’esordio, nominato “man of the match” dai giornalisti piacentini.
Calvisano rullo compressore: travolta L’Aquila.
Femi CZ Rovigo: l’equilibrio con Viadana rotto negli ultimi sette minuti.
Fiamme Oro: Mogliano torna ad essere un tabù anche in 14.


Il Petrarca tiene il passo delle migliori nella sesta di campionato.
Giocando al risparmio, contro la matricola Lyons Piacenza, ottiene il massimo del risultato (9-26, 4 mete, 5 punti) e consente alla squadra di Andrea Cavinato di mantenere invariato il distacco dalle prime della classe.
Infatti, Calvisano distrugge L’Aquila (61-3) e la Femi Cz Rovigo batte Viadana (34-14) marcando tre mete negli ultimi 7’ di gara.
Non solo, ma il Petrarca allunga rispetto al Marchiol Mogliano (che ora è a -6), pur vincitore sulle Fiamme Oro (15-16) dopo un match giocato per 75’ in inferiorità numerica (cartellino rosso a Koroi al 5’ pt).
Sono praticamente tutte qui le buone notizie della giornata dei bianconeri.
Sì, perché la gara di oggi, aldilà del risultato (per la verità piuttosto prevedibile, data la sostanziale differenza tra le due contendenti), non ha mostrato molto altro.


La cronaca.
Parte subito forte la squadra di casa, evidentemente stimolata dal blasone dell’avversario e per i primi minuti il gioco si sviluppa nei pressi dei 22 del Petrarca.
Tuttavia, Conforti & C. non ci mettono molto a carburare.
Al 5’ un affondo di Favaro viene fermato a pochi passi dalla meta e già al 7’ arriva la prima marcatura. Dagli sviluppi di una rimessa laterale, Su’a (a mio avviso il migliore in campo, assieme al suo compagno Menniti-Ippolito e a Pasini dei Lyons) con una mezza veronica infila una diagonale tra le maglie strette della difesa di casa, e trova il giusto timing per dare l’ovale a Benettin, cui non resta che proseguire sin sotto i pali. Facile la trasformazione di Nikora e Petrarca avanti 7-0.
Sembra il preludio di una gara tutta in discesa per il Petrarca.
Ma bastano solo pochi minuti perché Nathan metta tra i pali un calcio piazzato da ragguardevole distanza e concesso da Trentin per un fallo in mischia ordinata di Jacob (3-7).
Sino al 24’ il Petrarca concederà altri 4 falli ai Lyons (2 in mischia chiusa e 2 in gioco aperto) con conseguenti altrettante punizioni che Nathan,per fortuna, non capitalizzerà (2 calci piazzati falliti e due calci spediti in touche).
Al 30’ la seconda meta del Petrarca.
Francescato (positivo nel suo nuovo impiego all’ala) arriva quasi in meta sulla bandierina di destra dopo otto fasi di gioco ma, nel cambio di fronte, è Rossi che riesce ad eludere gli avversari e posare l’ovale sulla bandierina opposta. Nikora fallisce la trasformazione, molto angolata (3-12).
Al 36’ Forte sbaglia di poco un tentativo di drop appena fuori i 22 del Petrarca e, nell’azione successiva, resta a terra Nathan dopo un contatto in una ruck. L’apertura dei Lyons è costretto a lasciare il terreno di gioco a causa di una sospetta lesione ai crociati del ginocchio destro.
Una brutta faccenda per la squadra di Bertoncini (già priva degli infortunati Trower, Lombardi e Ward) che è costretto a mandare il campo Montanari e spostare Pasini all’estremo.
Sino alla fine della prima frazione di gioco non succede più nulla di rilevante, salvo un’altra incursione di Rossi fermato da un “in avanti”.
Al rientro (Cisse per Tarantini e Ferri per Pardeep nei Lyons) è ancora la squadra di casa a provare l’affondo, prima con Subacchi al 1’ e poi da rimessa laterale vinta, con successivo calcio piazzato che Pasini mette tra i pali (6-12).
Al 6’ Larsen lascia il posto a Nostran che non fa rimpiangere l’uscita dell’ex picentino, autore di una prova tutt’altro che brillante, mentre Michieletto dà respiro a Trotta (anche oggi costante nel rendimento).
All’8’ Conforti batte una “veloce” per Nikora che passa l’ovale a Ferraro. Il tallonatore fiorentino lo porta oltre l’acca con la difesa dei Lyons immobile. E’ sempre Nikora a trasformare per il 6-19.
Terzo affondo e terza meta del Petrarca.
Rossetto rimpiazza Jacob (oggi falloso in chiusa), Fadalti prende il posto di Francescato e, nei Lyons, Daniele cede il suo a Cocchiaro, mentre Baracchi subentra a Chiappini e Bruno a Boreri.
I padroni di casa provano a costruire qualche azione di gioco, tuttavia non riuscendo ad avvicinarsi mai alla linea di meta del Petrarca.
Al 17’ il fallo di Rossetto in mischia ordinata causa il calcio di punizione di Pasini, centrale dalla media distanza (9-19).
Al 18’ è la volta dell’ex Staibano, che prende il posto di Carloni, mentre nel Petrarca è Vento a sostituire Milani.
Al 22’ il quarto affondo del Petrarca.
Vince una mischia ordinata ad introduzione Lyons e giocata dentro i 22. Su’à batte veloce per Favaro che imbecca Fadalti, al quale non resta che castigare per la quarta volta i padroni di casa, attoniti. Nikora trasforma, pur se da posizione molto angolata: 9-26.
Compito eseguito dal Petrarca che manda in campo anche Maistri per Ferraro e Bettin per Benettin (sempre molto efficace nei placcaggi).
Al 24’ Gower si fa notare per aver rubato una palla nei 22 avversari (sin prima, sinceramente, pochi si erano accorti di lui, salvo i giornalisti piacentini che a fine gara lo eleggeranno “man of the match”).
Al 31’ l’ultimo affondo del Petrarca, ancora con Favaro, Menniti-Ippolito e Fadalti, senza nessuna conseguenza.
Prima della fine lo spunto personale di Pasini sull’out di destra, suggella la bella prestazione del giovane mediano/estremo classe 1995 dei Lyons, ma non crea preoccupazioni e non modifica il risultato che consente al Petrarca di incamerare i 5 punti.
In classifica generale è sempre la coppia Femi Cz Rovigo e Calvisano Rugby a comandare, con 25 punti. Segue il Petrarca a 24. Il Marchiol Mogliano chiude la zona play-off a 18 punti.
Al quinto posto i Viadana Rugby con 14 punti. Segue la IMA Lazio con 13 (nell’anticipo di ieri aveva battuto fuori casa la Lafert san Donà 18-28) e le Fiamme Oro a 13.
Lafert San Donà terzultima a 9 punti, i Lyons Piacenza 2 punti e chiude L’Aquila a -4.
Il tabellino del match.

Piacenza, Stadio “Walter Beltrametti” – sabato 28 novembre 2015
Eccellenza, VI giornata
SITAV LYONS PIACENZA vs PETRARCA RUGBY  9-26 (3 - 12 )
Marcatori: p.t. 6’ m Benettin tr Nikora (0-7), 11’ cp Nathan (3-7), 29’  m Rossi (3-12); s.t. 43’ cp Pasini (6-12), 48’ m Ferraro tr Nikora (6-19), 59’ cp Pasini (6-19), 62’ m Fadalti tr Nikora (6-19).
Sitav Lyons Piacenza: Cammi (70’ Via); Bassi, Subacchi, Forte, Boreri (56’ Bruno); Nathan (37’ Montanari), Pasini; Fornari (Cap.), Tarantini (41’ Cissè), Ferrari; Chiappini (50’ Baracchi), Ortis; Carlon (60’ Staibano), Daniele (49’ Cocchiaro), Singh (41’ Ferri).
All. Bertoncini.
Petrarca Rugby: Menniti-Ippolito; Francescato (50’ Fadalti), Favaro, Benettin (66’ Bettin), Rossi; Nikora, Su’a; Larsen (46’ Nostran), Conforti (Cap.), Targa; Gower (70’ Salvetti), Trotta (46’ Michieletto); Iacob (48’ Rossetto), Ferraro (64’ Maistri), Milani (60’ Vento).
All.: Cavinato.
Arb. Trentin
Calciatori: Nikora (Petrarca Rugby) 3/4, Nathan (Sitav Lyons Piacenza) 1/1, Pasini (Sitav Lyons Piacenza) 2/2,
Note: circa 1000 spettatori
Punti conquistati in classifica: Sitav Lyons Piacenza 0, Petrarca Rugby 5.
Man of the match: Gower (Petrarca Rugby)


Enrico DANIELE