giovedì 24 luglio 2014

ECCELLENZA 2014-15: AI NASTRI DI PARTENZA LE PRIME DELLA CLASSE, PER RIPETERSI?

Oggi iniziano la preparazione Calvisano e Rovigo
Pochi cambi tra i polesani, qualcuno in più tra i Campioni d’Italia
Uno scudetto per due?


A distanza di quasi due mesi dalla discussa finale scudetto nella sera del 31 maggio, le due protagoniste della scorsa stagione si ritrovano ai nastri di partenza.
Cammi Calvisano e VEA Femi CZ Rovigo si radunano oggi per il primo ritiro di preparazione al prossimo campionato (ndr. inizio il 4 ottobre).
Molte facce nuove tra i Campioni d’Italia in carica, che hanno dovuto sopperire alle uscite di scena di alcuni protagonisti dello scudetto 2014: Paul Griffen, inossidabile mediano di mischia e figura storica dei calvini, che ha deciso di appendere le scarpe al chiodo; Kelly Haimona, apertura, passato alle Zebre con i compagni Andrea Lovotti, Lorenzo Romano (piloni) e l’ala Michele Visentin; Paino Hehea, trasferitosi in Inghilterra.
Ma coach Gianluca Guidi potrà contare negli ingressi di giocatori all’altezza della situazione: L’estremo Alex Rokobaro (dai Rebels in Super Rugby), l’apertura  Ben Seymour (dai Western Force in Super Rugby), la 2a linea Sekonaia Kalou (6 caps con le Fiji), il mediano di mischia e figlio d’arte Rodolfo Ambrosio, i due 3/4 Gabriele Di Giulio e Giacomo De Santis, direttamente dall’Accademia U19 “Ivan Francescato”, i piloni Rudy Biancotti (da I Cavalieri) e Gabriele Morelli, di ritorno dopo uno stop per infortunio.
Tra i bersaglieri pochi i cambi perché Frati e De Rossi hanno voluto tenere unita lì ossatura di un gruppo ben affiatato al quale è mancato solo lo spunto finale per conquistare il tanto agognato scudetto, che manca in polesine dal 1988.
Partiti Mirco Bergamasco (Zebre) che a Rovigo cercava il rilancio, dopo il grave infortunio, per riconquistare la maglia azzurra, Simone Ragusi (Benetton), Guido Calabrese (FFOO), lasciati liberi Sebastiano Folla, Nicola Gatto ed Enrico Manghi, e passati a Badia Nicolò Chimera, Filippo Cecchetti e Nicolò Fratini, gli innesti tra i rossoblu sono tutti mirati e di provata qualità.
Dalla Benetton Treviso è arrivato il tallonatore Enrico Ceccato, dalle Zebre Emiliano Caffini (2a 3a Linea), da Viadana il mediano di mischia Giorgio Bronzini, da I Cavalieri il centro Denis Majstorovic, che a Rovigo ritrova i suoi allenatori a Prato, da Mogliano il ritorno del pilone Massimiliano Ravalle, e da Reggio l’apertura Davide Farolini.


Enrico DANIELE 

mercoledì 23 luglio 2014

ARRIVI E PARTENZE: DARIO BORDONARO A BADIA

Pilone di esperienza e qualità tra i biancazzurri, direttamente dalla Fédéral 2 francese.
Ritorno a casa per Filippo Flagiello.


Importantissimo colpo di mercato dell’ Amatori Rugby Badia, che annuncia l’accordo con Dario Bordonaro, pilone siracusano di Augusta, classe 1992, 185 cm per 120 kg, proveniente dal S.A. XV Charente di Angouleme dove ha conquistato il titolo 2014 nella Fédéral 2 francese.
Un elemento che darà spessore e porterà esperienza alla prima linea, dove è in grado di ricoprire entrambi i ruoli di pilone.
Da registrare l’ufficializzazione del ritorno di Nicolò Chimera e Nicolò Fratini e l’arrivo di Filippo Cecchetti, tutti dalla Rugby Rovigo Delta.
Ritorna a casa anche Filippo Flagiello, mediano di mischia nato a Badia nel 1986 (che può giocare anche trequarti), 173 cm per 83 kg, cresciuto nelle giovanili biancazzurre dove ha indossato anche la fascia di capitano del Primo XV, e poi a Rovigo, Udine e Monselice.
Sotto il comunicato stampa della società.

Enrico DANIELE

Amatori Rugby Badia Polesine
Comunicato Stampa del 23 luglio 2014.
Arriva un rinforzo importante per la prima linea dell’Amatori Rugby Badia Polesine affidata anche per la stagione ormai alle porta a Roberto Pedrazzi.
Con la presente la Società Amatori Rugby Badia, comunica di aver raggiunto  un accordo per la stagione sportiva 2014/2015 , Campionato Nazionale Serie A, con il pilone Dario Bordonaro proveniente dal S.A. XV Charente di Angouleme con cui ha vinto il campionato di Fédérale 2.
La scheda del giocatore:
Dario Bordonaro (a dx nella foto)
Nato il 27 febbraio 1992, Augusta (SR)
Altezza: 185 cm
Peso: 123 kg
Ruolo: pilone destro/sinistro
Nazionalità: italiana
Status: italiano di formazione
Lingue parlate: inglese
Onori: selezione Sicilia
Squadra attuale: S.A. XV Charente
Confermando alcune anticipazioni già uscite nei giorni scorsi annunciamo che per la stagione sportiva 2014-2015, provenienti dal Rovigo Delta, giocheranno con l’ Amatori Rugby Badia Polesine le due terze linee  Nicolò Chimera e Filippo Cecchetti; dal Monselice, serie C, torna a Badia il mediano di mischia e jolly dei trequarti Filippo Flagiello (nella foto a dx di Sara Zarattini in maglia biancazzurra)
Nicolò Chimera, nato a Rovigo il 16 dicembre 1993, aveva giù giocato a Badia nella stagione 2012-2013 e quindi si tratta di un ritorno; per Cecchetti, nato a Rovigo il 9 gennaio 1990, invece si tratta di un debutto in biancazzurro. Torniamo a ricordare che sempre da Rovigo nelle scorse settimane è tornato a Badia anche il mediano d’apertura Nicolò Fratini nell’ultima stagione a Rovigo.

Filippo Flagiello, nato a Badia Polesine l’1 marzo 1986, cresciuto nella Rugby Junior Badia, ha giocato a Rovigo e poi a Udine due campionati, per tornare in biancazzurro nella stagione 2009-2010 rimanendovi per quattro campionati sino al 2012-2013.

ARRIVI E PARTENZE: ALTRO CAVALIERE ALLA LAZIO

Dopo De Gregori e Damiani, da Prato arriva Devodier.
Dal Valpolicella Fratalocchi.


Ancora un “cavaliere” alla corte di De Angelis e Mazzi. Dai tutti neri di Prato, diventati “fornitori” inesauribili per l’Eccellenza, arriva Alessandro Devodier (nella foto in maglia Cavalieri), seconda linea, parmense classe 1991, 194 cm per 108 kg, campione d’Italia Under 20 con Parma, poi nel FC Romagna in A sino al passaggio in Eccellenza con i toscani (2013-14).
Dal Valpolicella in Serie A approda tra gli aquilotti Daniele Fratalocchi (nella foto con la maglia della Nazionale U18), anche lui seconda linea di San Benedetto del Tronto, classe 1990, 202 cm per 108 kg (il più alto dell’Eccellenza?), con trascorsi a Parma e Capoterra
Di seguito il comunicato stampa ufficiale.

Enrico DANIELE

Continua il lavoro della Lazio Rugby 1927 per definire la rosa della prossima stagione d’Eccellenza.
Da Prato arriva Alessandro Devodier - Originario di Parma, Alessandro è cresciuto nelle giovanili del Noceto dove è rimasto fino al 2010, laureandosi campione d’Italia Under20. L’anno successivo fa il suo esordio in Serie A2 con il Romagna RFC, club in cui milita fino alla stagione 2012/2013. Nella passata stagione Devodier approda in Eccellenza vestendo la maglia de I Cavalieri Rugby Prato, accumulando 331 minuti di presenza in campo durante il Campionato e l’Amlin Challange Cup.
Dalla Serie A arriva Daniele Fratalocchi -  Seconda linea di 202 cm per 108 kg, originario di San Benedetto del Tronto. Fratalocchi fa il suo esordio in Top 10 nel 2008 vestendo la maglia del Gran Parma, club in cui milita fino alla stagione 2011. Nella stagione 2011/2012 si trasferisce a Capoterra per poi approdare al Rugby Club Valpolicella nel 2013/2014.

martedì 22 luglio 2014

ECCELLENZA 2014-15: MOGLIANO PARTE PER PRIMO

Ieri il primo raduno
Team quasi al completo ma c'è spazio per altri due stranieri


E’ partito per primo il Marchiol Mogliano.
Ieri il primo raduno stagionale nella sede di via Colelli, con i primi test fisici sul sintetico nuovo di zecca, agli ordini del preparatore atletico Giorgio Da Lozzo.
Non nasconde gli obiettivi di stagione il team presieduto da Roberto Facchini, che punta decisamente ai play off.
E la campagna acquisti, con tanti nomi nuovi già in organico (18 partenze e altrettanti arrivi), sembra non essere ancora terminata: c’è spazio per altri due stranieri e Kino Properzi ha gli occhi puntati sulla Currie Cup (che finirà ad ottobre) alla ricerca di due pedine utili ad affrontare la nuova stagione: “Sempre nel rispetto del budget che abbiamo a disposizione”, precisa il tecnico sulle pagine del Gazzettino di Treviso.
E vediamolo il nuovo Marchiol Mogliano, per ruolo, dove spicca la mediana, nuova per 3/4.
Piloni
Derrick APPIAH
Paolo BONFIGLIO
Andrea CECCATO
Engjel MAKELARA
Ignacio F. ROUYET
Luca ZARA
Tallonatori
Edoardo FERRARO
Ornel GEGA
Amar KUDIN
2a Linea
Jacopo BOCCHI
Federico MASO
Michael VAN VUREN
3a Linea
Matteo CORAZZI
Matteo CORNELLI
Marco FILIPPUCCI
Thorleif HALVORSEN
Giacomo NICOTTERA
Alberto SACCARDO
Lorenzo VIANELLO
Mediani di mischia
Enrico ENDRIZZI
Fabio SEMENZATO
Mediani d’apertura
Aristide BARRAUD
Filippo BUSCEMA (ph a lato in maglia Capitolina)
Centri
Tommaso BONI
Marco BORDINI
Enrico CECCATO
Enrico LUCCHINI
Riccardo PAVAN (ph a lato in maglia Viadana)
Marco ZANON
Ali
Giovanni BENVENUTI
Filippo GUARDUCCI
Alex MORSELLINO
Alessandro ONORI
Alberto ZORZI
Estremi
Niccolò FACCHINI
Sebastiano SARA
Luca SPERANDIO


Enrico DANIELE

lunedì 21 luglio 2014

ARRIVI E PARTENZE: DUE TERZE ALLA LAZIO, DAMIANI E PADRO'

Damiani da Prato, dove le porte sono ancora spalancate.
Padrò da Viadana.

Anche la Lazio Rugby 1927 annuncia l’arrivo a Roma di Alfonso Damiani, possente terza linea classe 1986, 193 cm per 102 kg, romano di Subiaco. Proviene da tre stagioni ne I Cavalieri Estra Prato (società che non ha ancora fermato l’emorragia dei propri migliori giocatori), e in precedenza per cinque nella Rugby Roma Olimpic.
Di seguito il comunicato stampa ufficiale.

Enrico DANIELE


Lazio Rugby 1927 comunica di aver concluso l’accordo con Alfonso Damiani (nella foto a sx in maglia de I Cavalieri), terza linea classe 1986 proveniente da I Cavalieri.
Damiani torna a Roma dopo 3 stagioni passate a Prato, club in cui approda nel 2011 dopo 5 anni alla Rugby Roma Olimpic.
Giocatore possente dalle ottime qualità tecniche, Damiani sarà guidato nel pack dal suo ex compagno di squadra nella Rugby Roma e ne I Cavalieri Prato, Nicolas De Gregori. "Sono felice di tornare a Roma dopo l'esperienza - eccellente sul campo - a Prato - ha detto Damiani - Non vengo alla Lazio per "avvicinarmi a casa" ma per partecipare ad un progetto ambizioso che ha come obiettivo quello di riportare la Capitale ai vertici del campionato"
...
E’ stato raggiunto l’accordo anche con Gonzalo Padrò (nella foto a sx dal sito della Benetton Treviso), argentino classe 1983, equiparato alla formazione italiana per aver vestito la maglia Azzurra.
Nato a Tucumán (Argentina), Padrò inizia la sua carriera in uno dei Club più prestigiosi di Cordoba, La Tablada, vestendo la maglia dei Pumas Under 19 e Under 21. Trasferitosi in Italia, milita tra le fila del Rovigo per una stagione per poi fare il suo esordio in Top 14 con il Biarritz Olympic, club con cui resta fino al 2007, anno in cui vince il campionato francese. Tornato in Italia, dopo due stagioni con il Petrarca Padova viene ingaggiato dal Benetton Treviso facendo il suo esordio anche in Celtic League. Concluso il contratto con il Club Veneto si trasferisce a Viadana, dove resta fino alla stagione appena trascorsa.
Giocatore d’esperienza, dal fisico imponente (195cm per 115 kg) capace di adattarsi a diversi ruoli: partendo da numero 8 può giocare anche come flanker e seconda linea.  Protagonista delle ultime stagioni con il Viadana, in cui ha confermato le sue ottime qualità di ball carrier e le sue doti in mischia e nei punti d’incontro, Gonzalo si unirà al gruppo già dalle prossime settimane per iniziare la preparazione al prossimo campionato d’Eccellenza.

ARRIVI E PARTENZE: UN “SAMOANO” AL PETRARCA

Sarà il nuovo mediano di mischia.
Jordaan non tornerà in Italia.


A dodici giorni dall’ultimo, ecco giungere un comunicato stampa del Petrarca che rompe il silenzio, dando qualche buona nuova (e una meno) ai propri tifosi.
Quella buona di oggi annuncia l’arrivo di Jeremy Su’a (nella foto di Jason Oxenham / Fairfax NZ, in maglia Samoa nel WRC 2011), mediano di mischia neozelandese di Wellington, classe 1988, ma di origini samoane (con la cui nazionale ha maturato 14 presenze), 177 cm per 92 kg.
Prenderà il posto di Alessandro Billot, del cui futuro la società non dà alcuna indicazione, anche se indiscrezioni lo vorrebbero trasferito all’estero (Francia?).
Per una buona che arriva dalla Nuova Zelanda, una cattiva che arriva dal Sud Africa, dove Chris Jordaan comunica che non rientrerà a Padova per la prossima stagione (causa motivi di lavoro, ci informano: ma il suo mestiere non era giocare a rugby?). Il Petrarca, nel reparto arretrato, ha solo problemi di abbondanza e, per quanto affezionati al biondo utility back, per i bianconeri non sarà una perdita irreparabile.
Piuttosto, occhi e orecchi tese perché nei prossimi giorni, “…senza alcuna fretta…”, come precisa il D.S. Corrado Covi, verranno annunciati gli altri tre tasselli mancanti, uno dei quali (per regolamento) dovrà essere un Under 24.
Di seguito il comunicato stampa ufficiale.



Enrico DANIELE

PETRARCA RUGBY
COMUNICATO STAMPA
Padova, 21 luglio 2014
AL PETRARCA JEREMY SU’A
IL D.S. COVI: “ANCORA TRE CASELLE DA RIEMPIRE”
Nuovo mediano di mischia per il Petrarca. Si tratta di Jeremy Su’a, nato a Wellington il 10 novembre 1988, origini samoane (14 caps con Samoa), un metro e 77 per 92 chili. Cresciuto in Australia, alla Westfields Sports High School di Sydney (con l’attuale stella degli Wallabies Israel Folau), ha fatto parte nel 2006 della Nazionale Scolastica dell’Australia, maglia che ha vestito anche con la Nazionale Under 19 (nel 2007) e Under 20 (nel 2008). Nel 2008 ha disputato la Junior World Cup in Galles, disputando anche la finale per il 5° posto, vinta contro la Francia (suoi compagni di squadra gli attuali Wallabies David Pocock, Quade Cooper, Rob Simmons. Nel 2013 ha fatto parte della rosa dei Crusaders neozelandesi per il Super Rugby, trasferendosi poi nella scorsa stagione in Inghilterra, giocando con Worcester nella Premiership. Con le Samoa ha disputato la Coppa del Mondo 2011 (2 presenze) e punta a disputare anche quella del 2015.
Un innesto di qualità per i tecnici del Petrarca Andrea Moretti e Rocco Salvan: “Io e Rocco siamo contenti che Jeremy faccia parte di questo Petrarca”, spiega Moretti, “e siamo sicuri che grazie alle sue qualità tecniche ci aiuterà a trovare quella continuità sia nel gioco che nei risultati che la scorsa stagione ci è mancata. Inoltre durante il nostro recente viaggio in Australia abbiamo ricevuto commenti molto positivi dagli addetti ai lavori anche sulle doti umane di questo ragazzo”.

Sull’arrivo di Jeremy Su’a ecco anche la dichiarazione di Corrado Covi, Direttore Sportivo del Petrarca Rugby. “La posizione di mediano di mischia era quella che in accordo con i tecnici volevamo fosse occupata da un giocatore di elevata potenzialità, con esperienza internazionale e Su'a risponde alle nostre esigenze. Ora abbiamo altre tre caselle da riempire, e siamo a buon punto. Abbiamo dovuto attendere le decisioni di Jordaan, il quale purtroppo per motivi di lavoro non tornerà in Italia. Nei prossimi giorni, senza alcuna fretta, comunicheremo le altre scelte, tenendo in considerazione che uno dei tre restanti innesti sarà per regolamento Under 24”.

4° ZHERMACK RUGBY CAMP BADIA:LA CHIUSURA COL BOTTO!

Grande partecipazione alla chiusura del camp, nonostante il caldo tropicale.
Ospiti d’eccezione: Casellato, Leonard e Mahoney.
E alla fine… i fuochi d’artificio.



La giornata particolarmente afosa non ha impedito l'accorrere numerosi a Badia, presso gli impianti sportivi di via Martiri di Villamarzana, per godersi un evento davvero speciale.
L’occasione è stata la festa per la chiusura del 4° Zhermack Rugby Camp, e le attrazioni non sono mancate.
Su tutte, gli ospiti d’eccezione: Umberto Casellato, neo head coach della Benetton Treviso, Brendon Leonard, mediano di mischia delle Zebre, All Blacks nr. 1069, e Luke Mahoney, capitano “monumento” della Vea Femi CZ Rovigo vice campione d’Italia (ndr. Kelly Haimona ha dovuto dare forfait all’ultimo minuto).

Da sx a dx (ph Paolo Aguzzoni) Brendon Leonard, Umberto Casellato, Enrico Daniele e Luke Mahoney (con in braccio la piccola Lavinia) 

Sorpresa tra le sorprese: la gloriosa maglia degli All Blacks, autografata dai protagonisti della nazionale kiwi e giunta appositamente dalla Nuova Zelanda. E’ stata donata a “Il sorriso di Massimo”, l’associazione nata per volontà degli amici di Massimo Nalin, indimenticata figura di rilievo nel Rugby Badia, scomparso troppo presto.
La maglia sarà messa all’asta in una prossima manifestazione di beneficienza.

Brendon Leonard (al centro nella foto di Paolo Aguzzoni)  consegna la maglia All Blacks a Silvia Nalin, alla sua dx, a Dario Dardani ed Elena Dolcetto (a sx)

La festa era iniziata alle 12:30 con il pranzo, preparato con grande cura e dedizione dalla Club House Amici del Rugby Badia, col manforte degli “eroi della griglia” (come sono stati ribattezzati i volontari che hanno sfidato le temperature infernali di ieri).
Alle 15:30 le esibizioni sul campo dei piccoli Under 10 e 12 e degli Under 14 (maschili e femminili) che si sono sfidati in incontri di rugby seven.
Al termine, gli onori di casa e il saluto ed il ringraziamento agli ospiti del D.G. Massimiliano Dolcetto e del Direttore del Campus Pierpaolo Tellarini, alla presenza del Presidente dell’Amatori Rugby Badia, Giorgio Golfetti, e del Presidente dell’Accademia Rugby Badia, Gianni Montanaro, con Riccardo Romani ( in rappresentanza della Zhermack, sponsor storico di Badia e del camp in particolare) che ha portato il saluto dell’ A.D. Ing. Ambrosini (che aveva dovuto lasciare in anticipo la festa).

Pierpaolo Tellarini (a sx) con Mahoney e Leonard

Poi le premiazioni a tutti i partecipanti al camp.
Per primi i ragazzi e le ragazze, più di 100, dai 7 ai 14 anni; poi le associazioni sportive (e non) che hanno contribuito alla buona riuscita del camp con le attività alternative al rugby: la Pugilistica Rodigina, il Gruppo Arcieri Rovigo, il Baseball Badia e la Oxford School, che ha tenuto i corsi di inglese. Il D.G. Dolcetto ha voluto ringraziare in particolare Antonio Romeo e Paola Zangirolami, in rappresentanza di tutti i  tecnici e i volontari che hanno supportato e coordinato le attività, vere e proprie “chiocce instancabili” al seguito dei ragazzi e delle ragazze del camp.
Premi speciali, consegnati dal Presidente dell’Accademia Rugby Badia Gianni Montanaro, alla vera “anima” e direttore tecnico del camp, Pierpaolo Tellarini, agli allenatori delle varie Under (18,16,14,12): Dario Dardani, Marco Fenzi, Matteo Bellini, Marco Crivellaro e Marco Zorzetto, Silvia Nalin.
Una menzione particolare a Paola Giacomella e Marco Crivellaro, coordinatori “fact totum” della nuova realtà ovale di Badia: la squadra femminile, nata appena qualche mese fa, è già forte di un agguerrito gruppo di giovani ragazze Under 14. 

Un momento delle premiazioni (ph Paolo Aguzzoni)

E ancora premi ai dirigenti accompagnatori (Roberto Benigni, Moreno Strabello, Mirco Saoncella, Enrico Brusemin, Luisella Bello, Spartaco Parolo) e ai fisioterapisti (Ludovico Brajato e Francesca Tonello).
Nel "selfie" Katiuscia,
Chiara e Alessandra
Premiati gli “eroi della griglia” (capitanati da Gianluca Zeggio) e Alessandra Angeri, gestore della Club House, con le sue collaboratrici (Katiuscia Muraro, Chiara Veronese, Luisella Bello e Manuela Rigoni). Un premio anche a Pietro Talasso, segretario e fotografo, fondatore e memoria storica del Rugby Badia, che non era presente alla festa a causa del grave lutto che ha colpito la sua famiglia, e con lui premiati i Presidenti Giorgio Golfetti e Gianni Montanaro, altre due fondatori del club badiese.
A conclusione delle premiazioni l’estrazione della ricca lotteria, il concerto dei Bad Babies e non potevano mancare i fuochi d’artificio finali, a coronamento di una settimana di camp che ha sfidato l’inclemenza di questa estate tropicale.
L’appuntamento per il prossimo Rugby Camp 2015 è stato dato da Pierpaolo Tellarini, visibilmente soddisfatto (e commosso) nel vedere l’entusiasmo e la partecipazione alla manifestazione frutto di una sua brillante intuizione.




Enrico DANIELE 

sabato 19 luglio 2014

MOGLIANO RUGBY: LE CONFERME E I NUOVI ARRIVI

Andrea Ceccato sarà ancora il leader della squadra.
Il 21 luglio la data dell’inizio ufficiale della stagione sportiva.


Il Mogliano Rugby si prepara all’inizio della nuova stagione confermando la data prevista per il primo raduno ufficiale: 21 luglio ore 18:00.
Il punto della situazione nei due comunicati stampa odierni dove, tra l’altro, viene evidenziato il ruolo di
leader del “jolly” del pack Andrea Ceccato, l’importante riconferma di Thorleif Halvorsen e quella dell’esperto Alessandro Onori.
(le foto sono tratte dal sito ufficiale del Mogliano Rugby)
Enrico DANIELE
   
Mogliano Rugby
Comunicato stampa
Mogliano, 18 luglio 2014
Dopo gli acquisti degli avanti Rouyet, Kudin, Van Vuren, Saccardo e Filippucci, Mogliano Rugby è lieta di comunicare ufficialmente la fondamentale riconferma del Capitano Andrea "giostre" Ceccato, jolly del pack e leader della squadra per impegno e dedizione. Con lui, confermato in prima linea il tallonatore Ornel Gega alla sua seconda stagione in biancoblú e convocato recentemente con la Nazionale Emergenti. Importante rinnovo anche per il promettente giovane pilone Derrick Appiah, reduce dalla positiva trasferta in Nuova Zelanda per la JWC 2014. Non meno significative in seconda e terza linea le riconferme di Federico Maso e Jacopo Bocchi, due ragazzi cresciuti enormemente in questi ultimi campionati e diventati delle vere certezze nel loro ruolo. Fiducia e contratto rinnovato anche per Matteo Corazzifrenato lo scorso anno da un secondo infortunio al ginocchio e impaziente di tornare presto in campo per dimostrare il suo valore. Conclude momentaneamente l'elenco, il rinnovo del sudafricano Thorleif HalvorsenIl forte e consistente terza linea centro, anche ilprossimo anno sarà il punto di riferimento per le ripartenze dei biancoblú.
Nuove riconferme anche per il reparto dei trequarti. Come già annunciato per Enrico Endrizzi e Enrico Ceccato, continueranno a vestire i colori biancoblú, le ali Giovanni Benvenuti e Alberto Zorzi. Sempre maggiore la sicurezza in partita che il primo dimostra di avere acquisito. Per Alberto, allo stesso modo di Matteo Corazzi, tanta voglia di riscatto e di rivalsa nei confronti della sfortuna. Rimane a Mogliano anche il forte centro Tommaso Boni, per lui nella scorsa stagione convocazione come permit con la Benetton Treviso e chiamata con la Nazionale Emergenti. Potremo poi contare ancora una volta sull'esperienza del trequarti ala Alessandro Onori, importantissima la sua concretezza in campo e  la sua figura come riferimento per i piú giovani nello spogliatoio. Nel frattempo fissata per lunedi 21 luglio la data in cui i 2/3 della rosa si ritroveranno per l'inizio ufficiale della stagione 2013/14. La convocazione é prevista per le ore 18.00 presso gli impianti dello Stadio "Maurizio Quaggia" di Mogliano.








RUGBY SAN DONA’ 1959: IL PUNTO SUL MERCATO

Il Presidente Marusso:“Una campagna acquisti sulla linea della sobrietà e secondo le nostre possibilità”
Il comunicato stampa ufficiale.


La nuova Rugby San Donà 1959, guidata dal Presidente Alberto Marusso, fa il punto della situazione e, attraverso il comunicato stampa di oggi, chiarisce le conferme e i nuovi innesti alla rosa del primo XV che, per la terza stagione consecutiva, affronterà il campionato d’Eccellenza.
Una campagna acquisti dettata da un unico filo logico: sobrietà e reali possibilità.
Niente passi più lunghi della gamba, dunque: un certificato di garanzia per tutti.
Enrico DANIELE
   
Rugby San Donà 1959
Comunicato stampa
San Donà di Piave, 18 luglio 2014
Il Rugby San Donà in questi giorni fa il punto sul mercato e definisce la propria crescita all’indomani del rinnovamento che ha portato alla nascita del nuovo Rugby San Donà, guidato dal Presidente Alberto Marusso.
“Sul fronte delle conferme, siamo lieti di poter comunicare che per la stagione 2014/15 il Rugby San Donà potrà contare sulla presenza – oltre che dei giocatori sandonatesi doc – anche di Iovu, Cendron, Filippetto, Pesce, Sala, Erasmus, Di Maggio, Seno, Damo, Furlan.  Verranno inoltre aggregati gli atleti delle giovanili Andrea Cincotto (pilone), Mirco Sturz (tallonatore), Ardila Ayala (terza linea), Enrico Busato (terza linea), Alberto Pellizzon (centro), Dario Schiabel (centro), Marco Steolo (estremo), Matteo Dal Sie (pilone).”
Sull’attuale situazione di mercato della squadra biancoceleste il Presidente Marusso sottolinea alcune considerazioni.
“Al di là delle decisioni tecniche, legate a pochi giocatori, la nostra politica di rafforzamento e integrazione della rosa è stata condotta coniugando le opportunità che ci sono state proposte con le nostre possibilità. Abbiamo dovuto fronteggiare molteplici rinunce legate a vari motivi (problematiche personali e lavorative, ritiri). Tuttavia fin dall’inizio ci siamo sempre orientati su un principio di sobrietà, a dispetto dei nomi altisonanti che potrebbero indurre a pensare ad ambizioni eccessive, privilegiando sempre e comunque la salvaguardia degli atleti del nostro vivaio (con 9 giovani aggregati in tutti i reparti della squadra). Su una rosa di 40 atleti 23 sono di formazione sandonatese. Siamo felici inoltre di rivedere in campo Paolo Furlan e Carlo Cendron che rientrano nella rosa biancoceleste dopo una lunga riabilitazione.”
Tra i nuovi arrivi, oltre ai già annunciati Patelli, Bernini, Giovanchelli e Joketani Koroi, il Rugby San Donà in questi giorni ha inoltre raggiunto un accordo per la prossima stagione con:
Matt Cornwell (Leicester, Gran Bretagna, 16/01/85. Mediano di apertura, 1.85 x 94 Kg.). Giocatore dalle indubbie potenzialità, dotato di grande fisicità e velocità, proveniente da Mogliano, è stato pedina fondamentale di squadre come Leicester Tigers (con cui ha conquistato la Premiership lo scorso anno) e Northampton Saints. Giocatore eclettico e di esperienza, in grado di esprimersi sia nel ruolo di mediano di apertura che di centro, adattandosi alle esigenze tattiche della squadra. Nel 2006 è stato capitano dell'Under 21 Inglese con la quale ha conquistato il grande slam ai Mondiali di categoria. Nella stagione 2013/2014 è stato anche permit player per il Benetton.
Glenn Preston (North Shore, Nuova Zelanda, 13/04/92; Terza linea; 1.95 x 108 Kg.). Atleta di grande prestanza fisica è un giovane atleta di grande personalità che può garantire serenità tra la seconda e la terza linea. Nel 2012 è stato selezionato dalla nazionale neozelandese U20, dal North Harbour per l’ITM Cup, e arriva dal Silverdale.
Roberto Bertetti (Udine, 28/10/85; Centro; 1.84 x 100 Kg.) Centro nato e cresciuto nel vivaio di Udine, ha militato in molte Nazionali: Under 21, A e Seven. Arriva dal Petrarca Padova con cui si è laureato Campione d’Italia nel 2010/11.
Marco Coletti (San Donà di Piave, 10/03/84, Pilone 1.83 x 110 Kg.). Un gradito ritorno in riva al Piave per questo pilone sandonatese che lo scorso anno ha giocato a Viadana, ma che vanta una notevole esperienza internazionale con 23 presenze in Challenge Cup e 7 in Francia in Pro D2 con la maglia del Pau nella stagione 2006/07. Ha giocato anche a Calvisano collezionando nel 2012/2013 21 presenze tra campionato e Amlin Cup.
Matteo Falsaperla (Roma, 5/05/90; Utility back; 1.83 x 86 Kg.) Giocatore veloce e dinamico proveniente dai Cavalieri Prato, ha giocato anche a L’Aquila, esprimendosi al meglio sia come centro che nel ruolo di estremo. Fa parte della Nazionale Seven.
Tra i nuovi acquisti ci sono alcuni rientri graditissimi (Bernini e Coletti) e giocatori definiti dalla stampa “colpi di mercato” come Matt Cornwell. “In realtà - dichiara Marusso - Avevamo cercato Cornwell anche lo scorso anno ma lui aveva già deciso di tornare a Mogliano. Al termine della stagione appena terminata però, il Mogliano lo ha liberato nonostante avesse un contratto di due anni. Il suo procuratore quindi ci ha subito interpellato ed abbiamo trovato un accordo molto rapidamente. Cornwell ha dimostrato grande entusiasmo di fronte alla proposta di venire a San Donà.
Di fatto, innesti opportuni e necessari “conseguenze di scelte anche umanamente difficili che ci hanno costretto ad intervenire sul mercato, ma tutte valutate con la massima serietà e soprattutto nel rispetto delle decisioni prese da parte di quegli atleti che per diversi motivi non proseguiranno la loro attività con il Rugby San Donà.”
Tra questi: Birchall, Dartora, Flynn, Kudin, Taumata, Lehmann, Pellegrini, Secco, Zamparo, Zanusso Matteo.
“Inoltre la società fino a gennaio non potrà contare su Bona, impegnato all’estero per motivi di studio, quindi da gennaio, sempre per motivi di studio, dovrà fare a meno di Pilla” chiarisce il Presidente.
Bressan e Mucelli hanno deciso di chiudere le loro importantissime carriere, mentre si conclude il rapporto con Enrico Bacchin, che dopo un anno a Mogliano è stato ceduto definitivamente al Benetton.
Per quanto riguarda le ambizioni della squadra, più volte enfatizzate dalla stampa in questi giorni, il Presidente Marusso spiega: “Credo cha la squadra possa togliersi qualche soddisfazione…ma le prime della classe sono ancora di un altro livello.  Il nostro obiettivo è quello di riuscire a migliorarci e soprattutto vincere la scommessa di coinvolgere ed appassionare sempre di più i nostri tifosi.”.
Infatti il riassetto del Rugby San Donà in questi giorni sta riguardando tutti i settori e le categorie della società:
 “Con alcuni giocatori (Cornwell e Patelli) abbiamo condiviso il desiderio di lavorare anche con le categorie inferiori in maniera trasversale per migliorare alcuni aspetti tecnici in determinati ruoli” sottolinea il Presidente. “Abbiamo individuato la conduzione tecnica dell’Under 18 che sarà affidata a Gianni Salomon, Diego Bressan, e Simone Tadiè, mentre il preparatore atletico sarà Paolo Depentor. Inoltre Confermiamo anche quest’anno la squadra cadetta, che parteciperà al campionato di serie C”.

Infine, un doveroso ringraziamento: “Desidero fare un ringraziamento a nome di tutto il C.d.A. a Paolo Dartora per l’ottimo lavoro che sta facendo, anche in considerazione del fatto che sta conciliando in modo egregio il suo nuovo impegno di direttore sportivo con la sua attività lavorativa che in questo periodo è particolarmente intensa.”

venerdì 18 luglio 2014

4° ZHERMACK RUGBY CAMP: DOMENICA A BADIA FESTA CON CASELLATO, HAIMONA E LEONARD

La festa di chiusura del camp è aperta a tutti.
Si inizia alle 12:30 con la grigliata.



Ospiti d’eccezione domenica agli impianti del Rugby di Badia dove, con inizio alle ore 12:30, si festeggerà la fine del 4° Zhermack Rugby Camp.
A testimoniare il successo del camp, che ha superato indenne una intensa  settimana, in parte rovinata dal maltempo, saranno tre nomi di spicco nel panorama rugbistico italiano:
Umberto Casellato, head coach della Benetton Treviso;
Kelly Haimona, apertura Campione d’Italia 2014 con il Cammi Calvisano passato alle Zebre nel mercato estivo;
Brendon Leonard, mediano di mischia neozelandese al secondo anno con le Zebre, già nazionale All Blacks.
Sotto il comunicato stampa della scietà.

Enrico DANIELE
   
Amatori Rugby Badia – Accademia Rugby Badia – Junior Rugby Badia
Badia Polesine, 18 luglio 2017
Comunicato stampa
Il maltempo di sabato scorso 12 luglio ha costretto gli organizzatori a rinviare la festa finale del IV Zhermack Rugby Camp che era iniziato l’8 luglio allo stadio del rugby di Badia Polesine. Festa perciò posticipata a domenica 20 luglio e arricchita dalla presenza  di diversi ospiti importanti che saranno al campo a partire dalle 16. Si tratta del neo allenatore della Benetton Treviso Umberto Casellato, del mediano di apertura del Calvisano neo campione d’Italia Kelly Haimona che è passato alle Zebre e Brendon Grant Leonard mediano di mischia delle Zebre,
Questo il programma di domenica 20 luglio:
ore 12.30 pranzo;
15.30 inizio incontri u 10 e 12;
16:00 seven femminile;
16.30 seven maschile;
17.15 premiazioni;
18:00 concerto Bad Babies.

Umberto Casellato (ph. Enrico DANIELE) torna a Badia per la seconda volta consecutiva: ricco il suo palmares sia come giocatore che tecnico. Restando alle ultime stagioni ricordiamo che è stato campione italiano Eccellanza nella stagione 2012-2013 con il Mogliano, nella stagione appena conclusa ha allenato i trequarti delle Zebre e a maggio è stato ufficializzato il suo passaggio alla Benetton Treviso in Celtic League / PRO12,  con il “ruolo di Capo Allenatore a cui è stato affiancato Marius Goosen in qualità di Assistente Allenatore e Team Manager”.

Kelly Haimona (foto dal sito del Cammi Calvisano), neozelandese classe 1986, è il nuovo mediano di apertura della Zebre in Celtic League / PRO12; era arrivato in Italia per giocare a Piacenza nei Lyons in A 1, nella stagione appena conclusa ha vinto il campionato italiano di Eccellenza con il Calvisano che in finale ha battuto Rovigo





Brendon Grant Leonard (foto dal sito delle Zebre), mediano di mischia classe 1985, dalla stagione 2013-2014 nelle Zebre dove è stato riconfermato anche per la  Celtic League / PRO1 2014-2015. Ha debuttato negli All Blacks nel giugno 2007 contro la Francia, ha disputato la Coppa del Mondo nello stesso anno proprio in Francia, ha giocato nel  Tri Nations 2009 con la sua nazionale; poi gli infortuni ne hanno condizionato la carriera; con gli Chiefs (squadra della provincia di Waikato dove aveva esordito nel 2005) ha vinto due Super Rugby nel 2012 e 2013 (Super Rugby: campionato di rugby a 15 con 15 squadre di tre nazioni diverse: Nuova Zelanda, Sudafrica e Australia)