Il Boccaccio Rugby News cambia volto! La nuova versione del sito all'indirizzo www.boccacciorugbynews.it
Questa versione del blog rimarrà attiva ancora per qualche tempo

Il nuovo Boccaccio Rugby News

sabato 16 aprile 2016

PLAY OFF PETRARCA!

Battuta la IMA Lazio 30-13 e semifinali conquistate con due giornate d’anticipo
Primo tempo equilibrato, la svolta della gara nel secondo tempo

Mancano tre minuti alla fine del secondo tempo ed il Petrarca sta attaccando nei 22 della IMA Lazio che, solo qualche minuto prima, aveva marcato meta con Giacometti. La difesa biancazzurra riesce e liberare la palla che, tuttavia, finisce nelle mani di Menniti-Ippolito, piazzato sulla linea dei 10 metri nella metà campo della Lazio.
L’estremo del Petrarca, uno dei migliori in campo, si produce in uno straordinario slalom tra le maglie della difesa di casa e va a siglare la quarta meta, quella del bonus. Nella trasformazione, Fadalti coglie per la seconda volta il palo di destra dell’acca, tuttavia il Petrarca vince 30-13 e guadagna 5 punti in classifica. Quel che conta, però, è la concomitante sconfitta delle Fiamme Oro a Rovigo, e per la squadra di Cavinato significa play off conquistati matematicamente con due giornate d’anticipo.
Dopo 5 anni il Petrarca ritorna quindi a disputare le semifinali del campionato. L’ultima volta che lo aveva fatto, nel 2011, vinse anche lo scudetto. Ma quella era un’altra storia, questa è ancora tutta da scrivere.
Primo tempo equilibrato, con la IMA Lazio brava a rompere tutte le costruzioni di gioco del Petrarca, di fatto consentendo ai bianconeri di entrare nei 22 avversari solo in tre occasioni significative, in due delle quali riusciva a conquistare altrettante punizioni che Menniti-Ippolito metterà a segno con estrema precisione.
La svolta della partita nella seconda frazione di gioco, dove i cambi in prima linea da entrambe le parti, finiscono per avvantaggiare il Petrarca, rientrato in campo con un piglio diverso e con una preparazione atletica decisamente migliore. L’inversione di tendenza fa sì che dal 6-6 del primo tempo si passi velocemente sul 6-25, grazie alle mete di Targa, Francescato e una meta di punizione. Nell’ultimo quarto di gara la meta di Giacometti, piuttosto fortuita nell’azione che l’ha generata, ma meritata per i laziali, non spegne il Petrarca che continua a fare il gioco e a chiudere con la bellissima meta di Menniti-Ippolito, a coronamento di un secondo tempo da incorniciare.
Ora la testa è già proiettata ai play off, dove tutto si azzera e tutti devono ricominciare daccapo.
Ed è in chiave play off che devono ancora fare i conti Marchiol Mogliano, sconfitta oggi a Calvisano 23-5 e Fiamme Oro, che hanno perso, pur di misura, a Rovigo contro la Femi CZ Rovigo 20-17.
Dietro il terzo posto del Petrarca, la classifica parla chiaro: Mogliano 46 e Fiamme Oro 39, con 10 punti a disposizione, il quarto posto è ancora tutto da decidere.

La cronaca
Al Centro Sportivo dell’Acqua Acetosa il tempo è splendido, leggermente ventilato, con temperature intorno ai 23-24°. Campo in perfette condizioni. Non molto pubblico sulle gradinate ed i primi ad arrivare sono i tifosi del Petrarca, una decina in tutto.
L’arbitro Liperini (direzione di gara equilibrata) fischia il kick-off qualche minuto dopo le 15:30, con una mezz’ora di anticipo rispetto alle altre gare.
Fase iniziale di studio con possesso palla dei laziali. Il Petrarca sembra contratto, tuttavia al 6’ nella prima azione d’attacco i bianconeri conquistano il primo calcio piazzato trasformato da Menniti-Ippolito: 0-3.
E’ pronta la replica dei padroni di casa che vanno tra i pali al 9’ con Luca Calandro: 3-3.
L’apertura laziale grazia il Petrarca al 12’, schiaffeggiando malamente con l’interno del piede una punizione da posizione piuttosto favorevole.
Primo quarto di gara con la Lazio che chiude il Petrarca nella propria metà campo. La squadra di Cavinato è perlopiù costretta a difendersi e lo fa bene, ma è pur sempre piuttosto contratta mentalmente, quasi che l’assoluta necessità di fare risultato abbia un effetto indesiderato nelle fasi d’attacco, che si concludono speso con errori di handling.
Al 20’ la seconda penetrazione del Petrarca e il secondo calcio piazzato che Liperini assegna a favore dei bianconeri. Da analoga posizione del precedente, l’estremo del Petrarca mette tra i pali: 3-6.
Due minuti dopo, per un fuorigioco del Petrarca, è ancora Calandro a trasformare il calcio piazzato del momentaneo pareggio: 6-6.
Ultimo quarto del primo tempo con la IMA Lazio a premere e ad indurre all’errore il Petrarca. Al 32’ la squadra di Carlo Pratichetti mette sotto pressione tutto il pack bianconero che si difende come può sino a pochi metri dalla propria area di meta. L’azione è giudicata fallosa dal direttore di gara che assegna mischia alla Lazio e manda in panca puniti Michieletto.
Nulla di fatto dopo la mischia ordinata con Menniti-Ippolito che riesce a liberare in touche.
Prima della fine il terzo attacco del Petrarca nei 22 della Lazio che, in uno scontro fortuito, perde Milani, sostituito da Acosta.
Il primo tempo si chiude quindi sul punteggio di 6-6, ma con il Petrarca che non ha dato l’impressione di poter prendere in mano le redini del gioco, grazie anche al lavoro “sporco” degli avversari che bloccano qualsiasi iniziativa d’attacco dei bianconeri.
Inizia la seconda frazione di gioco: il Petrarca sostituisce Rossetto con Jacob e Larsen con Nostran e sembra aver cambiato registro. Al rientro in campo la squadra di Cavinato cambia volto e prova a comandare il gioco. Ci riesce, aumentando la pressione nei 22 della Lazio, tuttavia risultando ancora fallosa.
Ancora cambi: Trotta sostituisce Conforti e Francescato rimpiazza Soffiato, che anche oggi ha disputato una buona gara.
Il ritmo sale e per tre volte il Petrarca ha la possibilità di andare tra i pali, ma Menniti-Ippolito e Nikora scelgono la via della rimessa laterale. Scelta che, nelle ultime gare, non aveva premiato i bianconeri. Tuttavia, oggi le cose cambiano, perché al 12’ il Petrarca si avvicina alla linea di meta avversaria per la prima volta nell’incontro e al 14’ centra il bersaglio con Enrico Targa, sostenuto dal pack in maul avanzante. Fadalti colpisce il palo di destra ma il Petrarca va in vantaggio 11-6. I bianconeri sfruttano un certo calo degli avversari e continuano a premere. Ancora una volta scelgono la rimessa laterale, piuttosto che piazzare, fiutando la possibilità di replicare. Infatti, è Francescato al 18’ a marcare la seconda meta, abile e caparbio nel conquistare una palla sulla trequarti campo della Lazio, evitando l’ultimo placcaggio. Fadalti trasforma per il 18-6. Al 24’ ancora il Petrarca vicinissimo alla terza realizzazione. Dopo più fasi all’interno dei 22 laziali, Luca Nostran fa gridare alla meta, tuttavia Liperini non assegna, ma concede mischia ai 5 metri a favore del Petrarca, davanti l’acca. Dopo l’introduzione di Francescato, il treno del Petrarca va dritto in meta: è meta di punizione, che Fadalti trasforma (25-6). La Lazio è costretta a difendere, tuttavia in un’azione di rimessa, riesce ad andare in meta. Al 31’ è Giacometti a sfruttare un lungo linea sull’out di sinistra, aiutato da un rimbalzo favorevole e ad eludere il ritorno della difesa del Petrarca. Kotze piazza la trasformazione del 13-25.
Si riparte con il Petrarca ancora in attacco,che non lascia più spazio ad alcuna iniziativa dei padroni di casa, pressati nei loro 22. Al 37’ la perla di Menniti-Ippolito che dalla linea dei 10 metri nella metà campo laziale, si infila sino alla meta del bonus.
Finisce 30-13, con Enrico Targa eletto man of the match e 5 punti in classifica e play off assicurati matematicamente, comunque vadano le prossime due ultime gare contro Viadana allo Zaffanella e contro Mogliano in casa.

Il tabellino e la classifica generale aggiornata.
Roma, CPO Giulio Onesti  - Sabato 16 Aprile 2016
Eccellenza, XVI  giornata
Ima Lazio Rugby 1927 – Petrarca Rugby  13-30 (6–6)
Marcatorip.t. 6’ cp Menniti Ippolito (0-3); 10’ cp Calandro (3-3); 20’ cp Menniti Ippolito (3-6); 22’ cp Calandro (6-6); s.t. 55’ m. Targa (6-11); 60’ m. Francescato tr. Fadalti (6-18); 68’ meta di punizione tr. Fadalti (6-25); 76’ m. Giacometti tr. Kotzè (13-25); 80’ m. Menniti Ippolito (13-30)
Ima Lazio Rugby: Kotzè; Rigo, Musso (35’ Panetti), Giacometti, Giancarlini; Calandro (74’ Giangrande), Bonavolontà; Ymaz, Filippucci (C)(63’ Nitoglia), Brancoli (68’ Romagnoli); Damiani (VCap), Fratalocchi (40’ Riedi); Vannozzi (43’ Rochford – 68’ Di Roberto), Lupetti (63’ Amendola), Di Roberto (43’ Bolzoni).
Allenatore : Carlo Pratichetti
Petrarca Rugby: Menniti Ippolito; Fadalti, Belluco (53’ Favaro), Benettin, Bettin; Nikora, Soffiato (48’ Francescato); Larsen (41’ Nostran), Conforti (Cap) (48’ Trotta), Targa; Michieletto (54’ Salvetti), Gower; Rossetto (40’ Acosta), Ferraro (VCap – 58’ Delfino), Milani (41’ Iacob).
Allenatore : Andrea Cavinato
Arbitro : Matteo Liperini
G.d.L. : Angelucci, Belvedere
Quarto uomo : Romani
Cartellini: 32’ Giallo a Michieletto (Petrarca Rugby) ;54’ Giallo a Riedi (IMA Lazio Rugby)
Calciatori: Menniti-Ippolito 2/2 (Petrarca Rugby); Calandro 2/3 (IMA Lazio Rugby); Fadalti 2/4 (Petrarca Rugby); Kotzè 1/1 (IMA Lazio Rugby)
Note: Giornata nuvolosa con vento moderato, spettatori 400 circa
Punti conquistati in classifica: IMA Lazio Rugby 0   -  Petrarca Padova 5
Man of the Match:  Targa (Petrarca Rugby)



Enrico DANIELE