Il Boccaccio Rugby News cambia volto! La nuova versione del sito all'indirizzo www.boccacciorugbynews.it
Questa versione del blog rimarrà attiva ancora per qualche tempo

Il nuovo Boccaccio Rugby News

sabato 26 marzo 2016

IL PETRARCA SCONFITTO A SAN DONA’

Quarta sconfitta in sei gare.
Il derby va alla Lafert San Donà ed il Petrarca esce a testa bassa.

Nel secondo anticipo della quattordicesima giornata del Campionato d’Eccellenza giocata questa sera allo stadio “Pacifici” di San Donà, il Petrarca rimedia la quarta sconfitta in sei gare, con una vittoria e un pareggio. Un bottino piuttosto scarso per una squadra che vuole restare con le prime.
In classifica generale la squadra di Cavinato perde ancora terreno sulle tre di testa e si fa avvicinare dalla quinta, le Fiamme Oro, che nella prima gara disputata nel pomeriggio, ha fatto un sol boccone della cenerentola L’Aquila Rugby Club.


La cronaca.
Parte subito in salita la gara di stasera per il XV bianconero, sceso in campo con una formazione completamente rimaneggiata, a causa dei tanti indisponibili. Cavinato è costretto a far giocare Nikora estremo e Marcato all’apertura, con Soffiato mediano di mischia. Ed è proprio il giovane nr 9 del Petrarca che nella prima azione si scontra in maniera fortuita con il compagno di squadra Alberto Benettin. Entrambi sono costretti a lasciare il campo per i colpi ricevuti alla testa e, se Soffiato rientrerà in campo qualche minuto più tardi con una vistosa fasciatura alla testa, il centro non rientrerà più. Il Petrarca perde così uno degli uomini migliori.
Le prime azioni sono di studio e, a quanto fanno vedere entrambe le squadre, nessuna delle due sembra prendere l’inziativa.
Tuttavia, è il Petrarca a muovere per prima il tabellino con Fadalti, in campo dal primo minuto, che trasforma una punizione dai 22 (0-3). Intanto Soffiato lascia definitivamente il terreno di gioco per un altro colpo in testa e viene sostituito da Francescato.
Qualche minuto più tardi il Petrarca ha la possibilità di allungare ma la punizione di Fadalti esce di poco a lato.
Il Petrarca cerca di comprimere la Lafert nei propri 22 ma da un intercetto di Patelli nei propri 22 nasce l’azione che porterà in meta Falsaperla. Il nr. 9 veneziano si fionda a tutta lungo l’out di sinistra con il sostegno di Falsaperla che completa il lavoro del suo mediano schiacciando in bandierina. Dubbia la meta (contrastanti i giudizi dei cronisti Rai) perché pare che Fadalti sia riuscito a contrastare Falsaperla che avrebbe messo il piede oltre il fallo laterale prima di schiacciare in meta. Tuttavia Mitrea assegna i 5 punti (Costa non trasforma) e San Donà si porta sul parziale di 5-3 che chiude la prima frazione di gioco, dove il Petrarca dimostra ancora qualche lacuna nei lanci in touche e tanti errori di “handling”.
Qualche minuto dopo il rientro, entra in campo Menniti-Ippolito a sostituire Andrea Marcato, apparso piuttosto lento. Nikora riprende il suo naturale posto all’apertura, mentre il nuovo entrato si posiziona estremo, ruolo nel quale sta dando il meglio in questa stagione.
Al 6’ un cartellino giallo a Falsaperla, lascia i padroni di casa in inferiorità numerica ed il Petrarca ne approfitta. E’ Francescato che è lesto a rubare un pallone “libero” entro i 22 di San Donà e a posare l’ovale sotto l’acca. Fadalti trasforma e il Petrarca va in testa 10-5.
Non si perde d’animo la squadra dell’ex Zane Ansell. Aumenta la pressione e cerca di chiudere il Petrarca nei propri 22.
Al 20’ Menniti-Ippolito tenta l’azione personale e dai propri 22 si produce infilandosi tra le maglie allargate degli avversari e, aiutandosi con un calcetto a a seguire arriva sino ai 22 avversari. Però recupera palla Schiabel che riesce ad evitare un paio di placcaggi e servire Mortali (subentrato a Reeves) che va dritto in meta. Lo stesso Montali trasforma e porta in vantaggio la Lafert 12-10.
La fatica comincia a farsi sentire nei giocatori bianconeri e San Donà ne approfitta, giocando per buona parte della seconda frazione di gioco nella metà campo avversaria. Al 27’ è Gower a prendere un giallo per ripetuti falli in mischia e Preston marcherà la meta (trasformata da Mortali) che pota il risultato di San Donà oltre il break (19-10).
Il Petrarca continua a difendersi e prova anche ad attaccare. Negli ultimi minuti ha anche la possibilità di piazzare (con i tre punti avrebbe guadagnato almeno il punto di bonus) ma scelgono diversamente, preferendo calciare in rimessa laterale.
L’incontro finisce quindi con la vittoria dei padroni di casa e con la nomina a man of the match del gioiellino di casa, Dario Schiabel, classe 1997, Nazionale Under 20, uno dei migliori giovani prospetti di questo campionato.
Il Petrarca esce a testa bassa dal terreno di gioco. Irriconoscibile, rispetto a quando era persino riuscito a conquistare la vetta della classifica generale. Eravamo alla 10^ di campionato e da quel momento la discesa è stata irreversibile. Coach Andrea Cavinato, stasera a bordo campo, piuttosto che in tribuna, è apparso “tranquillo” rispetto alle altre volte.
C’è solo da sperare che le ultime deludenti prestazioni non abbiano inciso più di tanto sul morale dei giocatori che, come sempre, non lesinano impegno e dedizione in campo. Stasera, a mio modesto parere, tra i migliori il capitano di giornata Enrico Targa, ma anche Riccardo Michieletto (finalmente in campo dal primo minuto), Andrea Trotta, e Giacomo Belluco.
Ancora poco rilevante la prestazione di Nikora, cui sembra proprio mancare il compagno in mediana Jeremy Su’a, purtroppo ancora infortunato.

Andrea Trotta contrastato da Jaco Erasmus. Oggi schierato in terza linea
è stato uno dei migliori in campo nel Petrarca
(ph Ufficio Stampa Lafert San Donà)
Nella gara del pomeriggio, le Fiamme Oro avevano battuto L’Aquila Rugby Club con un netto 43-7, con cinque mete a zero già nel primo tempo. I cremisi si avvicinano in classifica generale e sono ora a -9 dal Petrarca.

Il tabellino del match.

San Donà di Piave, Stadio “Mario e Romolo Pacifici” – venerdì 25 marzo 2016
Eccellenza, XIV giornata
Lafert Rugby San Donà vs Petrarca Rugby 19-10 (5-3)
Marcatorip.t. 14’ cp Fadalti (0-3), 31’ m. Falsaperla (5-3); s.t. 50’ m. Francescato tr Fadalti (5-10), 60’ m. Mortali tr Mortali (12-10), 71’ m. Preston tr Mortali (19-10)
Lafert Rugby San Donà: Reeves (55’ Mortali); Schiabel, Iovu (79’ Bona), Bertetti, Falsaperla; Costa R., Patelli (cap); Padrò, Preston, Vian Gm (72’ Catelan); Erasmus, Koroi (53’ Bacchin); Michelini (53’ Coletti), Kudin, Borsi (53’ Zanusso)
A disposizione non entrati: Rorato, Dal Sie.
All. Zane Ansell
Petrarca Rugby: Nikora; Bettin, Belluco, Benettin (2’ Favaro), Fadalti; Marcato (49’ Menniti), Soffiato (38’ Francescato); Targa (cap), Trotta, Salvetti (57’ Nostran); Michieletto (63’ Zago), Gower; Iacob, Delfino (49’ Ferraro), Furia (49’ Acosta)
A disposizione non entrati: Milani
All. Andrea Cavinato 
arb.Mitrea
Cartellini: 47’ giallo Falsaperla (Lafert RugbySan Donà), 67’ giallo Gower (Petrarca Padova)
Note: Terreno in buone condizioni. Presenti 400 spettatori
Calciatori: Costa R. 0/1 (Lafert Rugby San Donà), Mortali 2/2 Lafert Rugby San Donà), Fadalti 2/3 (Petrarca Padova).
Punti conquistati in classifica: Lafert Rugby San Donà 4; Petrarca Padova 0
Man of the match: Dario Schiabel (Lafert Rugby San Donà)

Classifica provvisoria: 54 Femi CZ Rovigo e Rugby Calvisano, 44 Marchiol Mogliano, 43 Petrarca Rugby, 34 Fiamme Oro, 29 Lafert San Donà, 28 Rugby Viadana, 23 IMA Lazio, 9 Lyons Piacenza, 3 L’Aquila Rugby Club.


Enrico DANIELE