Il Boccaccio Rugby News cambia volto! La nuova versione del sito all'indirizzo www.boccacciorugbynews.it
Questa versione del blog rimarrà attiva ancora per qualche tempo

Il nuovo Boccaccio Rugby News

sabato 13 dicembre 2014

TROFEO ECCELLENZA: LA FINALE SARA’ TRA CALVISANO E MOGLIANO

Il Petrarca torna sconfitto da Calvisano.
Mogliano sulle Fiamme Oro per un solo punto.


Si sono giocate nel pomeriggio le due semifinali secche (non ci sarà il ritorno) del Trofeo Eccellenza, ex Coppa Italia.
A Roma, vittoria per un solo punto del Marchiol Mogliano sulle Fiamme Oro 27-26.
Gara bella e giocata sul filo dell’equilibrio per tutti gli 80 minuti.
Aprono le marcature i padroni di casa al 9’ con Ceglie (5-0), in meta sostenuto dal pacchetto degli avanti. Al 18’ il calcio piazzato di Endrizzi apre lo score dei trevigiani (5-3) che quattro minuti dopo effettuano il sorpasso grazie alla meta di Semenzato trasformata dallo stesso Endrizzi (5-10). La fase propizia per Mogliano prosegue sino al 29’ quando a marcare meta è Sperandio. Endrizzi trasforma per il 5-17. Si rifanno sotto i poliziotti ancora con Ceglie, in meta al 35’ che Thomsen trasforma (12-17). Ma non è finita e, prima dello scadere, saranno altre due le mete a deliziare i circa 400 presenti sulle tribune della “Gelsomini”: 36’ meta di Lucchin trasformata da Endrizzi (12-24) e al 40’ meta di Di Massimo trasformata da Thomsen (19-24). Si chiude così un bel primo tempo con 3 mete per parte e due squadre che divertono il pubblico.
Il secondo tempo non sarà così proficuo quanto a mete, ma sempre bello da vedere. Sono le Fiamme Oro a provare a chiudere il match al 59’ con la meta di Vedrani trasformata da Thomsen (26-24) che per la prima volta nell’incontro mette avanti nel risultato i poliziotti. Dura poco però, perché Barraud, subentrato ad Endrizzi, si conferma “uomo da piede buono” e al 62’ centra il piazzato che consegnerà la finale al Mogliano (27-26).
Soddisfatto, nonostante la sconfitta, Pasquale Presutti: ”Sono contento perché ancora una volta abbiamo dimostrato che le Fiamme Oro possono impensierire chiunque. Con un po’ di fortuna in più potevamo anche vincere, tuttavia complimenti a Mogliano per il gioco che ha saputo esprimere”.
Il tabellino del match.
Roma, caserma “S. Gelsomini”, 13 dicembre 2014
Semifinale Trofeo Eccellenza 2014-2015
FIAMME ORO RUGBY vs MARCHIOL MOGLIANO 26-27 (19-24)
Marcatori: 9’ m. Ceglie (5-0); 18’ cp Endrizzi (5-3); 22’ m. Semenzato tr. Endrizzi (5-10); 29’ m. Sperandio tr Endrizzi (5-17); 35’ m. Ceglie tr Thomsen (12-17); 36’ m. Lucchin trt Endrizzi (12-24); 40’ m. Di Massimo tr Thomsen (19-24); 59’ m. Vedrani tr Thomsen (26-24); 62’ cp Barraud (26-27).
Fiamme Oro Rugby: Gasparini, Sepe, Di Massimo, Massaro (46’ Sapuppo), De Gaspari (62’ Calabrese), Thomsen (69’ Canna), Marinaro, Duca, Vedrani, Marazzi (69’ Zitelli), Sutto, Mammana (62’ Cazzola F.), Ceglie (53’ Di Stefano), Cerqua (41’ Vicerè), Cocivera (69’ Pettinari)
all. Pasquale Presutti
Marchiol Mogliano: Sperandio, Bruno, Ceccato, Lucchin (66’ Boni), Guarducci, Endrizzi (53’ Barraud), Semenzato, Cornelli (66’ Halvorsen), Cicchinelli, Saccardo, Bocchi (43’ Maso temp.), Van Vuren (62’ Maso), Rouyet (53’ Ferraro), Gega (53’ Appiah), Buonfiglio (53’ Makelara)
a disp. non entrati: Pavan
all. Franco Properzi
arbitro: Passacantando (L’Aquila)
Cartellini: nessuno;
Man of the match:  Marinaro (Fiamme Oro);
Calciatori:
Fiamme Oro: Thomsen 3/6 (tr. 3/4, cp 0/2), Gasparini 0/1 (cp 0/1), Canna 0/2 (drop 0/2)
Mogliano: Endrizzi 4/4 (tr 3/3, cp 1/1), Barraud 1/2 (cp 1/2)
Note: spettatori 400 ca.
Di stampo completamente diverso la sfida del “Peroni Stadium” dove il Cammi Calvisano ha sconfitto il Petrarca con un secco e indiscutibile 25-0.
La squadra di Guidi ha dimostrato di poter gestire tutte le fasi di gioco, anche quando il pallino era in mano al Petrarca.
Lo dimostra il fatto che, nonostante i bianconeri abbiano avuto più di un’occasione per portarsi oltre la linea di meta, il cinismo e l’aggressività della difesa calvina ha vanificato ogni azione offensiva del Petrarca. La squadra di Moretti, inoltre, ha peccato in fase difensiva, concedendo spazio in attacco agli avversari che hanno approfittato puntualmente marcando meta. Inconsistenti le giocate dalla rimessa laterale, una peculiarità degli schemi di gioco del Petrarca: nessuna efficacia dalle “rolling maul”, praticamente mai impostate e rese puntualmente inoffensive da Calvisano. Unica nota positiva, nel grigiore di una gara da dimenticare, il lavoro in mischia chiusa, dove il Petrarca ha sempre messo in difficoltà il pack avversario.
Un notevole passo indietro, rispetto a quelli decisamente in avanti messi in mostra nelle ultime tre gare di campionato, e prestazione molto lontana da quella di quindici giorni fa alla Guizza, sempre contro il Calvisano.
A complicare ulteriormente le cose, la sfortuna che si accanisce ancora: Zago (a sx nella foto di repertorio), subentrato ad Eru nella seconda frazione di gioco, ha subito una contusione al ginocchio sinistro (si sospetta la lesione del collaterale) ed ha dovuto lasciare anzitempo il terreno di gioco.
L’incontro era iniziato con le due squadre a studiarsi, ma col Petrarca proteso in avanti con buone azioni veloci e penetranti. Dura poco, però, perché Calvisano ha nel piede di Seymour (man of the match a fine gara) l’occasione per muovere il tabellino. Tuttavia, al 18’ dalla piazzola e da posizione abbastanza centrale, il suo calcio esce di poco. Non sbaglia al 20’  centrando i pali, dopo un fuori gioco del Petrarca: 3-0.
Al 24’ Cavalieri viene colpito al volto in raggruppamento e deve lasciare il campo a Beccaris. Fase centrale del primo tempo caratterizzata da un gioco rotto, con Calvisano pronto a spezzare il ritmo di gioco.
Al 38’ in evidenza un’azione d’attacco di Steyn, Panico e MBandà nei 22 del Petrarca e al 39’, dopo svariate fasi d’attacco, Seymour trova una palombella per Di Giulio, appostato nei pressi della bandierina di destra. Davanti all’ala calvina c’è Bellini a fare da guardia che, nel tentativo di recuperare la palla alta, la fa scivolare a favore di Di Giulio che ringrazia e marca meta. Seymour trasforma per il 10-0 che chiude la prima frazione di gioco.
La ripresa si apre subito con uno svarione difensivo del Petrarca che permette a Seymour di trovare la diagonale giusta per tagliare i 22 del Petrarca ed offrire a Steyn l’occasione della seconda meta calvina sulla bandierina di destra (15-0). La controffensiva del Petrarca riparte con 7 giocate in touche in 10 minuti, tutte tra i 22 e la trequarti campo avversaria, senza nessun esito di rilievo. Intanto Morelli entra per Biancotti, Zago per Eru, Scarsini per Panico.
Ci pensa ancora Seymour a concretizzare: al 19’ c’è un fallo del Petrarca su rimessa laterale calvina. Fallo, e piazzato dell’apertura giallonera dalla linea dei 22 del Petrarca: 18-0. Ancora cambi: Jacob per Leso e Zdrilich per MBandà; Bettin per Innocenti e Woodhouse per Cerioni; Gavazzi per Ferraro, Conforti per Zago (infortunato) e De Santis per Bergamo.
Al 24’ Di Giulio chiama il “mark” ma, nel rimettere in gioco la palla, commette “in avanti”. C’è mischia dentro i 22 di Calvisano che il Petrarca conquista, ottenendo anche il fallo. Ragion vorrebbe che Marcato trasformasse un piazzato (almeno per muovere il tabellino), ma viene scelta la touche. Questo si ripeterà almeno altre 5 volte nell’arco dei 10-15 minuti successivi dove il Petrarca, stabilmente nei 22 avversari e spesso a cavallo dei 5 metri, si intestardisce nelle rimesse laterali (piuttosto che piazzare). L’aggressività degli avversari vanifica tutte le giocate del Petrarca, mettendo inoltre a rischio la difesa bianconera che capitola nuovamente. Stavolta è Canavosio a trovare il break giusto da metà campo: la palla è poi per Chiesa (subentrato a Castello e probabilmente in posizione più avanti del compagno), che schiaccia in meta. Seymour trasforma e la partita finisce praticamente qui: 25-0.
La finale del 22 febbraio prossimo, si giocherà quindi tra Marchiol Mogliano e Cammi Calvisano, in campo neutro ancora da definire.
Il tabellino del match.
Peroni Stadium, Calvisano (Bs)
Sabato 13 dicembre 2014 ore 15.00

Semifinale Trofeo Eccellenza
Cammi Rugby Calvisano vs Petrarca Padova Rugby 25-0 (10-0)

Marcatori: 1t 20' cp Seymour (3-0), 39' M Di Giulio tr Seymour (10-0). 2t 2'
M Steyn (15-0), 20' cp Seymour (18-0), 39' M Chiesa tr Seymour (25-0)

Cammi Rugby Calvisano: De Jager, Di Giulio, Canavosio, Castello (c) (77'
Chiesa), Bergamo (73'De Santis), Seymour, Violi M. (80' Ambrosio), Steyn,
Mbandà (62' Zdrilich), Belardo, Kalou, Cavalieri (24' Beccaris), Biancotti
(52'Morelli), Ferraro (73' Gavazzi), Panico (59' Scarsini). All. Guidi
Petrarca Padova: Cerioni (66' Woodhouse), Bellini, Favaro, Innocenti (66'
Bettin), Rossi, Marcato, Curtolo, Eru (58' Zago), Targa (c), Giusti, Rocchia,
Trotta, Leso (61' Jacob), Delfino, Vento. A disp. Furia, Bigi, Conforti All. Moretti
Arbitro: Sig. Liperini (Livorno)

Man of the match: Seymour (Calvisano)

Calciatori: Seymour cp 2/3 tr 2/3
Note: giornata piovosa, campo in buone condizioni, spettatori 700


Enrico DANIELE