Il Boccaccio Rugby News cambia volto! La nuova versione del sito all'indirizzo www.boccacciorugbynews.it
Questa versione del blog rimarrà attiva ancora per qualche tempo

Il nuovo Boccaccio Rugby News

sabato 7 novembre 2015

IL PETRARCA A UN PUNTO DALLA VETTA: BATTUTO SAN DONA’ 39-18

Primo tempo di studio, poi il Petrarca comanda il match.
Luca Nostran sugli scudi: altre due mete, nomina a “Man Of The Match” e convocazione con la Nazionale Emergenti.
Enrico Targa acclamato dal pubblico al suo ingresso dopo un lunghissimo periodo di sosta.
Secondo posto in classifica dietro Rovigo e Calvisano, davanti per un solo punto.
Zane Ansell: “Infermeria piena, noi in campo con gli uomini contati”.


Continua la serie positiva del Petrarca che sembra aver cancellato in fretta l’opaco esordio di Monigo contro la Femi CZ Rovigo.
Davanti al pubblico del “Memo Geremia”, colmo oltre misura (molti anche i tifosi arrivati dal veneziano), la squadra di Andrea Cavinato sfodera una gran bella prestazione contro la Lafert San Donà e vince col bonus d’attacco.
Come nella trasferta de L’Aquila, anche oggi 39 punti (5 mete) ma contro un avversario di caratura superiore rispetto alla giovane squadra abruzzese.
La Lafert San Donà ha provato a mettere in difficoltà il Petrarca, specie nella prima frazione di gioco, tuttavia le numerose assenze hanno condizionato la gara dei veneziani, andati comunque in marcatura prima con uno dei tanti ex, Roberto Bertetti, e poi con Erasmus.
In classifica generale i bianconeri si portano a stretto contatto con le prime, Femi CZ Rovigo e Calvisano Rugby, che ora sono davanti solo di 1 punto.
Note positive un po’ in tutti i reparti e oggettiva difficoltà dei giornalisti a determinare il “man of the match”. Benettin, Favaro, Conforti, Su’a, Acosta i nomi che circolavano ma, alla fine, la scelta è caduta su Luca Nostran, autore anche oggi di due mete, a coronare un’altra prestazione di qualità.
E per il terza linea del Petrarca, in settimana è arrivata una lieta sorpresa: la mail di convocazione con la Nazionale Emergenti, più che meritata, visto l’eccellente stato di forma.
Al 60’ un’ovazione in tribuna ha accolto il rientro di Enrico Targa, fuori dal terreno di gioco per un lunghissimo periodo, causa infortunio alla spalla.

La cronaca del match.
Inizio di studio tra le due squadre, con gli ospiti che mettono in difficoltà la squadra di casa già al 9’ minuto: è Steven Bortolussi, uno degli ex di giornata, a trovare un bel lungo linea, fermato in touche a pochi passi dall’area di meta.
Ci provano ancora gli uomini di Jason Wright e Zane Ansell a mettere in difficoltà il Petrarca e, dopo una mischia ordinata, conquistano un calcio di punizione appena fuori i 22 bianconeri. Michele Mortali centra i pali e porta in vantaggio la sua squadra 0-3.
Nell’azione di ripartenza un’entrata fallosa di Zago su Erasmus, ancora in fase discendente da una ricezione alta, costa al nr. 8 bianconero 10’ di sosta in panca puniti. I veneziani provano ad approfittare della superiorità numerica, ma non concretizzano un paio di azioni da mischia ordinata. In una di queste, con un piazzato a disposizione, Mortali decide per la touche che si sviluppa senza successo.
E’ invece il Petrarca a farsi pericoloso: al 19’ da una rimessa laterale sulla linea dei propri 10 metri, si forma una maul avanzante che fa guadagnare 20 metri abbondanti. Blessano fischia un fallo contro San Donà (placcaggio pericoloso) ma Nikora non trova la touche dal calcio e San Donà riparte dai suoi 22.
Ancora un’azione pericolosa del Petrarca: Su’a trova un break appena dopo la propria metà campo, con una finta si libera di un paio di avversari e serve per Rossi. L’ala bianconera viene fermata ad un passo dalla sicura meta: Blessano vede “in avanti” sul passaggio del mediano di mischia samoano.
Il pareggio del Petrarca al 30’. Il fallo di Luca Zanusso su Francesco Favaro viene punito con un calcio che Nikora mette tra i pali (3-3).
Pronta la reazione di San Donà: Dario Schiabel (classe 1997, uno dei migliori tra i biancazzurri) viene imboccato da Bortolussi ma la sua azione è fermata in touche dal Petrarca.
Allunga San Donà dalla piazzola al 34’, grazie ad un piazzato di Mortali, centralissimo, dentro i 22 del Petrarca (3-6).
Cavinato richiama in panchina Niccolò Zago (leggero infortunio alla spalla) e mette dentro Trotta. Il momento è favorevole per i bianconeri e dopo un paio di rimesse laterali con relative maul avanzanti, al 38’ è Acosta a posare di forza il pallone oltre la linea di meta veneziana. Nikora centra la trasformazione e, sul risultato di 10-6 si va al riposo.
Al rientro il Petrarca dà l’impressione di aver cambiato marcia.
Al 42’ Nikora mette tra i pali una punizione dopo che il Petrarca aveva vinto una mischia su introduzione di San Donà (13-6), poi è la volta di Bellini a rompere definitivamente gli indugi. L’ala bianconera trova un break dalla linea dei 10 metri avversari e con un paio di diagonali beffa la difesa di San Donà posando in mezzo ai pali. Nikora trasforma ed il Petrarca è avanti 20-6.
Rialza la testa San Donà al 47’. Dopo un’incursione di Giorgio Bacchin nel lungo linea destro, fermato in touche, è Roberto Bertetti (altro ex della partita), a posare in meta col sostegno del pack. Mortali trasforma e riporta a distanza di break San Donà (20-13).
Al 50’ è Bacchin a doversi accomodare in panca puniti, pareggiando il conto.
Il Petrarca ne approfitta per far salire in cattedra il “man of the match” di giornata, Luca Nostran, in meta al 51’ con tutto il reparto degli avanti. Nikora, in giornata felice, trasforma per il 27-13.
Al 60’ l’ingresso di Enrico Targa fa spellare le mani al pubblico di fede petrarchina: una vera e propria ovazione per l’ex capitano, al suo ritorno dopo l’infortunio che lo aveva tenuto lontano dai campi per molto tempo.
Al 65’ un momento di rilassamento difensivo del Petrarca consente a Jaco Erasmus (il veterano dei veneziani) di schiacciare in bandierina, dopo alcune fasi di gioco rotto nei 22 del Petrarca. Mortai non trasforma (27-18).
Al 72’ Alberto Benettin (oggi più che mai preciso nei punti d’incontro e formidabile placcatore) si produce nell’ennesima azione offensiva servendo Nostran che di forza mette in meta. Nikora mette dentro la quarta trasformazione (alla fine sarà un 6/6 al piede): 34-18 e punto di bonus d’attacco acquisito.
Ormai San Donà è stremato e l’ultima meta di Andrea Bettin (era subentrato a Bellini al 54’), non trasformata da Marcato (entrato al 74’ al posto di un ottimo Nikora) dà il colpo di grazia.
Il match si chiude sul 39-18 con tutto il pubblico in piedi ad acclamare il Petrarca e ad applaudire il “Man of The Match” e “Metaman” del Petrarca, Luca Nostran, premiato dal Vice Presidente de I Petrarchi, Leonardo Turolla.

Era da tempo che non si sentiva un sostegno così forte, ma quest’anno al Petrarca sono cambiate tante cose e, evidentemente, anche il pubblico se n’è accorto ed approva. Anche i più scettici, dopo la scelta di affidare la guida tecnica ad Andrea Cavinato, sembrano ricredersi alla luce dei risultati che stanno maturando ad ogni giornata di campionato.

Ora il campionato si ferma per due turni, lasciando spazio a Trofeo Eccellenza e alle Coppe Europee.
Il Petrarca ritroverà il suo pubblico domenica 15 novembre per la gara contro L’Aquila Rugby Club, guidata dall'ex Ludovic Mercier.

Il tabellino del match.

Padova, Stadio “Plebiscito” – Sabato 7 novembre 2015 – ore 15:00
Eccellenza, V giornata
PETRARCA RUGBY vs LAFERT SAN DONA' 39-18 (10-6)
Marcatori: p.t. 15' cp Mortali (0-3), 30' cp Nikora (3-3), 34' cp Mortali (3-6), 38' m Acosta tr Nikora (10-6); s.t. 42' cp Nikora (13-6), 44' m Bellini tr Nikora (20-7), 47' m Bertetti tr Mortali (20-13), 51' m Nostran tr Nikora (27-13), 25' m Erasmus (27-18), 32' m Nostran tr Nikora (34-18), 38' m Bettin (39-18).
Petrarca Rugby: Menniti-Ippolito; Bellini (54' Bettin), Favaro, Benettin, Rossi; Nikora (74' Marcato), Su'a (74' Soffiato); Zago (35' Trotta), Conforti, Nostran; Michieletto (60' Targa), Tveraga; Rossetto (41' Iacob), Ferraro (62' Maistri), Acosta.
All. Andrea Cavinato
Lafert  San Donà: Costa R.; Bortolussi, Schiabel, Bertetti, Falsaperla; Mortali, Patelli (16' Rorato); Preston, Bacchin (70' Michelini), Catelan (56' Ardila); Erasmus, Koroi; Coletti (56'  Cendron), Kudin, Zanusso.
All. Jason Wright
Arb. Claudio Blessano (TV)
G.d.L. Boaretto (RO) e Lorenzetto (TV)
Quarto Uomo: Brescacin (TV)
Cartellini: 16’ giallo a Zago (Petrarca Rugby), 50' giallo a Bacchin (Lafert San Donà)
Calciatori: Nikora (Petrarca Rugby) 6/6 (4/4 tr 2/2 cp), Marcato (Petrarca Rugby) 0/1 tr, Mortali (Lafert San Donà) 3/4 (1/ tr 2/2 cp)
Note: spett. 1500
Punti conquistati in classifica: Petrarca Rugby 5, Lafert San Donà 0;
Man of the match: Luca Nostran (Petrarca Rugby)


Enrico DANIELE