Il Boccaccio Rugby News cambia volto! La nuova versione del sito all'indirizzo www.boccacciorugbynews.it
Questa versione del blog rimarrà attiva ancora per qualche tempo

Il nuovo Boccaccio Rugby News

giovedì 5 novembre 2015

LE DESIGNAZIONI ARBITRALI DELLA QUINTA GIORNATA

L’anticipo del venerdì tra L’Aquila e le Fiamme Oro affidato a Filippo Bertelli.
Entrambe le squadre hanno bisogno di una vittoria.
Colpo di scena a Calvisano: Ben Seymour tornato a casa.
Alla Guizza il derby veneto tra Petrarca e San Donà affidato a Claudio Blessano.
Il Petrarca è chiamato alla continuità.


Come ormai ci stiamo abituando in questa stagione, la quinta giornata del Campionato d’Eccellenza avrà il suo prologo con l’anticipo del venerdì sera. Stavolta, di fronte alle telecamere di Rai Sport 1, con inizio alle 19:10, saranno di fronte L’Aquila Rugby Club e le Fiamme Oro Roma, due squadre che, per certi versi, in questo inizio di campionato hanno avuto destini simili.
Quattro sconfitte su quattro per gli abruzzesi, zero punti in classifica, cui si aggiungono i 4 punti di penalizzazione. Un campionato tutto in salita.
Non hanno fatto molto meglio i poliziotti: tre sconfitte su quattro, l’ultima delle quali sabato scorso, in casa contro il Petrarca, ottavo posto in classifica, 6 punti. Se per la giovane squadra di Ludovic Mercier si poteva immaginare una certa sofferenza iniziale, non si può dire lo stesso per quella di Eugenio Eugenio. Le Fiamme Oro, infatti, grazie ad una serie di piccoli passi in avanti, dopo tre anni nella massima categoria avevano terminato la scorsa stagione con l’ambito quarto posto e, in questo campionato, erano attese tra le favorite per la riconquista dei play off.
Venerdì si ritroveranno di fronte (lo avevano già fatto in pre-campionato) entrambe con l’assoluta necessità di una vittoria.
Mercier ci crede e sprona i suoi alla “guerra” chiedendo di confermare l’ottimo lavoro fatto dai neroverdi durante tutta la settimana, sin dall’inizio del campionato. Conoscendo “Ludo il guascone”, c’è da credere che, prima o poi, L’Aquila avrà le soddisfazioni che merita. E l’occasione propizia potrebbe essere proprio contro le Fiamme Oro, cui il morale non è proprio al massimo, mentre l’infermeria è affollatissima. Eugenio Eugenio, però, è consapevole che la sua squadra, se vuole riconfermare i risultati della scorsa stagione, non può perdere altro terreno sulle avversarie.
L’arbitro della serata sarà Filippo Bertelli di Ferrara.
Sabato le altre gare, con un anticipo.
All’ Acqua Acetosa, la gara tra la IMA Lazio e i Campioni d’Italia del Calvisano Rugby inizierà alla 14:00 e sarà diretta dal Elia Rizzo.
Due vittorie e due sconfitte per gli uomini di Carlo Pratichetti che consentono agli aquilotti di occupare la settima piazza con 8 punti, a soli 2 dalla zona play off. Un obiettivo che il club della Capitale si pone da molti anni, purtroppo però non ancora raggiunto. Sabato, contro la forte squadra della bassa bresciana, avranno un’occasione in più per far capire ai propri tifosi se, questa stagione, sarà quella buona. Calvisano permettendo.
Infatti, la squadra di Massimo Brunello, in questa stagione, ha steccato una sola volta in casa del Petrarca, di misura, quasi allo scadere del tempo. Per il resto è sempre stata una specie di rullo compressore (36 punti rifilati sabato scorso ai danni di Viadana, 41 a San Donà alla seconda di campionato, 26 all’esordio in casa della Lyons Piacenza). Meglio di loro solo i rivali delle ultime stagioni, la Femi CZ Rovigo. Sui calvini, tuttavia, in settimana si è abbattuta una tegola. Ben Seymour, l’apertura australiana dai natali neozelandesi, è ritornato in patria. Sembra che non sentisse più a suo agio in casa bresciana e il passaggio a Treviso, mai concretizzato, pare sia stata la chiave di volta nella sua inattesa decisione. Un vero e proprio colpo di scena inatteso, che lascia sprovvisti i Campioni d’Italia dell’elemento di maggior spicco.
Alle 15:00 le altre tre gare.
Altro derby veneto al “Quaggia” e derby di alta classifica. Sul campo, infatti Marchiol Mogliano e Femi CZ Rovigo potrebbero essere appaiate, non fosse per la penalizzazione subita da Mogliano alla prima giornata (5 punti persi e 4 di penalizzazione). Una gara che si preannuncia col coltello tra i denti, tutta da vedere, soprattutto se i “periti balistici” delle due squadre avranno la vena giusta. Barraud da una parte e Basson dall’altra con le loro giocate al piede possono veramente determinare le sorti della propria squadra. Nella squadra di Frati probabilmente all’opera il pilone fijiano, classe 1988, Atalifo Leeroy, aggregato alla squadra della sua Nazionale ai recenti Campionati del Mondo.
Per l’occasione sarà Giuseppe Vivarini a tenere il fischietto e dirigere la gara.
Allo “Zaffanella” il Viadana riceve i Lyons Piacenza. Entrambe perdenti nell’ultimo turno di campionato, la voglia di riscatto è tanta. Da Piacenza note più che positive, nonostante la sconfitta, nell’anticipo di venerdì scorso contro La Lafert San Donà. Gli uomini di Achille Bertoncini hanno sfiorato l’impresa, quasi rimontando lo svantaggio sui veneziani. La squadra di Casper Steyn è pronta a riscattare la sconfitta di Calvisano e di fronte al proprio pubblico non c’è occasione migliore. Sarà il romano Emanuele Tomò a giudicare la gara.
Claudio Blessano. Sarà lui a dirigere
il derby veneto tra Petrarca e San Donà
L’ultimo incontro al “Memo Geremia”. Di fronte il Petrarca di Andrea Cavinato e la Lafert San Donà. Il Petrarca non era partito troppo bene. La scofitta con Rovigo aveva evidenziato gravi problemi in prima linea. Problemi che si sono evidenziati anche a L’Aquila, tuttavia “magicamente” spariti contro Calvisano e le Fiamme Oro. Il Petrarca è chiamato alla continuità, ascoltando il “mantra” di Cavinato che chiede di confermare il momento positivo di Conforti & C.. Jason Wright, dal canto suo, deve rimettere a posto qualche tassello della sua squadra perché, come visto venerdì scorso, rischiare di perdere una partita già virtualmente vinta alla fine del primo tempo, denota una mancanza di “istinto killer” che fa la differenza tra una buona squadra e una vincente.
Il Petrarca contro San Donà ha sempre fatto buone cose da quando i veneziani sono tornati nel massimo campionato, tre stagioni or sono, e il “Memo Geremia” è sempre stato un terreno propizio.
Un ottimo fischietto, quello di Claudio Blessano, oltre ad un pubblico numeroso, sono attesi sabato alla Guizza, dove anche il cartellone della giornata presenta alcune belle iniziative di contorno al match.


Enrico DANIELE